Un autre monde di Stéphane Brizé - la recensione di FilmTv

Recensione pubblicata su FilmTv V0/2021

Un autre monde


Regia di Stéphane Brizé

In guerra, oltre lo specchio. Non a partire da un fatto di cronaca, ma comunque dentro la realtà del lavoro. Un film di fiction basato su ricerca documentaria. E dunque: un manager locale di una multinazionale, il mandato di tagliare il personale, i corpi dei dipendenti come numeri, una proposta per essere sul serio, in quella vuota cantilena neoliberista, «sulla stessa barca»: tagliare i bonus dei dirigenti, mettersi in gioco, scegliere una politica, cercare un autre monde, un’utopia nella distopia subdola che abitiamo. Intorno, intanto, la vita che si frantuma di fronte all'impegno 24/7, un matrimonio finito, un figlio in burnout, che pensa di poter parlare (illusione del voglio dunque posso) con Zuckerberg. Un film lineare, di realismo immersivo, teso, secco (anche se aperto al melodramma come Loach). Un romanzo di formazione politica: per giungere a un difficilissimo, oggi, «preferirei di no».

I 400 colpi

GS
8
Un autre monde (2021)
Titolo originale: Un autre monde
Regia: Stéphane Brizé
Genere: Drammatico - Produzione: Francia - Durata: 96'
Cast: Anthony Bajon, Marie Drucker, Sandrine Kiberlain, Vincent Lindon
Sceneggiatura: Stéphane Brizé, Olivier Gorce

Pallini di FilmTv

Humour
Ritmo
Impegno
Tensione
Erotismo

Aggiungi questo contenuto
ai tuoi articoli salvati.

Aggiungi questo film
a quelli che vuoi vedere.

Manda il testo di questo
articolo a un amico.

FilmTv.Press è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963 - Registrazione Tribunale di Milano n° 109 del 6 maggio 2019
Credits - Contatti - Supporto tecnico
Privacy Policy