The Cloverfield Paradox di Julius Onah - la recensione di FilmTv

970x250.JPG

Recensione pubblicata su FilmTv 07/2018

The Cloverfield Paradox


Regia di Julius Onah

Cloverfield è una saga pienamente contemporanea. Racconta un evento radicale, epocale: una tragedia ecologica, con tanto di mostro. Ma non la coglie mai del tutto. Tutto è relativo. Guardato da occhi troppo piccoli per comprenderne la portata, per guardare il mostro vis à vis. Il punto d’osservazione ristretto di una macchina a mano (il primo capitolo, punto cruciale del cinema Usa anni zero), la claustrofobia paranoica di una camera chiusa (10 Cloverfield Lane): forme del solipsismo, messe alla prova, sadicamente massacrate. Qui ci sono una stazione spaziale, una serie di astronauti da multicultura barzellettiera, una missione per battere la crisi energetica ed effetti collaterali dimensionali al limite del demente, che mixano Alien & co. e Lost. Un filmetto scemetto. Forma del solipsismo: il nerdismo.

I 400 colpi

GS
4
The Cloverfield Paradox (2018)
Titolo originale: The Cloverfield Paradox
Regia: Julius Onah
Genere: Fantascienza - Produzione: Usa - Durata: 102'
Cast: Gugu Mbatha-Raw, David Oyelowo, Daniel Brühl, Chris O'Dowd, Zhang Ziyi, Elizabeth Debicki, Roger Davies, John Ortiz, Aksel Hennie, Ziyi Zhang, Clover Nee
Distribuzione: Netflix
Sceneggiatura: Oren Uziel

Pallini di FilmTv

Humour
Ritmo
Impegno
Tensione
Erotismo

Vuoi vedere il film in streaming?

Aggiungi questo contenuto
ai tuoi articoli salvati.

Aggiungi questo film
a quelli che vuoi vedere.

Manda il testo di questo
articolo a un amico.

FilmTv è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963
Credits - Contatti
Privacy Policy