Titane di Julia Ducournau - la recensione di FilmTv

Recensione pubblicata su FilmTv C0/2021

Titane


Regia di Julia Ducournau

Il body horror ai tempi dei millennial. Con relativa – e benvenuta – sostanza gender fluid. Julia Ducournau sembra voler porre rimedio alle tossicità più comuni, quelle virili e quelle familiari: tornare alla macchina è una soluzione paradossale eppure eccitante. Ma quando teorizza, appare superata; quando provoca, lusinga il benpensantismo con un punk da sexy shop; quando infine suggerisce una posizione, è qualunquista. Più che un Crash 2.0 aggiornato alla parcellizzazione contemporanea, una specie di La morte dietro la porta firmato da un Paul Bartel resuscitato oggi contro la sua volontà. Con assurde soluzioni (cosa c'entra la pulsione da serial killer?) e idee misere (Nessuno mi può giudicare di Caterina Caselli durante un massacro). Lasciamo stare Cronenberg. Piuttosto ricordiamo con nostalgia Generazione Proteus, era il 1977.

I 400 colpi

PMB
4
GAN
9
media
6.5
Titane (2021)
Titolo originale: Titane
Regia: Julia Ducournau
Genere: Horror - Produzione: Francia/Belgio - Durata: 108'
Cast: Vincent Lindon, Agathe Rousselle, Garance Marillier, Laïs Salameh, Dominique Frot, Myriem Akheddiou, Nathalie Boyer, Céline Carrère, Mara Cisse, Lamine Cissokho, Abel Djilali, Anaïs Fabre
Distribuzione: I Wonder Pictures
Sceneggiatura: Julia Ducournau

Pallini di FilmTv

Humour
Ritmo
Impegno
Tensione
Erotismo

Aggiungi questo contenuto
ai tuoi articoli salvati.

Aggiungi questo film
a quelli che vuoi vedere.

Manda il testo di questo
articolo a un amico.


Articoli consigliati


Titane» Cinerama (n° C0/2021)
Nuovo cinema mutante - Plurale...» Servizi (n° 38/2021)
Titane» Cinerama (n° 39/2021)
Titane» Cinerama (n° 39/2021)

FilmTv.Press è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963 - Registrazione Tribunale di Milano n° 109 del 6 maggio 2019
Credits - Contatti - Supporto tecnico
Privacy Policy