James Ivory firmerà la sceneggiatura di The Judge’s Will

970x250.JPG

facebook_0.png
twitter.png
vimeo.png
Instagram.png
Oggi Free
Mauro Gervasini dice che '71 è il film da salvare oggi in TV.
Su RaiStoria alle ore 21:10.

Il cast dei sequel di Avatar cresce (ve ne parliamo nella prossima newsletter, nella vostra casella di posta sabato 18 maggio). Per l'occasione vi riproponiamo un confronto critico pubblicato all'epoca dell'uscita del primo film.

Il calciomercato delle piattaforme streaming e dei canali a pagamento, dai destini sempre più intrecciati. Un'analisi di Andrea Bellavita.

Lo scorso 9 maggio è morto a Seattle lo sceneggiatore Alvin Sargent, fra gli sceneggiatori più eclettici e di maggior successo nelle ultime cinque decadi di Hollywood. Suo è Paper Moon , che gli valse la prima nomination agli Oscar. Vi riproponiamo la locandina di Gianni Amelio.

Il 24 maggio arriva su Netflix una nuova serie spagnola che si chiama Alto mare (ve la segnaliamo brevemente nel numero di questa settimana). Avrà il successo di La casa di carta ?

«O dio mio, aprimi le porte della notte». In memoria di Jean-Claude Brisseau (1944-2019) ripubblichiamo la recensione del film che gli valse il Pardo d'oro a Locarno.

La citazione

«sarà mica la maniera di lavorare… non si lavora così dai… ogni lavoro anche il più banale necessita di un minimo di regia»

scelta da
Andrea Bellavita

cinerama
8638
servizi
3084
cineteca
2807
opinionisti
1901
locandine
1027
serialminds
816
scanners
488

News


30 Maggio 2018

 James Ivory firmerà la sceneggiatura di The Judge’s Will

Non sono passati nemmeno tre mesi dalla serata degli Oscar che ha incoronato James Ivory come il più maturo (e il meglio vestito) fra gli autori premiati con una statuetta per la Miglior sceneggiatura non originale, quella di Chiamami con il tuo nome, adattamento dell'omonimo romanzo di André Aciman. Ma il quasi 90enne Ivory ha già trovato un nuovo progetto su cui concentrarsi: il regista e sceneggiatore, infatti, scriverà la trasposizione cinematografica di The Judge’s Will, adattando l'articolo pubblicato dal New Yorker a firma della compianta Ruth Prawer Jhabvala – che, incidentalmente, è stata per lungo tempo collaboratrice del regista inglese, partnership che l'ha portata a vincere due Oscar per le sceneggiature di Camera con vista e Casa Howard.

Ivory scriverà l'adattamento cinematografico dell'ultimo articolo scritto da Ruth Prawer Jhabvala prima della sua scomparsa, mentre la regia sarà curata da Alexander Payne. È stato proprio il regista a opzionare, nel 2014, il pezzo scritto dall'amica e collaboratrice di Ivory. Ed è stato sempre Payne a contattare il collega inglese per proporgli l'adattamento e alcune modifiche alla storia, come il fatto che l'ambientazione verrà trasportata dall'India a Chicago. A tal proposito Ivory ha dichiarato: «La premessa della storia è talmente universale, anche Ruth sarebbe stata d'accordo. Nell'articolo si percepisce la sua influenza, il modo che aveva di valutare le persone e le relazioni. C'erano persone che non piacevano a Ruth di primo acchito, ma che con il tempo riuscivano a conquistarla e lei non si fossilizzava mai sulla prima impressione. Le dinamiche della storia di The Judge’s Will mi ricordano molto il punto di vista di Ruth su tante cose».

The Judge’s Will racconta gli ultimi momenti di una relazione, simile a una sfida a scacchi, tra un giudice vecchio e malato di Delhi e la moglie, originaria di Bombay. I due hanno avuto vite separate nonostante abbiano vissuto sotto lo stesso tetto. Man mano che il giudice si avvicina ai suoi ultimi momenti, cerca la certezza che anche la più giovane e ineducata delle sue amanti abbia ciò che le spetta e non venga ostracizzata al momento della sua morte.

Aggiungi questo contenuto
ai tuoi articoli salvati.

Resta sempre aggiornato con le notizie più importanti della settimana, tutte le recensioni e le esclusive di Film Tv: iscriviti alla newsletter!

Le ultime news


Addio e grazie per tutte le news #127

17 Maggio 2019

Il primo Batman vampiro magico
Con Ben Affleck preso da molti altri problemi, non ultimo allontanarsi il più possibile dal disastro aereo che è finora stato l'universo...

Addio e grazie per tutte le news #126

16 Maggio 2019

Santo Guglielmo da Evanston
Praticamente tutte le testate internazionali che hanno battuto questa notizia, direttamente dal Festival di Cannes dove il gran visir in...

Addio e grazie per tutte le news #125

15 Maggio 2019

Le spade laser avrebbero fatto comodo contro gli zombie di ghiaccio
Viene fuori che David Benioff e D.B. Weiss se lo possono scordare il...

Addio e grazie per tutte le news #124

14 Maggio 2019

Addio a Doris Day  
Doris Day
è scomparsa ieri a 97 anni. Troppo presto, a dispetto della...

Addio e grazie per tutte le news #123

10 Maggio 2019

Il positivo venerdì di László Nemes
Può anche non accettarne la filosofia o il messaggio più o meno voluto che stanno veicolando, caro László Nemes, dal...

FilmTv.Press è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963 - Registrazione Tribunale di Milano n° 109 del 6 maggio 2019
Credits - Contatti
Privacy Policy