A Bruno Dumont il Pardo d'onore 2018

facebook_0.png
twitter.png
vimeo.png
Instagram.png
Oggi Free
Sergio M. Grmek Germani dice che La prigioniera è il film da salvare oggi in TV.
Su IRIS alle ore 01:20.

Per festeggiare David Cronenberg che verrà premiato con il Leone alla carriera a Venezia 75 abbiamo pensato di rendere disponibili tutti gli articoli archiviati nella nostra collezione Locandine. A partire da La zona morta.

La ricerca di riscatto di un mite toelettatore di cani, la discesa agli inferi di un ex pugile manesco. Il nuovo film del regista di Gomorra torna nella terra di nessuno delle fiabe dark. Premiato come migliore attore al Festival di Cannes il protagonista Marcello Fonte.

Il 18 maggio arriva su Netflix la seconda attesissima stagione di Tredici . Dove eravamo rimasti?

Esiste davvero gente che non ama la musica?

Christophe Honoré quest'anno è al Festival di Cannes con Plaire, aimer et courir vite , in gara anche per la Queer Palm. Vi riproponiamo uno degli Scanners a lui dedicati.

La citazione

«Lui adesso vive ad Atlantide / con un cappello pieno di ricordi / ha la faccia di uno che ha capito / e anche un principio di tristezza in fondo all'anima / nasconde sotto il letto barattoli di birra disperata / e a volte ritiene di essere un eroe. (Francesco De Gregori - Atlantide)»

scelta da
Matteo Bailo

cinerama
8060
cineteca
2856
servizi
2645
opinionisti
1687
locandine
988
serialminds
729
scanners
469

News


8 Giugno 2018

A Bruno Dumont il Pardo d'onore 2018

Il 60enne regista francese Bruno Dumont sarà premiato con il Pardo d'onore al 71esimo Festival di Locarno – che si svolgerà dal 1° all'11 di agosto –, un riconoscimento alla carriera che onora i primi vent'anni dietro la macchina da presa dell'autore.

Dumont approfitterà del premio per presentare al pubblico l'anteprima della sua nuova miniserie Tv, Coincoin et les z'inhumains, che verrà proiettata il 4 agosto nella cornice all'aperto da 8mila posti della Piazza Grande di Locarno. La serie rappresenta il prosieguo di P'tit Quinquin, primo esperimento televisivo del regista risalente al 2014, e vede il giovane protagonista diventare un nazionalista francese. 

Dumont è nato nel nord della Francia nel 1958, debuttando solo 40enne (nel 1997) con il dramma L'età inquieta. Prima di esordire dietro la macchina da presa, l'autore transalpino ha sfruttato i suoi studi in filosofia greca e tedesca come insegnante. Dopo il primo lungometraggio, presentato alla Quinzaine des Réalisateurs al 50esimo Festival di Cannes dove vinse il Premio Jean Vigo, Dumont non si è più voltato indietro, concentrandosi su un cinema personale, ostico, estremo e approfondito – tutte le sceneggiature dei suoi film sono veri e propri romanzi. Sia il suo primo che il suo secondo film L'umanità, vincitore del Gran Prix speciale della giuria a Cannes, raccontano la sua terra d'origine, le Fiandre francesi.

Con il film successivo, Twentynine Palms, Dumont si sposta in California. Ma è la sua terra a continuare a portargli fortuna quando, nel 2006, firma Flandres: il suo quarto film, il terzo ambientato nelle zone d'origine, gli vale il secondo Gran Prix speciale della giuria a Cannes. Dopo l'esperienza quasi sperimentale di Hors Satan (2011), Dumont si apre a nuovi generi e diversi tipi di esperimenti cinematografici. Con Camille Claudel 1915 racconta, tramite il talento di Juliette Binoche, la scultrice e amante di Auguste Rodin. Quindi, come detto, l'esordio televisivo di P'tit Quinquin. Poi, nel 2016, il bizzarro Ma loute, commedia slapstick in costume con giallo. L'anno successivo, Dumont si è allontanato di un altro passo dai suoi esordi, firmando Jeannette, l'enfance de Jeanne d'Arc, un musical su Giovanna d'Arco.

Il direttore artistico del Festival di Locarno Carlo Chatrian, ha sottolineato la scelta della manifestazione con le seguenti dichiarazioni: «Bruno Dumont è uno di quei registi che esemplifica il cinema del 21esimo secolo. I suoi film sono profondamente radicati nella filosofia, nella letteratura e nella tradizione cinematografica. Eppure sanno, al contempo, guardare in avanti; sono la migliore risposta a quelli che affermano che al cinema non è rimasto più nulla da scoprire».

Il primo Pardo d'onore fu assegnato dalla manifestazione svizzera nel 1989 a Ennio Morricone. Nel corso degli ultimi 30 anni, il premio alla carriera del Festival di Locarno è andato a figure del calibro di Manoel de Oliveira, Bernardo Bertolucci, Ken Loach, Jean-Luc Godard, Abbas Kiarostami, Aleksandr Sokurov, William Friedkin, Jia Zhang-ke, Leos Carax, Werner Herzog, Agnès Varda, Michael Cimino, Marco Bellocchio, Paolo Villaggio, Gian Maria Volonté. Fino ad arrivare, l'anno passato, a Jean-Marie Straub e Todd Haynes.

Aggiungi questo contenuto
ai tuoi articoli salvati.

Resta sempre aggiornato con le notizie più importanti della settimana, tutte le recensioni e le esclusive di Film Tv: iscriviti alla newsletter!

Le ultime news


The White Crow di Ralph Fiennes trova distribuzione

14 Agosto 2018

Ralph Fiennes  due nomination agli Oscar, come Miglior attore protagonista per il Il paziente inglese e come non protagonista per Schindler's List...

Oliver Stone e Benicio Del Toro di nuovo insieme per White Lies

14 Agosto 2018

Oliver Stone, reduce dalle fatiche di Snowden (2016) e vicino al suo 72esimo compleanno, è pronto per tornare sul set. Il suo prossimo progetto è un dramma, che lui...

Si è completato il cast della versione live-action di Mulan

14 Agosto 2018

Sono stati annunciati gli ultimi due innesti per il cast, tutto orientale, del remake in live-action di Mulan, 36esimo classico del canone Disney realizzato nel 1998. Si...

Si intensifica il lavoro di restauro da parte del Centro Sperimentale di Cinematografia

13 Agosto 2018

L'ultimo titolo restaurato, in ordine di tempo, è stato presentato qualche giorno fa con una proiezione nella Piazza Grande di Locarno. Si tratta di Good Morning Babilonia...

Hilary Swank sarà la protagonista del thriller noir Fatale

13 Agosto 2018

Dopo l'abbuffata di inizio nuovo millennio – quando è stata contesa, nel giro di una manciata d'anni, da registi del calibro di Sam Raimi (The Gift), Clint Eastwood, Christopher Nolan (...

FilmTv è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963
Credits - Contatti
Privacy Policy