#ICancelliDelCielo #5

970x250.JPG

facebook_0.png
twitter.png
vimeo.png
Instagram.png
Oggi Free
Pier Maria Bocchi dice che Mio Dio, come sono caduta in basso! è il film da salvare oggi in TV.
Su RaiMovie alle ore 00:20.

La ricerca di riscatto di un mite toelettatore di cani, la discesa agli inferi di un ex pugile manesco. Il nuovo film del regista di Gomorra torna nella terra di nessuno delle fiabe dark. Premiato come migliore attore al Festival di Cannes il protagonista Marcello Fonte.

Il 18 maggio arriva su Netflix la seconda attesissima stagione di Tredici . Dove eravamo rimasti?

Esiste davvero gente che non ama la musica?

Christophe Honoré quest'anno è al Festival di Cannes con Plaire, aimer et courir vite , in gara anche per la Queer Palm. Vi riproponiamo uno degli Scanners a lui dedicati.

Un saluto a Ermanno Olmi con le parole di Gianni Amelio.

La citazione

«sarà mica la maniera di lavorare… non si lavora così dai… ogni lavoro anche il più banale necessita di un minimo di regia»

scelta da
Andrea Bellavita

cinerama
7947
servizi
2579
cineteca
2543
opinionisti
1650
locandine
980
serialminds
707
scanners
466

News


12 Febbraio 2017

#ICancelliDelCielo #5

L'incontrovertibile e l'opinabile nelle critiche a La La Land. Ad esempio: la sgangheratezza di alcune scene è facilmente dimostrabile, dal finto piano sequenza iniziale alla poca fluidità d'ingresso nelle situazioni musicali, vedi la coreografia delle girls stile Grease o l'audizione. Credo si tratti di una sgangheratezza voluta. Quella di Damien Chazelle è un'operazione di cinema-nostalgia simile a quelle di Peter Bogdanovich (tipo: La La Land sta al musical come Ma papà ti manda sola? alla screwball comedy), per forza imperfetta perché la bellezza assoluta degli originali non si può replicare, casomai metabolizzare cercando una grazia nuova, al passo coi tempi. Credo di poter ben argomentare questa mia convinzione ma sì, certo, è comunque una lettura opinabile. Purtroppo intorno a La La Land si sono scatenate una serie di critiche che non sono né incontrovertibili né semplicemente opinabili, quanto, semmai, demenziali. Se avete un minimo di dimestichezza con l'inglese, qui ne trovate un catalogo. Si va dalla più ridicola (il gruppo gay che critica Chazelle perché non c'è neanche un personaggio omosessuale) alla più complessa, relativa al jazz e alla sua narrazione. Improvvisamente tutti esperti di jazz, anche in Italia, e soprattutto di questioni legate alla purezza, allo sbilanciamento ideologico del musicista bianco che difende le radici contro il collega nero (John Legend, per la cronaca) che le vorrebbe recidere per il dinero. Imputare a La La Land lo stesso suprematismo bianco che agita gli attuali occupanti della Casa Bianca mi pare un'assurda forzatura, conseguenza di un pensiero debolissimo sul film. Della serie: non so come criticarlo quindi mi attacco alla prima polemica “politica” buona per i social network. Se invece vogliamo affrontare una seria discussione sul ruolo del jazz oggi, sulla sua eredità e soprattutto sul suo racconto, eccoci prontissimi. Non è però l'intento del film, realizzato da un regista che è prima di tutto un musicista jazz e sulla cui presunta malafede l'onere della prova dovrebbe essere di chi gli muove le accuse, non di chi lo apprezza rifiutando queste pippe mentali.  

Aggiungi questo contenuto
ai tuoi articoli salvati.

Resta sempre aggiornato con le notizie più importanti della settimana, tutte le recensioni e le esclusive di Film Tv: iscriviti alla newsletter!

Le ultime news


Soldado sarà il primo film indipendente a essere distribuito in Arabia Saudita

23 Giugno 2018

Continua il curioso processo di fertilizzazione cinematografica dell'Arabia Saudita, dove lo scorso dicembre il cinema è tornato a essere legale dopo 35 anni di...

Frank Grillo e Anthony Mackie protagonisti del remake americano di Point Blank

23 Giugno 2018

Da non confondersi con Senza un attimo di tregua – memorabile thriller di fine anni '60 diretto da John Boorman, rifatto 30 anni dopo da Brian Helgeland e Mel Gibson (Payback – La...

Edgar Wright sta lavorando a un documentario sugli Sparks

22 Giugno 2018

Nella nutrita colonna sonora di Baby Driver sembrava non mancare nessuno dei (numerosi) feticci musicali di Edgar Wright – che fra gli addetti ai lavori...

James Cromwell e Bruce Dern completano il cast di Emperor

21 Giugno 2018

Vecchi come la polvere e con due carriere bizzarre e mai noiose alle spalle, non poteva esserci miglior coppia estemporanea per dare potenziale lustro all'indipendente Emperor...

George Clooney è in trattative per dirigere il thriller fantascientifico Echo

21 Giugno 2018

Precisione e disciplina, a quanto pare, sono due dei segreti del successo di George Clooney. Che dal 2002 a oggi, anno in cui ha debuttato dietro la macchina da presa con ...

FilmTv è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963
Credits - Contatti
Privacy Policy