Addio ad Angela Ricci Lucchi

facebook_0.png
twitter.png
vimeo.png
Instagram.png
Oggi Free
Fiaba Di Martino dice che Cristo si è fermato a Eboli è il film da salvare oggi in TV.
Su Rai5 alle ore 22:10.

Una serie tv da cominciare? Attenzione, perché secondo Alice Cucchetti è magnetica e non potrete fare a meno di finirla.

La figura del Papa è stato oggetto di recente di una delle nostre liste. Ma se il Papa, più che una presenza, fosse una specie di fantasma irraggiungibile? Ovviamente, secondo Marco Ferreri.

L'ultimo film di Paul Schrader, First Reformed , esce direttamente in dvd, ma per noi è il film della settimana. Ripercorriamo la carriera di questo regista con un ritratto di Roberto Manassero.

Il blu è un colore caldo, soprattutto se si tratta di un giallo di Simenon raccontato da Amalric.

Quando Rete 4 fu mandata sul satellite. Dialogo tra un canale televisivo e Tommaso Labranca.

La citazione

«Quando chiesero a Marx cos’è la dittatura del proletariato rispose: ”la Comune di Parigi, perché ha abolito l’esercito e la polizia”. Poi vennero i Soviet e Solidarnosc. Questo è il movimento. Non nacquero per caso. (C.L.R. James)»

cinerama
8277
servizi
2826
cineteca
2656
opinionisti
1776
locandine
1000
serialminds
755
scanners
477

News


1 Marzo 2018

Addio ad Angela Ricci Lucchi

Si è spenta il 28 febbraio 2018 a 76 anni Angela Ricci Lucchi, originaria del ravennate, filmmaker e artista celebre e celebrata sul panorama artistico internazionale e (forse) fin troppo dimenticata in patria. Sin dal ritorno dall'Austria, dove ha studiato pittura sotto la guida di un maestro d'eccezione come Oskar Kokoschka, Ricci Lunghi mette radici a Milano insieme all'inseparabile compagno di vita e co-autore della maggior parte delle sue opere, l'architetto italo-armeno Yervant Gianikian, conosciuto nel 1974 tramite Corrado Costa, uno dei poeti del Gruppo 63. 

Dagli anni '70 in poi, la coppia dà vita a un percorso artistico sussurrato e coerente. A partire dai cortometraggi sperimentali dei primi anni di lavoro e la serie di "film profumati" caratterizzati da una colonna olfattiva a sostituire quella sonora - proiettati con una forma di odorama che diffondeva essenze aromatiche in interazione con le immagini, alla ricerca di un'esperienza polisensoriale per lo spettatore - fra i quali va ricordato Alice profumata di rosa (1975). 

Le esperienze degli anni '70 fatte da Ricci Lucchi e Gianikian li rendono ancora più consapevoli del mezzo e in grado di portare la sperimentazione a un livello ulteriore. Un momento fondamentale arriva nella seconda metà degli anni '80 quando, al lavoro sullo sconfinato archivio del fotografo e pioniere del documentario italiano Luca Comerio, nasce la necessità di trovare un modo per recuperare tutto quel materiale destinato al macero. La coppia di artisti, al lavoro su della vecchissima pellicola infiammabile e in decomposizione, che si era ristretta da 35 a 32 mm diventando inutilizzabile in qualsiasi proiettore dell'epoca, crea il concetto di camera analitica. Inventano modalità per rifilmare la pellicola destinata al macero, rifiutando la filologia ma anzi ricercando uno studio sperimentale sui documenti, rallentando, accelerando, e sottolineando dettagli nascosti dei fotogrammi presi in esame. il risultato è Dal Polo all'Equatore (1987).

Quelli che seguono, per Ricci Lucchi e Gianikian, sono anni di continua riflessione e sperimentazione. Ne scaturiscono opere come Su tutte le vette è pace (1999), Inventario Balcanico (2000), Immagini dell'Oriente: Turismo da Vandali (2001), Oh! Uomo (2004), Ghiro Ghiro Tondo (2007) e Pays Barbare (2013) che vengono proiettate e omaggiate nei più importanti musei di arte contemporanea di tutto il mondo: MoMA, Centre Pompidou, Tate Modern, Mart, la Fondazione Cartier di Parigi, la Caixa di Barcelona, la Biennale di Venezia, il Witte de With di Rotterdam, il Museum of Contemporary Art di Chicago, il Centro Andaluz de Arte Contemporáneo di Siviglia, l’Hangar Bicocca di Mlano.

Intervistata da Il Manifesto nel 2016, alla domanda su cosa fosse per lei il cinema Angela Ricci Lucchi ha risposto: «Potrei dire che viviamo dentro il cinema ininterrottamente da più di 40 anni e non mi sembra di fare altro».

Aggiungi questo contenuto
ai tuoi articoli salvati.

Resta sempre aggiornato con le notizie più importanti della settimana, tutte le recensioni e le esclusive di Film Tv: iscriviti alla newsletter!

Le ultime news


Da Kurt Kren al rock sovietico del Beltrade. Seconda giornata di FilmmakerFest 2018

17 Novembre 2018

I titoli selezionati, recentemente restaurati dal Filmmuseum di Vienna, vanno a formare una collana incompleta ma esaustiva per ca(r)pire la vera essenza di Kren, definito un «punk strutturale...

Monrovia, Indiana apre FilmmakerFest 2018

16 Novembre 2018

FilmmakerFest, Festival Internazionale del Cinema Documentario e Sperimentale nato a Milano nel 1980, continua a impegnarsi nel far risaltare sempre più la condizione politica e sociale...

Addio e grazie per tutte le news #021

16 Novembre 2018

Con un po' di orgoglio e forza di volontà, riusciamo sempre a farci riconoscere
A essere sincero, non avevo la minima idea che in questo governo esistesse un ministro della...

FilmmakerFest 2018 - Programma generale

16 Novembre 2018

Programma FilmmakerFest 2018


(16-24 novembre, Spazio Oberdan e Arcobaleno Film Center)

Concorso internazionale e apertura: da Frederick Wiseman a Ruth Beckermann;...

Addio e grazie per tutte le news #020

15 Novembre 2018

Netflix ci tiene agli utenti che non ci tengono alle loro diottrie
La notizia potenzialmente più buffa della giornata – Netflix sta testando su alcuni...

FilmTv è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963
Credits - Contatti
Privacy Policy