Addio a Bernardo Bertolucci

970x250.JPG

facebook_0.png
twitter.png
vimeo.png
Instagram.png
Oggi Free
Simone Emiliani dice che La notte dell'agguato è il film da salvare oggi in TV.
Su RaiMovie alle ore 16:20.

Film di culto, pilastro della storia del cinema, capolavoro assoluto. E... Mel Gibson si prepara a rifarlo. Con un ricco cast, come vi raccontiamo nella prossima newsletter. Rileggiamo le parole di Gianni Amelio.

Arriva il 31 maggio su Prime Video una delle nuove serie più attese dell'anno. Si chiama Good Omens, ed è tratta dal romanzo di Neil Gaiman e Terry Pratchett Buona Apocalisse a tutti! Impossibile non ripensare a American Gods , egualmente tratta da un romanzo dello scrittore inglese.

Tra i film che abbiamo già visto dell'edizione 2019 del Festival di Cannes c'è La Gomera di Corneliu Porumboiu, che non ci ha convinto. Vi invitiamo a confrontare le parole di Roberto Manassero con quelle di Sangiorgio, che con questa recensione, qualche anno fa, nella rubrica Scanners, presentava quest'autore della Nuova onda rumena.

Il cast dei sequel di Avatar cresce (ve ne parliamo nella prossima newsletter, nella vostra casella di posta sabato 18 maggio). Per l'occasione vi riproponiamo un confronto critico pubblicato all'epoca dell'uscita del primo film.

Il calciomercato delle piattaforme streaming e dei canali a pagamento, dai destini sempre più intrecciati. Un'analisi di Andrea Bellavita.

La citazione

«Scrivere è anche non parlare (Marguerite Duras)»

scelta da
Marianna Cappi

cinerama
8651
servizi
3092
cineteca
2812
opinionisti
1906
locandine
1028
serialminds
820
scanners
488

News


26 Novembre 2018

Addio a Bernardo Bertolucci

È scomparso a Roma Bernardo Bertolucci, fra i più grandi, riconosciuti e premiati maestri del cinema italiano (e internazionale) del '900. Si è spento nella capitale stamattina, a 77 anni, dopo una lunga malattia. La sua ultima regia risaliva al 2012, con Io e te, libero adattamento per il grande schermo dell'omonimo romanzo di Niccolò Ammaniti. Bertolucci non girava un film completamente in italiano dal 1981, era l'anno di La tragedia di un uomo ridicolo: una semplice statistica perfetta per capire la caratura internazionale dell'autore. 

Bertolucci, nato a Parma nel 1941, cresce in una famiglia che lascia spazio all'impulso artistico - il padre Attilio era poeta, il fratello Giuseppe sarà suo collega, mentre il quasi coetaneo cugino Giovanni diventerà produttore cinematografico. Anche per questi motivi, Bernardo si affaccia molto presto al cinema: comincia a girare i primi cortometraggi da adolescente e a soli vent'anni, dopo aver lasciato l'università, ottiene il suo primo lavoro come assistente alla regia di Pasolini sul set di Accattone. L'anno successivo, è il 1962, esordisce ufficialmente alla regia realizzando in film un soggetto sempre di Pasolini, adattato in sceneggiatura con l'aiuto di Sergio Citti e prodotto da Tonino Guerra: La commare secca viene presentato in concorso alla Mostra del cinema di Venezia, ed è il primo tassello di una carriera cinquantennale e fondamentale per la storia del cinema. 

Gli anni '60 servono a Bertolucci per imparare appieno il mestiere. Dirige Prima della rivoluzione, Partner (in cui si confronta con un testo di Dostoevskij) e un episodio (insieme a quelli di Lizzani, Godard, Pasolini e Bellocchio) di Amore e rabbia. Nel 1968, insieme a Dario Argento e Sergio Leone, firma il soggetto di C'era una volta il west. Poi, negli anni '70, arriva un successo di critica e pubblico che ha avuto rari precedenti. Il conformista (tratto dall'omonimo romanzo di Moravia) ha un buon risultato al botteghino (più di 200 milioni di lire) e conquista una nomination agli Oscar (come Miglior sceneggiatura non originale). Lo stesso anno esce Strategia del ragno, liberamente ispirato a un racconto di Borges e presentato alla Mostra del cinema di Venezia. Due anni più tardi, invece, Bertolucci realizza Ultimo tango a Parigi, ed è storia già più nota. Nonostante i tentativi della censura, il film rimane il più visto nella storia del cinema italiano (più di 15 milioni di biglietti staccati), nonché uno dei maggiori incassi.

Nel 1976 l'autore torna a respirare aria di casa e firma uno dei suoi capolavori, Novecento. Il decennio successivo segna anche la consacrazione hollywoodiana con i nove premi Oscar ottenuti da L'ultimo imperatore. Nei successivi vent'anni, Bertolucci continua a esplorare le forme del cinema e soprattutto i set di tutto il mondo: il Sahara per Il tè nel deserto, il Bhutan, l'India, il Nepal e gli Stati Uniti per Piccolo Buddha, la campagna toscana di Io ballo da sola, la Roma internazione de L'assedio e di nuovo Parigi per The Dreamers

Aggiungi questo contenuto
ai tuoi articoli salvati.

Resta sempre aggiornato con le notizie più importanti della settimana, tutte le recensioni e le esclusive di Film Tv: iscriviti alla newsletter!

Le ultime news


Appello al voto di oltre 400 registi e attori

21 Maggio 2019

In previsione delle elezioni europee, che si terranno dal 23 al 26 maggio 2019, alcuni cineasti e personalità di spicco del mondo del cinema si sono incontrati durante il festival di Cannes,...

Addio e grazie per tutte le news #128

21 Maggio 2019

Il messaggio ecumenico di Tarantino
“Io amo il cinema. Voi amate il cinema. È il viaggio che ci porta a scoprire una storia per la prima volta. Sono emozionato all'idea di...

Addio e grazie per tutte le news #127

17 Maggio 2019

Il primo Batman vampiro magico
Con Ben Affleck preso da molti altri problemi, non ultimo allontanarsi il più possibile dal disastro aereo che è finora stato l'universo...

Addio e grazie per tutte le news #126

16 Maggio 2019

Santo Guglielmo da Evanston
Praticamente tutte le testate internazionali che hanno battuto questa notizia, direttamente dal Festival di Cannes dove il gran visir in...

Addio e grazie per tutte le news #125

15 Maggio 2019

Le spade laser avrebbero fatto comodo contro gli zombie di ghiaccio
Viene fuori che David Benioff e D.B. Weiss se lo possono scordare il...

FilmTv.Press è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963 - Registrazione Tribunale di Milano n° 109 del 6 maggio 2019
Credits - Contatti
Privacy Policy