Jessica Chastain ha radunato un cast di eroine per il thriller 355

facebook_0.png
twitter.png
vimeo.png
Instagram.png
Oggi Free
Simone Emiliani dice che Mystic River è il film da salvare oggi in TV.
Su IRIS alle ore 23:30.

Se vi sono piaciuti Forza maggiore e The square , c'è un invisibile di Ruben Östlund che vi consigliamo di recuperare, presentato alla Quinzaine 2011.

Gianni Amelio racconta I nuovi mostri e riflette sull'Italia e sulla commedia all'italiana. Rileggete la locandina del 2005, il film è in streaming su RaiPlay.

Il 3 dicembre arrivano su Prime Video le prime 5 stagioni di questa serie Marvel. Curiosi? Scoprite di che parla nella nostra recensione.

L'ultimo film di Paul Schrader, First Reformed , esce direttamente in dvd, ma per noi è il film della settimana. Ripercorriamo la carriera di questo regista con un ritratto di Roberto Manassero.

Quando Rete 4 fu mandata sul satellite. Dialogo tra un canale televisivo e Tommaso Labranca.

La citazione

«What happened to Gary Cooper? The strong, silent type. That was an American. He wasn’t in touch with his feelings. He just did what he had to do. (David Chase - The Sopranos)»

cinerama
8332
servizi
2865
cineteca
2680
opinionisti
1794
locandine
1004
serialminds
763
scanners
479

News


2 Maggio 2018

Jessica Chastain ha radunato un cast di eroine per il thriller 355

Difficile immaginare un progetto più interessante di 355 fra quelli che verranno presentati al mercato di Cannes a partire dalla prossima settimana. Si parla di un thriller in cui Simon Kinberg, da dietro la macchina da presa, dirigerà un cast tutto al femminile che fa tremare i polsi: per ora sono state confermate Jessica Chastain, Marion Cotillard, Penélope Cruz, Fan Bingbing e Lupita Nyong'o. Insieme andranno a formare un ensemble di spie internazionali, in un film che promette azione e adrenalina e che, negli obiettivi di regista e cast, dovrebbe essere solo il primo di una lunga serie. 

Tutto parte da Jessica Chastain, a cui è venuta l'idea per il soggetto iniziale di 355 durante le riprese (appena concluse) di X-Men: Dark Phoenix. Chastain ha proposto l'idea a Kinberg, che dopo una vita dietro le quinte come produttore e sceneggiatore ha debuttato dietro la macchina da presa proprio per il prossimo film mutante. Ed è stata sempre la stessa attrice (due volte candidata agli Oscar per The Help e Zero Dark Thirty) che, dopo aver convinto Kinberg ha portato a bordo del progetto le colleghe di cui sopra. La sceneggiatura, già pronta, è stata affidata a Theresa Rebeck, esperta penna televisiva.,

«Mi sono divertita moltissimo sul set di The Help ed è da allora che sogno di poter lavorare in un altro film con un ensemble tutto femminile» ha dichiarato la Chastain a Deadline, proseguendo: «Adoro la saga di Jason Bourne e i Mission: Impossible e mi sono sempre chiesta perché, con l'eccezione di Charlie's Angels, non esista un vero thriller d'azione e di spionaggio con un cast tutto al femminile. Questo è stato il mio stimolo, insieme all'idea di poter lavorare con colleghe provenienti da tutto il mondo per fare di 355 un progetto davvero internazionale. Ed è proprio questo, mi sono accorta, che ci regalerà un'incredibile libertà creativa. Ho proposto l'idea a Simon, gli ho parlato delle colleghe che volevo coinvolgere e la sua risposta è stata davvero dolce. Mi ha detto solo: “Voglio fare questo film insieme a te”».

Chastain prosegue raccontando l'importanza di aver coinvolto presto nel processo creativo l'intero cast, per creare un film collettivo e soprattutto per sciamare tutte insieme sul mercato di Cannes e strappare quanti più finanziamenti possibile. La disponibilità di tutte le attrici coinvolte e l'entusiasmo della capitana Chastain stanno a quanto pare rendendo molto semplice il processo di lavorazione del film.

Il cui titolo, sempre a detta dell'attrice, deriva dagli studi fatti per dare vita al suo personaggio in Zero Dark Thirty: «Preparandomi per quel film ho avuto la possibilità di accedere a risorse incredibili, lavorando fianco a fianco con la CIA, e dalle quali ho imparato moltissime cose. Per 355 abbiamo un consulente molto preparato e il titolo viene da una conversazione che ho avuto con lui. Agente 355 è stato il nome in codice di una spia donna durante la Rivoluzione Americana. È stata una delle prime spie degli Stati Uniti e la sua identità è tuttora sconosciuta. Ancora adesso, per molte delle donne che lavorano alla CIA o in altre organizzazioni del genere, Codice 355 è uno slang universale per riferirsi a una spia donna. È la donna invisibile che non ha mai avuto un nome».

Secondo la visione di Kinberg, il tono del film avrà come punto di riferimento quello della saga iniziata con The Bourne Identity. Con la prima, fondamentale differenza di avere un cast corale che si dividerà equamente la presenza sullo schermo: «Non sarà un film di spionaggio iperbolico come si vede in alcune saghe cinematografiche. E, al contrario di altri film che si concentrano esclusivamente su di un unico personaggio principale, il nostro obiettivo è quello di valorizzare veramente l'intero ensemble, con tutti i personaggi che avranno i loro tratti distintivi e le loro storie. Insomma, personaggi complessi e a tutto tondo, con un peso equanime all'interno del film. È una caratteristica unica, così come unica è l'idea di raccontare di spie donne».

Nello specifico, per quanto è dato sapere in queste fasi preliminari della produzione, 355 racconterà di un gruppo di agenti di élite provenienti dalle più importanti organizzazioni spionistiche del mondo, che si riuniscono per fermare un'organizzazione globale che vuole ottenere un'arma in grado di gettare definitivamente nel caos un mondo già di per sé instabile. Il processo di collaborazione delle signore spie prevede, come regola cinematografica non scritta, che vengano superate una serie di differenze culturali e politiche per riuscire a creare un legame e collaborare proficuamente. 

A livello cinematografico, gli obiettivi di Chastain e Kinberg sono apertamente due: mettere la basi per una futura saga di successo, e farlo realizzando il film più autentico possibile. Ancor più importante, l'obiettivo manifesto di Chastain è quello di sconfiggere definitivamente lo stereotipo: «Il genere action è da sempre dominato da eroi maschili ed è così eccitante essere parte di un film che permetterà non a una sola eroina action, bensì a un intero gruppo di personaggi femminili davvero competenti e intensi di respingere questo antico e stanco stereotipo. Personaggi che libereranno dai limiti degli stereotipi. Questa è la cosa più emozionante del progetto, l'opportunità di creare differenti tipologie di eroine».

Aggiungi questo contenuto
ai tuoi articoli salvati.

Resta sempre aggiornato con le notizie più importanti della settimana, tutte le recensioni e le esclusive di Film Tv: iscriviti alla newsletter!

Le ultime news


Addio e grazie per tutte le news #038

12 Dicembre 2018

Che fossimo in pessime e piccole mani, già lo sapevamo
Eppure sembra cosa buona fare una breve ricognizione di quando in quando, giusto per non arrivare impreparati all'...

CineTRIP #006

12 Dicembre 2018

 

dove andare, cosa vedere e soprattutto perché
14 - 31 dicembre 2018

I GIORNI DELLA RIVOLTA
Ultimo fine...

Addio e grazie per tutte le news #037

11 Dicembre 2018

C'è già chi Troma all'idea
Perché alla fine, oggettivamente, l'istanza più splendida di travaso tra il magico universo parallelo Troma, quelli con cui vai...

Addio e grazie per tutte le news #036

10 Dicembre 2018

Nostalgico Bob
Che forse la vita dovrebbe essere più simile allo spirito con cui gli sportivi affrontano le loro discipline: per i migliori, tendenzialmente, vige la regola...

Addio e grazie per tutte le news #035

7 Dicembre 2018

Anche ai globi dorati viene l'orchite
Comunicate e finalizzate le nomination all'...

FilmTv è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963
Credits - Contatti
Privacy Policy