Roman Polanski sul caso di stupro: «Per me è una storia conclusa»

970x250.JPG

facebook_0.png
twitter.png
vimeo.png
Instagram.png
Oggi Free
Pier Maria Bocchi dice che Mio Dio, come sono caduta in basso! è il film da salvare oggi in TV.
Su RaiMovie alle ore 00:20.

La ricerca di riscatto di un mite toelettatore di cani, la discesa agli inferi di un ex pugile manesco. Il nuovo film del regista di Gomorra torna nella terra di nessuno delle fiabe dark. Premiato come migliore attore al Festival di Cannes il protagonista Marcello Fonte.

Il 18 maggio arriva su Netflix la seconda attesissima stagione di Tredici . Dove eravamo rimasti?

Esiste davvero gente che non ama la musica?

Christophe Honoré quest'anno è al Festival di Cannes con Plaire, aimer et courir vite , in gara anche per la Queer Palm. Vi riproponiamo uno degli Scanners a lui dedicati.

Un saluto a Ermanno Olmi con le parole di Gianni Amelio.

La citazione

«E questo è quanto (Casinò - Martin Scorsese)»

cinerama
7947
servizi
2579
cineteca
2546
opinionisti
1650
locandine
980
serialminds
707
scanners
466

News


2 Ottobre 2017

Roman Polanski sul caso di stupro: «Per me è una storia conclusa»

Roman Polanski in questi giorni è ospite al Zurich Film Festival per presentare la versione completa del suo nuovo film Based on a True Story, con protagoniste la moglie Emmanuelle Seigner ed Eva Green. E proprio nella città in cui, nel 2009, veniva arrestato su richiesta delle autorità americane per essere estradato e incarcerato, il regista polacco naturalizzato francese ha rilasciato una rara dichiarazione sul caso di violenza sessuale con l'ausilio di sostanze stupefacenti ai danni della tredicenne Samantha Geimer avvenuto nel 1977.

All'epoca Polanski fu arrestato e, in seguito al patteggiamento con l'avvocato della difesa, si dichiarò colpevole dell'accusa di rapporto sessuale extramatrimoniale con persona minorenne, venne sottoposto a valutazione psichiatrica e passò 42 giorni in carcere. L'anno successivo, venuto a conoscenza che un giudice aveva intenzione di ignorare il patteggiamento e di punirlo in maniera esemplare con una condanna fino a 50 anni, Polanski fuggì in Europa e forte della cittadinanza francese ottenuta qualche anno prima si ricostruì una vita. Da anni, la stessa Geimer chiede alla giustizia americana di lasciar cadere le accuse che pendono sul regista. Giusto il mese scorso, il giudice della California Scott Gordon ha respinto l'ultima richiesta in tal senso della donna, ribadendo che il caso Polanski rimarrà aperto.

Oggi, a 84 anni, l'autore torna a parlare, come molto sporadicamente gli è successo, del crimine compiuto nel '77 e delle sue conseguenze: «Come sapete, Samantha Geimer sta chiedendo da più di 30 anni che tutto questo finisca. Purtroppo, e mi dispiace, i giudici che negli ultimi 40 anni hanno avuto a che fare con questa vicenda si sono dimostrati corrotti, coprendosi l'uno con l'altro. Quindi non penso proprio che improvvisamente smetteranno di comportarsi come hanno sempre fatto».

«E per quanto mi riguarda» ha continuato Polanski «la storia si è conclusa. Mi sono dichiarato colpevole e sono stato in prigione. Sono tornato negli Stati Uniti per farlo, la gente tende a dimenticarselo o addirittura lo ignora. E poi sono stato imprigionato anche qui, a Zurigo. Tra un periodo di detenzione e l'altro, credo di essere stato in carcere il quadruplo o il quintuplo di quanto avrei dovuto scontare secondo la condanna».

Aggiungi questo contenuto
ai tuoi articoli salvati.

Resta sempre aggiornato con le notizie più importanti della settimana, tutte le recensioni e le esclusive di Film Tv: iscriviti alla newsletter!

Le ultime news


Soldado sarà il primo film indipendente a essere distribuito in Arabia Saudita

23 Giugno 2018

Continua il curioso processo di fertilizzazione cinematografica dell'Arabia Saudita, dove lo scorso dicembre il cinema è tornato a essere legale dopo 35 anni di...

Frank Grillo e Anthony Mackie protagonisti del remake americano di Point Blank

23 Giugno 2018

Da non confondersi con Senza un attimo di tregua – memorabile thriller di fine anni '60 diretto da John Boorman, rifatto 30 anni dopo da Brian Helgeland e Mel Gibson (Payback – La...

Edgar Wright sta lavorando a un documentario sugli Sparks

22 Giugno 2018

Nella nutrita colonna sonora di Baby Driver sembrava non mancare nessuno dei (numerosi) feticci musicali di Edgar Wright – che fra gli addetti ai lavori...

James Cromwell e Bruce Dern completano il cast di Emperor

21 Giugno 2018

Vecchi come la polvere e con due carriere bizzarre e mai noiose alle spalle, non poteva esserci miglior coppia estemporanea per dare potenziale lustro all'indipendente Emperor...

George Clooney è in trattative per dirigere il thriller fantascientifico Echo

21 Giugno 2018

Precisione e disciplina, a quanto pare, sono due dei segreti del successo di George Clooney. Che dal 2002 a oggi, anno in cui ha debuttato dietro la macchina da presa con ...

FilmTv è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963
Credits - Contatti
Privacy Policy