I migliori trailer della settimana

970x250.JPG

facebook_0.png
twitter.png
vimeo.png
Instagram.png
Oggi Free
Simone Emiliani dice che La dominatrice è il film da salvare oggi in TV.
Su RaiMovie alle ore 05:20.

Uno dei film più amati di Albertone, uno dei suoi personaggi più indimenticabili. La locandina è di Emanuela Martini.

Il 28 febbraio comincia in prima assoluta su Joi la terza stagione di una serie che abbiamo molto amato. Dove eravamo rimasti?

Il vincitore della Berlinale69 è Nadav Lapid, nostra vecchia conoscenza, con il film Synonymes . Vi ricordate quando presentammo Policeman su FilmtVOD?

Ricordiamo il grande cineasta francese, autore del monumentale Shoah , che ha dedicato la vita a indagare il possibile ruolo dell’immagine nella rappresentazione della storia.

Se fossi una donna sarei scandalizzata dal dibattito sulle quote rosa. Molto probabilmente non amerei essere identificata con un colore appiccicoso, infantile e nauseante come il rosa. Quando un uomo politico o un giornalista usa quel colore per identificare la presenza femminile non lo fa solo per scarsa fantasia, ma per tranquillizzarsi con l’immagine di una signorina dal grembiulino color confetto, tutta pizzi, trine, boccoli e totalmente inoffensiva. Se fossi una donna avrei preferito spaziare dal rosso incandescente al grigio glaciale.

La citazione

«Certainly it constitutes bad news when the people who agree with you are buggier than batshit.»

scelta da
Lorenza Negri

cinerama
8462
servizi
2975
cineteca
2739
opinionisti
1847
locandine
1015
serialminds
786
scanners
482

News


5 Febbraio 2018

I migliori trailer della settimana

10. The Cloverfield Paradox di Julius Onah, J.J. Abrams ha creduto talmente tanto in questo terzo capitolo della Saga Cloverfield da nasconderlo fino all'ultimo, con una distribuzione blitzkrieg su Netflix poche ore dopo aver mandato in onda per la prima volta il trailer durante il Superbowl. Sorpresa, il film pare non essere quel capolavoro che tutti, ma proprio tutti, si aspettavano.

9. Submergence di Wim Wenders, continuare o non continuare a volere del bene a Wim Wenders è una costante che serpeggia da svariati anni cinematografici. A ogni film il dubbio: sarà Palermo Shooting o Pina? Paris, Texas o The Million Dollar Hotel? Non è dato saperlo. Ma dai toni uber tempestuosi del trailer di Submergence, pare evidente che finalmente James McAvoy potrà far fruttare il suo talento come sosia di Silvio Muccino.

8. When We First Met di Ari Sandel, romcom che mostra (finalmente) l'unico utilizzo possibile dei viaggi nel tempo, uscire dalla friendzone di Alexandra Daddario, diretta da un promettente esordiente, premio Oscar al miglior cortometraggio nel 2005. Ed è a chilometro zero e senza impegni su Netflix. Venduta.

7. Skyscraper di Rawson M. Thurber, ovvero Dwayne Johnson ha un colloquio telefonico con Bruce Willis per chiedergli se può rifare Trappola di cristallo ma con un grattacielo più alto, terroristi più cattivi, alla moglie ostaggio ci aggiungiamo due figli e visto che ci siamo il protagonista ha una gamba amputata. The Rock ha un carisma gigante e continua a essere molto buffo quando si strizza dentro a un completo.

6. Mission: Impossible. Fallout di Christopher McQuarrie, ovvero Tom Cruise ci tiene a ribadire a tutte queste giovani star dei film d'azione, a tutti questi supereroi in calzetta che è lui il vero Wolverine, ed è virtualmente immortale. Nel trailer succedono cose, Tom Cruise continua a guidare senza casco nonostante l'età e possiamo gustare il sesto, piacevolissimo arrangiamento del tema principale della saga. Almeno non sono i Limp Bizkit.

5. Unsane di Steven Soderbergh, il flim girato con l'iPhone che secondo Soderbergh non si vede la differenza nemmeno su uno schermo IMAX, ma non ne siamo totalmente sicuri. Di sicuro c'è un trailer inquietante, la quintessenza della paranoia. Cellulare o non cellulare, pare che Soderbergh e la protagonista Claire Foy siano riusciti a infondere nel film gli elementi necessari per convincere i più impressionabili che una vita nella foresta, in totale solitudine, non sia poi così male.

4. Ant-Man and The Wasp di Peyton Reed, il problema di questo Ant-Man non è nel bel trailer con le schitarrate a ritmo di sparo, con Paul Rudd che rimane il più sottovalutato dei giocolieri fra il buffo e il credibile come eroe e con Evangeline Lilly che indossa la tutina con ali e laser per trasformarsi in The Wasp. Il problema è che non è diretto da Edgar Wright, e che è stato svelato durante la settimana di lancio di Black Panther. E la gente vuole Black Panther.

3. Hereditary di Ari Aster, presentato lo scorso mese al Sundance e in uscita la prima settimana di giugno, il film d'esordio di Ari Aster (che si è scritto anche la sceneggiatura) è stato paragonato, per portata all'interno del genere, a Babadook. Altri hanno scomodato L'esorcista. Mica male. Il trailer ha tutto: Toni Collette che costruisce miniature e seppelisce una mamma pazza, figli inquietanti che fanno cose ai piccioni, visioni disturbanti.

2. Westworld seconda stagione di Jonathan Nolan e Lisa Joy, la serie ispirata a Il mondo dei robot torna il 22 aprile su HBO con una seconda tornata da dieci episodi. Bisogna aspettare fino al 22 aprile. Fanno circa 75 giorni, festivi compresi. Auguri.

1. Mute di Duncan Jones, Alexander Skarsgård è un barista manzo, muto e dal pugno facile quando si tratta di difendere la sua donna. Che però, a quanto pare, ha cose da nascondere. Assicurato l'intervento di uomini con accento russo e di Paul Rudd con un ragguardevole baffo a manubrio. Ma la verità è che se a Duncan Jones danno due soldi e libertà creativa, noi potremmo ritrovarci con qualcosa che si avvicini alla bellezza di Moon. Quindi tanto vale sperare.

Bonus teaser: il primo spot di Solo: A Star Wars Story, un applauso alla pettinatura di Donald Glover.

Aggiungi questo contenuto
ai tuoi articoli salvati.

Resta sempre aggiornato con le notizie più importanti della settimana, tutte le recensioni e le esclusive di Film Tv: iscriviti alla newsletter!

Le ultime news


Tutto quello che c'è da sapere su Cartoomics 2019

20 Febbraio 2019

Si avvicina marzo. E con esso, oltre agli improvvisi scrosci di pioggia e le prime scalmane primaverili, torna puntuale anche il Cartoomics, la convention di cultura pop...

Addio e grazie per tutte le news #078

18 Febbraio 2019

Non più di un soprammobile per l'attico di New York
Sarà incredibile vedere come la stessa notizia verrà assorbita dai due lati del muro immaginario. Anzi, dai due spalti...

Berlinale69 - Gli Orsi di FilmTv

16 Febbraio 2019

Mentre aspettiamo la cerimonia di premiazione raccogliamo i pronostici di tutti i collaboratori presenti al festival.

Per ogni critico trovate il film preferito e il pronostico sul...

Addio e grazie per tutte le news #077

15 Febbraio 2019

Will, le sorelle Wachowski e il bullet time
Come diamine sarebbe stata la trilogia di Matrix con Will Smith al posto di Keanu...

Addio e grazie per tutte le news #076

14 Febbraio 2019

Qualcuno faccia rilassare James Cameron
C'è un ottimo modo per verificare se l'indole di una persona tende più allo spensierato o all'intenso. Basta portarla al cinema a...

FilmTv è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963
Credits - Contatti
Privacy Policy