La regista saudita Haifaa Al-Mansour, già autrice di La bicicletta verde, firmerà il film d'animazione Miss Camel

970x250.JPG

facebook_0.png
twitter.png
vimeo.png
Instagram.png
Oggi Free
Luca Pacilio dice che Cyrano e D'Artagnan è il film da salvare oggi in TV.
Su RaiMovie alle ore 05:00.

Arriva una nuova rubrica dedicata alla stand-up comedy: su FilmTv n° 12 Nicola Cupperi inaugura Funny People , dedicata ai comedian e ai loro spettacoli reperibili in streaming. Vi proponiamo una panoramica di questo mondo, realizzata da Alice Cucchetti nel 2015.

Venerdì 22 marzo su Sky Atlantic comincia la quarta stagione di Gomorra - La serie . Su FilmTv n° 12 abbiamo intervistato Marco D'Amore, che in questa stagione è passato alla regia. Ricapitoliamo la terza stagione con questa recensione (e attenzione agli spoiler!).

La mia vita con John F. Donovan è l'ultimo film di Xavier Dolan, in arrivo (speriamo) a breve nelle nostre sale per Lucky Red. A lungo i film di Dolan sono stati invisibili in Italia, ma poi hanno cominciato ad avere una distribuzione in sala, homevideo e streaming. Oggi vi consigliamo di recuperare Laurence Anyways .

Una delle rubriche che fanno parte della storia di FilmTv è Regioni e sentimenti - I luoghi del cinema a cura di Steve Della Casa. Vi proponiamo un viaggio nel cinema a bordo dei treni, raccontato da Matteo Pollone.

Il governo iraniano non prese bene la partecipazione di questo film al festival di Cannes. La locandina di Andrea Fornasiero racconta la genesi del progetto e l'importanza dell'opera di Marjane Satrapi. Buona lettura.

La citazione

«Quando chiesero a Marx cos’è la dittatura del proletariato rispose: ”la Comune di Parigi, perché ha abolito l’esercito e la polizia”. Poi vennero i Soviet e Solidarnosc. Questo è il movimento. Non nacquero per caso. (C.L.R. James)»

cinerama
8520
servizi
3012
cineteca
2761
opinionisti
1865
locandine
1019
serialminds
797
scanners
484

News


13 Aprile 2018

La regista saudita Haifaa Al-Mansour, già autrice di La bicicletta verde, firmerà il film d'animazione Miss Camel

Anche se aveva già firmato alcuni cortometraggi e un documentario, il nome di Haifaa Al-Mansour – la prima regista donna proveniente dall'Arabia Saudita, paese dove il cinema è stato illegale per gli ultimi 35 anni – è cominciato a circolare nell'ambiente cinematografico dopo aver presentato, nel 2012, il suo film d'esordio La bicicletta verde alla Mostra del cinema di Venezia. Da lì per la regista e sceneggiatrice si sono aperte molte possibilità, che l'hanno portata a realizzare Mary Shelley, biopic sull'autrice di Frankenstein con protagonista Elle Fanning, e la commedia romantica (prossimamente su Netflix) Nappily Ever After.

Ma per il suo nuovo progetto, il cartone animato Miss Camel, Al-Mansour ha dovuto penare leggermente di più. Piuttosto che cercare un finanziamento diretto, la regista ha prima partecipato (in dicembre) a un concorso, lo IWC Filmmaker Award, patrocinato dal Dubai International Film Festival in cui la giuria presieduta da Cate Blanchett ha garantito al suo progetto una borsa di partenza di 100mila dollari. Con il premio in tasca, Al-Mansour è finita dall'altra parte del mondo, a Los Angeles, dove ha trovato l'impensabile supporto del laboratorio d'animazione ShadowMachine, produttore di BoJack Horseman per Netflix e di Robot Chicken per Cartoon Network.

Anche grazie a loro, Miss Camel potrà essere realizzato e Al-Mansour avrà l'opportunità di raccontare la storia di Hayla, un'adolescente saudita che farebbe di tutto per fuggire dal matrimonio che la famiglia le ha combinato e scappare dall'Arabia Saudita per frequentare una scuola d'arte all'estero. Giorno dopo giorno la ragazza organizza la sua fuga per farla coincidere con i colloqui nelle scuole d'arte dei paesi confinanti quando, al matrimonio di sua cugina, scopre di essere in grado di parlare con gli animali.

E la conferma della realizzazione di Miss Camel non è l'unica buona notizia per la regista, che la settimana scorsa è stata fra le tre donne nominate dal governo all'interno di un consiglio di 13 persone, creato allo scopo di supervisionare lo sviluppo culturale e artistico in Arabia Saudita. Al suo fianco la storica e curatrice Mona Khazindar e la commediografa e regista teatrale Maysa Al-Sobehy.
 

Aggiungi questo contenuto
ai tuoi articoli salvati.

Resta sempre aggiornato con le notizie più importanti della settimana, tutte le recensioni e le esclusive di Film Tv: iscriviti alla newsletter!

Le ultime news


Addio e grazie per tutte le news #096

19 Marzo 2019

La terapia di coppia è un percorso lungo e difficoltoso
A quanto pare, almeno per quest'anno, ci hanno davvero provato fino in fondo a riaggiustare il loro rapporto, al...

Addio e grazie per tutte le news #095        

18 Marzo 2019

Ti amo, poi ti odio, poi ti apprezzo
...

Addio e grazie per tutte le news #094

15 Marzo 2019

India, terra di fini dicitori cinematografici
Sarà che a produrre così tanti film diventa fisiologicamente impossibile sfornare altrettante sceneggiature originali. Sarà...

Addio e grazie per tutte le news #093

14 Marzo 2019

Uno per me, uno per loro
Lo stereotipo li racconta così: iniziano come giovani padawan in possesso solo del loro sogno, quello di cambiare il mondo attraverso la loro arte...

Addio e grazie per tutte le news #092

13 Marzo 2019

Felicity di nome, ma non di fatto
A monopolizzare il reparto news della nottata americana, anche al di là della nicchia cinematografica, è la notizia che una serie di...

FilmTv è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963
Credits - Contatti
Privacy Policy