Una luna chiamata Europa di Kornél Mundruczó - la recensione di FilmTv

970x250.JPG

Recensione pubblicata su FilmTv 28/2018

Una luna chiamata Europa


Regia di Kornél Mundruczó

«Giove ha 67 lune. Si pensa che una delle lune abbia un oceano di acqua salata sotto la superficie di ghiaccio. Potrebbe essere l’origine di nuove forme vita. Questa luna è stata chiamata Europa». Chiaro, no? Didascalico: l’Europa potrebbe originare nuove forme. Ma è l’Ungheria al tempo di Orbán, si preserva e si rinserra, le respinge, eleva muri, lascia morire i migranti sul confine. L’opus n. 7 di Mundruczó, uno che ci piace perché i limiti li mette sempre alla prova, comincia con un giovane siriano ucciso a colpi di pistola mentre tenta di entrare nel paese. E dato che il dio dell’autore gioca sempre di greve paradosso, provocando con gusto veterotestamentario e ludico il reale messo in scena, Aryan, il giovane in fuga dalla guerra, risorge. Contro il senso comune degli ariani (capito il calembour?), contro le coordinate del loro sguardo mondano e materialista da Realpolitik, contro la gravità di quella luna chiamata Europa. Cioè? Cioè vola. E mentre la legge xenofoba lo rincorre per non lasciar traccia delle proprie colpe, un medico lo cura per sfruttarlo e farne spettacolo. Destra estremista vs ipocrisia liberal, praticamente. Ma forse c’è tempo per ricredersi. Per credere. Per elevare lo sguardo dal terreno, anche solo una volta. Pianisequenza, sonoro in presa diretta, realismo muscolare e immersivo per un film che fugge nel fantastico. Dicevano e diranno che è un film che non sa dove andare, che non sa cosa farsene, di quel protagonista. Ma è una parabola volgare e svergognata esattamente su questo: su un’Europa grottesca, furiosa e confusa, che non sa immaginare nuove forme di vita. E nemmeno di cinema.

I 400 colpi

IF
5
AF
9
RM
4
EMO
4
GAN
4
LP
6
GS
7
RS
6
FT
4
media
5.4
Una luna chiamata Europa (2017)
Titolo originale: Jupiter holdja
Regia: Kornél Mundruczó
Genere: Drammatico, Fantasy - Produzione: Ungheria/Germania/Francia - Durata: 129'
Cast: Merab Ninidze, Zsombor Jéger, György Cserhalmi, Mónika Balsai, Majd Asmi, Zsombor Barna, Szabolcs Bede Fazekas, Ákos Birkás, Mátyás Bodor, Soma Boronkay
Distribuzione: Movies Inspired
Sceneggiatura: Kornél Mundruczó, Kata Wéber

Pallini di FilmTv

Humour
Ritmo
Impegno
Tensione
Erotismo

Vuoi vedere il film in streaming?

Aggiungi questo contenuto
ai tuoi articoli salvati.

Aggiungi questo film
a quelli che vuoi vedere.

Manda il testo di questo
articolo a un amico.

FilmTv è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963
Credits - Contatti
Privacy Policy