Intervista a Mahershala Ali

facebook_0.png
twitter.png
vimeo.png
Instagram.png
Oggi Free
Matteo Marelli dice che Decameron è il film da salvare oggi in TV.
Su RaiMovie alle ore 01:10.

Dove sono finite le sex symbol? Dal nostro archivio, una riflessione del 2012 di Roy Menarini.

Rick Alverson (in concorso a #Venezia75 con The Mountain ) è un comico da prendere decisamente sul serio. Lo avevamo segnalato negli Scanners.

Manca poco per la quinta stagione (su Netflix dal 14 settembre). Il cavallo più (o meno) famoso di Hollywoo sta per tornare.

Tra i 30 registi italiani più votati del nostro sondaggio pubblicato su FilmTv n° 34 c'è lui. Noi lo conosciamo bene, e voi?

Per festeggiare David Cronenberg che verrà premiato con il Leone alla carriera a Venezia 75 abbiamo pensato di rendere disponibili tutti gli articoli archiviati nella nostra collezione Locandine. A partire da La zona morta.

La citazione

«Il motivo per cui Dio ci ha dato due orecchie e una bocca è per permetterci di ascoltare il doppio di quanto parliamo (Quincy Jones)»

scelta da
Emanuele Sacchi

cinerama
8138
cineteca
2926
servizi
2687
opinionisti
1714
locandine
992
serialminds
738
scanners
471

News


27 Febbraio 2017

Intervista a Mahershala Ali

Californiano, figlio di un ballerino di Broadway, Mahershala Ali ha bazzicato più tv (Luke Cage, House of Cards) che cinema. Ora, con Moonlight (ma è anche nel cast di Il diritto di contare​), ha attirato l’attenzione dell’Academy, che lo ha candidato come miglior attore non protagonista per il ruolo di Juan, donando all’interprete la visibilità necessaria per far sentire la propria voce sul problema della discriminazione razziale a Hollywood.

D. - Come si è avvicinato al suo personaggio in Moonlight
R. - Il fatto che dietro al progetto ci fosse Barry Jenkins​, di cui avevo apprezzato molto Medicine for Melancholy​, mi ha attirato. Ho studiato la figura di Juan e mi ha colpito quanto mi fosse familiare. È uno spacciatore ma, come coloro che abitavano il mio quartiere quando avevo l’età del protagonista, Chiron, è una persona come le altre, con una famiglia che ama, con cui potresti fare due chiacchiere.

D. - Perché è così importante nella vita di Chiron e nel film? 
R. - Juan sa esattamente chi è e questo non lo rende felice; non condurrebbe mai il ragazzo sulle sue orme, però lo supporta, lo ama, gli dà forza. Per questo era importante che a un certo punto sparisse: per mettere in evidenza quanto Chiron si sentisse perso senza una guida.

D. - Lei ha recitato in Luke Cage​, serie su un supereroe nero: le cose stanno migliorando per le minoranze a Hollywood? 
R. - Lavoro da 16 anni in tv e nel cinema, e di solito sono l’unico nero sul set. Se non ti capita una storia come quella di Luke Cage, ambientata ad Harlem, finisci nella solita produzione di bianchi con il protagonista bianco. La tv è più avanti, grazie ad autori come Cheo Hodari Coker​ e Donald Glover​ che raccontano di noi. È assurdo che il cinema non rifletta la società contemporanea, che è mista: bisogna smettere di fare film dove si parla di bianchi o di neri, e cominciare a parlare delle persone in quanto tali.

D. - Perché sembra sia così difficile?
R. - Chi produce ritiene che se non fai parte di una comunità non puoi capirla. Ma non è così: per esempio, uno dei miei film preferiti, Il profeta, è francese, eppure sono un americano cresciuto in California. E una delle mie serie predilette è Peaky Blinders​, i cui personaggi non hanno nulla in comune con me. Non conosco tutto di quella realtà culturale, ma li comprendo perché ciò che li spinge è universale: capisco quando amano, quando odiano, quando tramano. Ed è sufficiente.

[ Lorenza Negri​, su FilmTv n° 07 / 2017 ]

Aggiungi questo contenuto
ai tuoi articoli salvati.

Resta sempre aggiornato con le notizie più importanti della settimana, tutte le recensioni e le esclusive di Film Tv: iscriviti alla newsletter!

Le ultime news


Annunciato un film sul salvataggio dei ragazzi thailandesi intrappolati nella grotta

18 Settembre 2018

Ci voleva un agente di spettacolo con molto pelo sullo stomaco per ottenere i diritti di sfruttamento su una storia così fresca, e Universal Pictures aveva l'uomo giusto. Matt...

Tutti i vincitori degli Emmy 2018

18 Settembre 2018

Ci volevano Bill Hader (anch'egli vincitore di una statuetta) e HBO per, finalmente, far salire da vincitore sul palco degli Emmy un sacerdote della Tv americana: Henry...

Il misterioso caso della scomparsa di Fan Bingbing

17 Settembre 2018

Il problema delle autorità cinesi, ora che il mercato cinematografico dell'ex Impero celeste è il secondo al mondo per incassi, è che l'esposizione mediatica delle loro personalità più in vista...

Quando Jake Gyllenhaal realizzò per caso il sogno di Barry Jenkins

17 Settembre 2018

Il primo esempio dei poteri taumaturgici di Jake Gyllenhaal era stato portato da Jamie Lee Curtis, che qualche tempo fa aveva rivelato di aver accettato di ritornare nel suo...

Steve McQueen sul cinema: «Deve essere un'esperienza condivisa»

14 Settembre 2018

L'occasione è quella della presentazione ufficiale di Widows – Eredità criminale, thriller proiettato per la prima volta pochi giorni fa nella cornice del Toronto Film...

FilmTv è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963
Credits - Contatti
Privacy Policy