Addio a Carlo Vanzina

facebook_0.png
twitter.png
vimeo.png
Instagram.png
Oggi Free
Ilaria Feole dice che Cari fottutissimi amici è il film da salvare oggi in TV.
Su Cine Sony alle ore 00:40.

Il 29 giugno scorso è uscito negli Usa Soldado , di Stefano Sollima. In Italia uscirà a ottobre, intanto vi riproponiamo la locandina del film di cui Soldado è sequel, ossia Sicario di Denis Villeneuve.

La ricerca di riscatto di un mite toelettatore di cani, la discesa agli inferi di un ex pugile manesco. Il nuovo film del regista di Gomorra torna nella terra di nessuno delle fiabe dark. Premiato come migliore attore al Festival di Cannes il protagonista Marcello Fonte.

Il 18 maggio arriva su Netflix la seconda attesissima stagione di Tredici . Dove eravamo rimasti?

Esiste davvero gente che non ama la musica?

Christophe Honoré quest'anno è al Festival di Cannes con Plaire, aimer et courir vite , in gara anche per la Queer Palm. Vi riproponiamo uno degli Scanners a lui dedicati.

La citazione

«Quando chiesero a Marx cos’è la dittatura del proletariato rispose: ”la Comune di Parigi, perché ha abolito l’esercito e la polizia”. Poi vennero i Soviet e Solidarnosc. Questo è il movimento. Non nacquero per caso. (C.L.R. James)»

cinerama
8027
servizi
2604
cineteca
2566
opinionisti
1669
locandine
984
serialminds
719
scanners
467

News


8 Luglio 2018

Addio a Carlo Vanzina

Carlo Vanzina è scomparso a 67 anni. A dare l'annuncio sono stati la moglie Lisa e il fratello Enrico con il seguente comunicato: «Nella sua amata Roma, dov’era nato, ancora troppo giovane e nel pieno della maturità intellettuale, dopo una lotta lucida e coraggiosa contro la malattia, ci ha lasciati il grande regista Carlo Vanzina amato da milioni di spettatori ai quali, con i suoi film, ha regalato allegria, umorismo e uno sguardo affettuoso per capire il nostro Paese».

Vanzina era nato nella capitale nel 1951, figlio d'arte del regista e sceneggiatore Steno (Stefano Vanzina). Insieme al fratello Enrico, di due anni più vecchio, è cresciuto sui set della Cinecittà degli anni d'oro. Tanto da esordire, tecnicamente, ancora in fasce (nel 1952) in Totò e le donne, quando i registi Steno e Monicelli si trovano ad aver bisogno di un bambino per "interpretare" Filippo Jr., il figlio del personaggio di Totò. Dopo questo primo bagno nella fonte cinematografica, a Carlo rimane l'imprinting. Dopo le scuole esordisce come assistente alla regia, a 18 anni, sul set di Toh è morta la nonna! agli ordini di Mario Monicelli. Grazie a quest'ultimo, oltre che al padre e ad Alberto Sordi, nel decennio successivo assimila l'arte e l'artigianato della regia cinematografica collaborando a film come Brancaleone alle crociate, Vogliamo i colonnelli, Il vichingo venuto dal sud, Polvere di stelle e Amici miei.

Nel 1976 dichiara conclusa la sua gavetta ed esordisce, in coppia con il fratello come co-sceneggiatori e con la piena responsabilità della regia, dirigendo la commedia Luna di miele in tre. In 40 anni appena abbondanti di carriera dietro la macchina da presa, Carlo Vanzina ha diretto 60 titoli per il cinema, testando anche (in anticipo sui tempi) le acque del piccolo schermo con miniserie (Anni '50 e Anni '60) e film Tv (Un maresciallo in gondola, Piper, Vip). Sul grande schermo, la coppia formata dai fratelli Vanzina è stata per decenni la protagonista indiscussa del botteghino italiano, trasportando la filosofia produttiva della Cinecittà del boom alle generazioni successive, quelle degli yuppie e dei paninari. Ha lanciato Diego Abatantuono (con Eccezzziunale... veramente) e Jerry Calà (Arrivano i gatti e I fichissimi) sul grande schermo, ha inaugurato cinepanettoni (Vacanze di natale) e cinecocomeri (Sapore di mare), ha reso omaggio al padre (Febbre di cavallo - La mandrakata) e ha esplorato, in silenzio, altri generi oltre alla commedia (Sotto il vestito niente, La partita, Tre colonne in cronaca).

Il tutto sempre con la lezione paterna ben chiara in testa: «Mio padre ci ha sempre insegnato che il nostro è un mestiere artigianale, come fare l’avvocato. Non pensiamo di costruire capolavori. I nostri film sono entrati nel Dna degli italiani. Sono un rito liberatorio: come il rutto libero di Fantozzi davanti alla Tv». 

Aggiungi questo contenuto
ai tuoi articoli salvati.

Resta sempre aggiornato con le notizie più importanti della settimana, tutte le recensioni e le esclusive di Film Tv: iscriviti alla newsletter!

Le ultime news


La serie Tv sulle Cronache dei vampiri di Anne Rice sbarca su Hulu

18 Luglio 2018

Dopo due anni di purgatorio, che i dirigenti televisivi americani chiamano “sviluppo”, la serie ispirata al ciclo di romanzi Cronache dei vampiri di Anne Rice...

Un cast di grandi nomi per il remake del film danese Stille hjerte

18 Luglio 2018

Riuscire a seguire il mercato dei remake è diventata un'impresa sempre più internazionale e sempre più da cercatori d'oro del Klondike. Non è più necessario che il film da rifare sia un classico...

Scoperta una sceneggiatura inedita di Stanley Kubrick

18 Luglio 2018

Un professore universitario inglese – Nathan Abrams, docente di cinema presso la Bangor University in Galles – ha comunicato al The Guardian di avere...

Timothée Chalamet vede una probabile collaborazione con Denis Villeneuve

17 Luglio 2018

Denis Villeneuve è finalmente riuscito a mettere le mani sul film dei suoi sogni: un nuovo adattamento di ...

Dove si specchia la realtà

17 Luglio 2018

Facce/Guerre/Mutamenti. Proprio così. Un percorso a ostacoli tra le immagini, in uno scenario, la cittadina di Specchia, con il castello di Corigliano d'Otranto, dove il Salento s'inebria di...

FilmTv è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963
Credits - Contatti
Privacy Policy