Addio ad Angela Ricci Lucchi

facebook_0.png
twitter.png
vimeo.png
Instagram.png
Oggi Free
Pier Maria Bocchi dice che Il testimone è il film da salvare oggi in TV.
Su IRIS alle ore 17:05.

Film d’autore e commedia demenziale, eros e kung-fu: storia di un lembo di terra diventato ponte culturale tra due universi, galleria di imprescindibili cineasti e interpreti Hongkonghesi.

Siamo di parte, ma per Film Tv la chiusura di Rai Movie è un duro colpo, sia in termini di contenuto che di persone che in questa impresa ci hanno messo l'anima e soprattutto il cuore.

Su FilmTv n° 17, in occasione della pubblicazione del libro La spada del destino , Mauro Gervasini dedica una Lost Highway alla storia dei samurai nel mondo del cinema. Accompagna l'articolo una filmografia di Emanuele Sacchi, consultabile nella sezione Liste. Di uno dei dieci film della lista vi proponiamo la locandina di Emanuela Martini.

È cominciata anche in Italia l'ottava stagione di Il trono di spade , che sarà l'ultima. La settima stagione, se vi ricordate, ci aveva diviso: qui trovate il Perché no di Fiaba Di Martino.

Il 24 aprile è la data in cui usciranno in Francia dvd e bluray di High Life di Claire Denis, con Robert Pattinson e Juliette Binoche. Ancora non è prevista un'uscita nelle sale italiane, ma per l'occasione rispolveriamo la recensione di un altro film invisibile della stessa regista.

La citazione

«Noi siamo orfani della Rivoluzione. E spesso pensiamo che non c'è più una vittoria possibile, che il mondo è disincantato e alla fine ci rassegniamo. Il cinema, al contrario, ci dice, a suo modo, che ci sono vittorie possibili anche nel mondo peggiore.... Non bisogna disperarsi. È quel che il cinema ci racconta, io credo. Ed è per questo che dobbiamo amarlo. (Alain Badiou)»

scelta da
Mariuccia Ciotta

cinerama
8590
servizi
3060
cineteca
2790
opinionisti
1889
locandine
1024
serialminds
811
scanners
487

News


1 Marzo 2018

Addio ad Angela Ricci Lucchi

Si è spenta il 28 febbraio 2018 a 76 anni Angela Ricci Lucchi, originaria del ravennate, filmmaker e artista celebre e celebrata sul panorama artistico internazionale e (forse) fin troppo dimenticata in patria. Sin dal ritorno dall'Austria, dove ha studiato pittura sotto la guida di un maestro d'eccezione come Oskar Kokoschka, Ricci Lunghi mette radici a Milano insieme all'inseparabile compagno di vita e co-autore della maggior parte delle sue opere, l'architetto italo-armeno Yervant Gianikian, conosciuto nel 1974 tramite Corrado Costa, uno dei poeti del Gruppo 63. 

Dagli anni '70 in poi, la coppia dà vita a un percorso artistico sussurrato e coerente. A partire dai cortometraggi sperimentali dei primi anni di lavoro e la serie di "film profumati" caratterizzati da una colonna olfattiva a sostituire quella sonora - proiettati con una forma di odorama che diffondeva essenze aromatiche in interazione con le immagini, alla ricerca di un'esperienza polisensoriale per lo spettatore - fra i quali va ricordato Alice profumata di rosa (1975). 

Le esperienze degli anni '70 fatte da Ricci Lucchi e Gianikian li rendono ancora più consapevoli del mezzo e in grado di portare la sperimentazione a un livello ulteriore. Un momento fondamentale arriva nella seconda metà degli anni '80 quando, al lavoro sullo sconfinato archivio del fotografo e pioniere del documentario italiano Luca Comerio, nasce la necessità di trovare un modo per recuperare tutto quel materiale destinato al macero. La coppia di artisti, al lavoro su della vecchissima pellicola infiammabile e in decomposizione, che si era ristretta da 35 a 32 mm diventando inutilizzabile in qualsiasi proiettore dell'epoca, crea il concetto di camera analitica. Inventano modalità per rifilmare la pellicola destinata al macero, rifiutando la filologia ma anzi ricercando uno studio sperimentale sui documenti, rallentando, accelerando, e sottolineando dettagli nascosti dei fotogrammi presi in esame. il risultato è Dal Polo all'Equatore (1987).

Quelli che seguono, per Ricci Lucchi e Gianikian, sono anni di continua riflessione e sperimentazione. Ne scaturiscono opere come Su tutte le vette è pace (1999), Inventario Balcanico (2000), Immagini dell'Oriente: Turismo da Vandali (2001), Oh! Uomo (2004), Ghiro Ghiro Tondo (2007) e Pays Barbare (2013) che vengono proiettate e omaggiate nei più importanti musei di arte contemporanea di tutto il mondo: MoMA, Centre Pompidou, Tate Modern, Mart, la Fondazione Cartier di Parigi, la Caixa di Barcelona, la Biennale di Venezia, il Witte de With di Rotterdam, il Museum of Contemporary Art di Chicago, il Centro Andaluz de Arte Contemporáneo di Siviglia, l’Hangar Bicocca di Mlano.

Intervistata da Il Manifesto nel 2016, alla domanda su cosa fosse per lei il cinema Angela Ricci Lucchi ha risposto: «Potrei dire che viviamo dentro il cinema ininterrottamente da più di 40 anni e non mi sembra di fare altro».

Aggiungi questo contenuto
ai tuoi articoli salvati.

Resta sempre aggiornato con le notizie più importanti della settimana, tutte le recensioni e le esclusive di Film Tv: iscriviti alla newsletter!

Le ultime news


Addio e grazie per tutte le news #115

25 Aprile 2019

L'Universo cinematografico condiviso che ci meriteremmo
Belli gli Avengers e bella la Marvel. Endgame lo vedrà tutto il mondo tre volte e saranno tutti...

Addio e grazie per tutte le news #114

24 Aprile 2019

La Quinzaine des réalisateurs se ne frega
Mesi. Ormai anni di battibecchi, incomprensioni, polemiche, avvocati divorzisti, veleno sui media, e nonostante tutto la faida tra...

Addio e grazie per tutte le news #112

18 Aprile 2019

Nuvoloso con possibilità di Tarantino
Non ce l'hanno fatta, il Festival di Cannes e Quentin Tarantino, a osare un annuncio irresponsabile e confermare la...

Addio e grazie per tutte le news #111

17 Aprile 2019

Addio a Monkey Punch
La vulgata della bibbia di...

FilmTv è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963
Credits - Contatti
Privacy Policy