Jessica Chastain ha radunato un cast di eroine per il thriller 355

970x250.JPG

facebook_0.png
twitter.png
vimeo.png
Instagram.png
Oggi Free
Pier Maria Bocchi dice che L'attentato è il film da salvare oggi in TV.
Su IRIS alle ore 12:55.

La mia vita con John F. Donovan è l'ultimo film di Xavier Dolan, in arrivo (speriamo) a breve nelle nostre sale per Lucky Red. A lungo i film di Dolan sono stati invisibili in Italia, ma poi hanno cominciato ad avere una distribuzione in sala, homevideo e streaming. Oggi vi consigliamo di recuperare Laurence Anyways .

Una delle rubriche che fanno parte della storia di FilmTv è Regioni e sentimenti - I luoghi del cinema a cura di Steve Della Casa. Vi proponiamo un viaggio nel cinema a bordo dei treni, raccontato da Matteo Pollone.

Siamo serie, ma a volte anche film. Il ritorno di I cancelli del cielo di Mauro Gervasini sulla rivista.

Il governo iraniano non prese bene la partecipazione di questo film al festival di Cannes. La locandina di Andrea Fornasiero racconta la genesi del progetto e l'importanza dell'opera di Marjane Satrapi. Buona lettura.

Forse con tutta l'offerta in streaming che c'è non siete mai incappati in una webserie. Ve ne suggeriamo allora una particolarmente originale e divertente, su YouTube. Vedere per credere.

La citazione

«Ognuno prende i limiti del suo campo visivo per i confini del mondo. (Arthur Schopenhauer)»

scelta da
Simone Arcagni

cinerama
8520
servizi
3012
cineteca
2761
opinionisti
1865
locandine
1019
serialminds
797
scanners
484

News


2 Maggio 2018

Jessica Chastain ha radunato un cast di eroine per il thriller 355

Difficile immaginare un progetto più interessante di 355 fra quelli che verranno presentati al mercato di Cannes a partire dalla prossima settimana. Si parla di un thriller in cui Simon Kinberg, da dietro la macchina da presa, dirigerà un cast tutto al femminile che fa tremare i polsi: per ora sono state confermate Jessica Chastain, Marion Cotillard, Penélope Cruz, Fan Bingbing e Lupita Nyong'o. Insieme andranno a formare un ensemble di spie internazionali, in un film che promette azione e adrenalina e che, negli obiettivi di regista e cast, dovrebbe essere solo il primo di una lunga serie. 

Tutto parte da Jessica Chastain, a cui è venuta l'idea per il soggetto iniziale di 355 durante le riprese (appena concluse) di X-Men: Dark Phoenix. Chastain ha proposto l'idea a Kinberg, che dopo una vita dietro le quinte come produttore e sceneggiatore ha debuttato dietro la macchina da presa proprio per il prossimo film mutante. Ed è stata sempre la stessa attrice (due volte candidata agli Oscar per The Help e Zero Dark Thirty) che, dopo aver convinto Kinberg ha portato a bordo del progetto le colleghe di cui sopra. La sceneggiatura, già pronta, è stata affidata a Theresa Rebeck, esperta penna televisiva.,

«Mi sono divertita moltissimo sul set di The Help ed è da allora che sogno di poter lavorare in un altro film con un ensemble tutto femminile» ha dichiarato la Chastain a Deadline, proseguendo: «Adoro la saga di Jason Bourne e i Mission: Impossible e mi sono sempre chiesta perché, con l'eccezione di Charlie's Angels, non esista un vero thriller d'azione e di spionaggio con un cast tutto al femminile. Questo è stato il mio stimolo, insieme all'idea di poter lavorare con colleghe provenienti da tutto il mondo per fare di 355 un progetto davvero internazionale. Ed è proprio questo, mi sono accorta, che ci regalerà un'incredibile libertà creativa. Ho proposto l'idea a Simon, gli ho parlato delle colleghe che volevo coinvolgere e la sua risposta è stata davvero dolce. Mi ha detto solo: “Voglio fare questo film insieme a te”».

Chastain prosegue raccontando l'importanza di aver coinvolto presto nel processo creativo l'intero cast, per creare un film collettivo e soprattutto per sciamare tutte insieme sul mercato di Cannes e strappare quanti più finanziamenti possibile. La disponibilità di tutte le attrici coinvolte e l'entusiasmo della capitana Chastain stanno a quanto pare rendendo molto semplice il processo di lavorazione del film.

Il cui titolo, sempre a detta dell'attrice, deriva dagli studi fatti per dare vita al suo personaggio in Zero Dark Thirty: «Preparandomi per quel film ho avuto la possibilità di accedere a risorse incredibili, lavorando fianco a fianco con la CIA, e dalle quali ho imparato moltissime cose. Per 355 abbiamo un consulente molto preparato e il titolo viene da una conversazione che ho avuto con lui. Agente 355 è stato il nome in codice di una spia donna durante la Rivoluzione Americana. È stata una delle prime spie degli Stati Uniti e la sua identità è tuttora sconosciuta. Ancora adesso, per molte delle donne che lavorano alla CIA o in altre organizzazioni del genere, Codice 355 è uno slang universale per riferirsi a una spia donna. È la donna invisibile che non ha mai avuto un nome».

Secondo la visione di Kinberg, il tono del film avrà come punto di riferimento quello della saga iniziata con The Bourne Identity. Con la prima, fondamentale differenza di avere un cast corale che si dividerà equamente la presenza sullo schermo: «Non sarà un film di spionaggio iperbolico come si vede in alcune saghe cinematografiche. E, al contrario di altri film che si concentrano esclusivamente su di un unico personaggio principale, il nostro obiettivo è quello di valorizzare veramente l'intero ensemble, con tutti i personaggi che avranno i loro tratti distintivi e le loro storie. Insomma, personaggi complessi e a tutto tondo, con un peso equanime all'interno del film. È una caratteristica unica, così come unica è l'idea di raccontare di spie donne».

Nello specifico, per quanto è dato sapere in queste fasi preliminari della produzione, 355 racconterà di un gruppo di agenti di élite provenienti dalle più importanti organizzazioni spionistiche del mondo, che si riuniscono per fermare un'organizzazione globale che vuole ottenere un'arma in grado di gettare definitivamente nel caos un mondo già di per sé instabile. Il processo di collaborazione delle signore spie prevede, come regola cinematografica non scritta, che vengano superate una serie di differenze culturali e politiche per riuscire a creare un legame e collaborare proficuamente. 

A livello cinematografico, gli obiettivi di Chastain e Kinberg sono apertamente due: mettere la basi per una futura saga di successo, e farlo realizzando il film più autentico possibile. Ancor più importante, l'obiettivo manifesto di Chastain è quello di sconfiggere definitivamente lo stereotipo: «Il genere action è da sempre dominato da eroi maschili ed è così eccitante essere parte di un film che permetterà non a una sola eroina action, bensì a un intero gruppo di personaggi femminili davvero competenti e intensi di respingere questo antico e stanco stereotipo. Personaggi che libereranno dai limiti degli stereotipi. Questa è la cosa più emozionante del progetto, l'opportunità di creare differenti tipologie di eroine».

Aggiungi questo contenuto
ai tuoi articoli salvati.

Resta sempre aggiornato con le notizie più importanti della settimana, tutte le recensioni e le esclusive di Film Tv: iscriviti alla newsletter!

Le ultime news


Addio e grazie per tutte le news #095        

18 Marzo 2019

Ti amo, poi ti odio, poi ti apprezzo
...

Addio e grazie per tutte le news #094

15 Marzo 2019

India, terra di fini dicitori cinematografici
Sarà che a produrre così tanti film diventa fisiologicamente impossibile sfornare altrettante sceneggiature originali. Sarà...

Addio e grazie per tutte le news #093

14 Marzo 2019

Uno per me, uno per loro
Lo stereotipo li racconta così: iniziano come giovani padawan in possesso solo del loro sogno, quello di cambiare il mondo attraverso la loro arte...

Addio e grazie per tutte le news #092

13 Marzo 2019

Felicity di nome, ma non di fatto
A monopolizzare il reparto news della nottata americana, anche al di là della nicchia cinematografica, è la notizia che una serie di...

Addio e grazie per tutte le news #091

12 Marzo 2019

Bohemian Rhapsody 2: Le rette universitarie dei nipoti, anche quelli acquisiti
...

FilmTv è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963
Credits - Contatti
Privacy Policy