Luca Guadagnino: «Il mio Suspiria non sarà un remake»

970x250_FI.JPG

facebook_0.png
twitter.png
vimeo.png
Instagram.png
Oggi Free
Matteo Marelli dice che Reality è il film da salvare oggi in TV.
Su RaiMovie alle ore 01:00.

La nostra intervista a Gillian Anderson in occasione della stagione evento da sei episodi andata in onda nel gennaio 2016. Dal 29 gennaio prossimo, sempre su Fox, le nuove puntate, una "stagione 11" piena di misteri che per la storica interprete di Dana Scully sarà l'ultima

Se pensate che Babbo bastardo sia un film antinatalizio, sbagliate di grosso. Cercatelo nei palinsesti televisivi di questi giorni. Lo troverete accucciato in un angolo della fascia protetta e lo riconoscerete per quel suo caratteristico aroma di Jack Daniel's.

Cinema e potere, un rapporto intricato e complesso. Ve ne parliamo su FilmTv n° 50 in uno speciale. Qui trovate la recensione della prima stagione di The Crown​, una delle serie citate nello speciale.

Questo articolo è stato scritto dopo la strage al Bataclan di Parigi, nel novembre 2015. Lo riproponiamo dedicandolo a Johnny Hallyday, scomparso il 6 dicembre scorso a 74 anni, e alla sua idea di rock...

Sarà proiettata al #TFF35 la serie d'autore Tokyo Vampire Hotel , ma Sion Sono è un habitué della rubrica Scanners. Vi proponiamo Himizu e vi consigliamo di scoprire tutti gli altri inediti.

La citazione

«Solo chi lascia il labirinto può essere felice, ma solo chi è felice può uscirne (Michael Ende - Lo specchio nello specchio)»

cinerama
7602
cineteca
2433
servizi
2363
opinionisti
1530
locandine
957
serialminds
648
scanners
455

News


28 Dicembre 2017

Luca Guadagnino: «Il mio Suspiria non sarà un remake»

Luca Guadagnino ha recentemente trasformato il regalo di James Ivory, una sceneggiatura ispirata all'omonimo romanzo dell'americano André Aciman, in Chiamami col tuo nome, film fra i più seri candidati ai prossimi Oscar. Eppure non accenna a prendersi pause e si prepara a un 2018 in cui, paradossalmente, si parlerà ancora di più del suo cinema grazie all'arrivo in sala di Suspiria. Il regista di origini siciliane ha concluso non da molto la lavorazione del film prodotto da Amazon, che dovrebbe essere pronto per l'autunno del prossimo anno. Giusto, quindi, cominciare a parlarne. L'importante, però, è non chiamarlo remake.

Il film non ha ancora una data di uscita ufficiale, ma ha già ricevuto la sua dose di fondamentalismo a priori da alcuni appassionati che considerano poco scaltra l'idea di andare a sfiorare il capolavoro del 1977 scritto e diretto da Dario Argento. Lontano dal mettersi sulla difensiva, Guadagnino sa che nulla può né potrà essere paragonato all'originale, e ci tiene a rimarcare che il suo Suspiria non è da intendere come un remake del film di Argento – con il quale comunque condividerà il cuore della trama, la storia di una ballerina americana che si iscrive in una rinomata scuola di danza tedesca e ne scopre gli oscuri segreti.

Guadagnino ha infatti dichiarato: «Tutti i film che faccio sono un'esplorazione dei miei sogni adolescenziali, e Suspiria è il più nitidamente preciso fra i miei sogni megalomani da adolescente. Ricordo di aver visto il poster a 11 anni, di aver visto il film per la prima volta a 14 e di essere rimasto fortemente colpito. Ho immediatamente cominciato a sognare di realizzarne la mia versione. E sorrido quanto sento le persone dire “Come osi fare un remake di Suspiria. Tipica mentalità commerciale”. Ero solo un bambino quando l'ho visto, ed è stato il film che mi ha fatto diventare quello che sono ed è questo il modo in cui sto approcciando il mio lavoro: fare un omaggio all'incredibile, potente emozione che mi ha regalato quando l'ho visto».

La chiosa di Guadagnino ha il suo perché: «Si smette per caso di guardare le rappresentazioni del Tristano e Isotta solo perché la messa in scena di Patrice Chéreau era incredibile? No, perché ci sarà sempre qualcuno che ne farà una di nuova e fantastica. Quanti versioni bellissimi di Amleto ho visto in vita mia? L'arte umana non è inventarsi l'originalità, è trovare un nuovo punto di vista».

Il Suspiria di Luca Guadagnino uscirà in sala da qualche parte nel 2018, con un cast composto, tra le altre, da Chloë Grace Moretz, Dakota Johnson e Tilda Swinton.
 

Aggiungi questo contenuto
ai tuoi articoli salvati.

Resta sempre aggiornato con le notizie più importanti della settimana, tutte le recensioni e le esclusive di Film Tv: iscriviti alla newsletter!

Le ultime news


Jessica Chastain e Octavia Spencer di nuovo fianco a fianco

18 Gennaio 2018

Non è mai troppo tardi per ricominciare a prepararsi a Natale. Anche se è gennaio e la tragedia delle festività sembra lontanissima. Lo sanno bene Jessica Chastain e ...

Si completa il cast per la serie Tv tratta da Il nome della rosa

17 Gennaio 2018

Il cast del futuro adattamento televisivo de Il nome della rosa si fa sempre più nutrito e internazionale, completandosi appena in tempo per l'inizio delle riprese,...

Emanuela Martini confermata come direttrice del Torino Film Festival

17 Gennaio 2018

Se funziona bene, perché cambiare? Fortuna che c'è ancora qualcuno che la pensa così. E dal momento che anche il Comitato di Gestione del Museo Nazionale del Cinema approva il ragionamento,...

Il complotto contro l'America di Philip Roth diventerà una miniserie scritta da David Simon

17 Gennaio 2018

Dove c'è fumo, in teoria c'è anche un incendio. Pochi giorni fa, il New York Times pubblicava un profilo dedicato a Philip Roth in cui si menzionava un incontro tra il grande...

Emoji. Accendi le emozioni è il primo film proiettato in Arabia Saudita dopo 35 anni

16 Gennaio 2018

Era l'11 dicembre quando in Arabia Saudita annunciavano l'ufficializzazione di un momento culturalmente storico: il cinema, dopo 35 anni in cui potevano essere proiettati solo...

FilmTv è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963
Credits - Contatti - Privacy