The Wild Pear Tree di Nuri Bilge Ceylan - la recensione di FilmTv

970x250.JPG

Recensione pubblicata su FilmTv C0/2018

L'albero dei frutti selvatici


Regia di Nuri Bilge Ceylan

Sono passati 4 anni da Winter Sleep, ma la Turchia di allora è quasi irriconoscibile, oggi trasfigurata in una forma molto peculiare di fascismo che ne ha minato in profondo le strutture sociali e le istituzioni. E forse non è un caso che Nuri Bilge Ceylan ritorni proprio adesso con un film che mette a tema l’eredità, il rapporto col proprio passato e le proprie radici proprio in un momento dove queste hanno mostrato, nella storia, il loro lato da incubo. Perché è la storia e il suo peso, che mentre scompare da quel cinema che preferisce rifugiarsi nelle icone inoffensive o nelle fiabe, è il sottotesto di questo grande film modernista che parla di una famiglia di provincia – di un padre debole e indebitato e di un figlio ventenne spaccone e arrogante – per mettere a forma il problema universale della natura “limitata” della propria libertà. Grande cinema anche e soprattutto perché forte dell’ambizione e della responsabilità di una presa di parola non passeggera ma destinata a durare. 

Pietro Bianchi (Voto: 9)

L'albero dei frutti selvatici (2018)
Titolo originale: Ahlat Agaci
Regia: Nuri Bilge Ceylan
Genere: Drammatico - Produzione: Francia/Germania/Svezia/Bulgaria/Macedonia/Turchia/Bosnia-Erzegovina - Durata: 188'
Cast: Serkan Keskin, Dogu Demirkol, Hazar Ergüçlü, Ahmet Rifat Sungar, Murat Cemcir
Distribuzione: Parthénos
Sceneggiatura: Nuri Bilge Ceylan, Ebru Ceylan, Akin Aksu

Pallini di FilmTv

Humour
Ritmo
Impegno
Tensione
Erotismo

Vuoi vedere il film in streaming?

Aggiungi questo contenuto
ai tuoi articoli salvati.

Aggiungi questo film
a quelli che vuoi vedere.

Manda il testo di questo
articolo a un amico.


Articoli consigliati


L'albero dei frutti selvatici» Cinerama (n° 40/2018)

FilmTv è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963
Credits - Contatti
Privacy Policy