I giorni d'Irlanda

facebook_0.png
twitter.png
Instagram.png
Oggi Free
Simone Emiliani dice che Promised Land è il film da salvare oggi in TV.
Su TV2000 alle ore 21:10.

Avventure da vedere e rivedere, capolavori dell’animazione e lezioni sul rapporto tra uomo e natura: sono i film dello Studio Ghibli, (quasi) tutti disponibili su Netflix.

È una questione di intesa. Lo sguardo di Jonah Hill su Stevie è simile a quello di Jodie Foster su Fred in Il mio piccolo genio . Entrambi con lo stesso provvisorio smarrimento, la stessa solitudine. Con una differenza: l’attrice, nel suo esordio nella regia, era anche protagonista. Jonah Hill no: si affida anima e corpo al bravissimo protagonista, Sunny Suljic, già sorprendente in Il sacrificio del cervo sacro . E poi ancora strani incroci: Scott Rudin, tra i produttori di Mid90s e anche di Il mio piccolo genio .

Il miglior film hollywoodiano dell’anno l’ha fatto la HBO, naturalmente è una miniserie e non un film, ma della Hollywood perduta (non necessariamente quella classica) riprende l’impostazione e la tradizione di trarre da un bestseller un’opera d’autore colta e insieme popolare, come un tempo erano film quali Ragtime , La scelta di Sophie o Il colore viola .

«Continuare a vivere significa continuare a fare film» dice Máximo Espejo, il regista di Légami! È paralizzato sulla sedia a rotelle, in preda a pulsioni fisiche voraci e inappagabili per la bella protagonista, ma non importa: importa il cinema, che si fa «con il cuore e con i coglioni», e quelli funzionano. Il cinema si deve , anche se non si vede : il cinema si fa anche da ciechi, ed è il caso di Mateo Blanco, che perde la vista e l’amore in un incidente ma torna alla celluloide per ricomporre Gli abbracci spezzati .

Sperimentatore eccentrico con l’umiltà del mestierante o dell’artigiano, Nobuhiko Ôbayashi è divenuto un culto per caso, per la sua instancabile volontà di immaginare, al di fuori da ogni schema. Al nome del regista giapponese in genere viene associato un solo titolo: House (1977). Un caso difficilmente superabile di follia su pellicola, in cui l’immaginazione sale al potere senza che nessun limite - di budget, buon gusto o buon senso - la possa rallentare.

La citazione

«We want our film to be beautiful, not realistic.»

cinerama
9766
servizi
4437
cineteca
3462
opinionisti
2350
serialminds
1149
locandine
1127
scanners
527

News


12 Marzo 2021

I giorni d'Irlanda

Torna on line dal 17 (San Patrizio) al 21 marzo Irish Film Festival, la manifestazione romana interamente dedicata al cinema irlandese. Per questa occasione non solo romana, perché in attesa di poter di nuovo incontrare il pubblico alla Casa del Cinema di Villa Borghese è nata una partnership con l'Irish Film Insitute di Dublino che permetterà alle proposte della Festa di essere ospitate sulla piattaforma IFI International appena inaugurata. Il nuovo evento si chiama Irish Film Festa Silver Stream e propone in streaming per l'Italia tre lungometraggi. Arracht di Tomás Ó Súilleabháin (anglicizzato in Tom Sullivan), recitato in irlandese (nella foto una scena del film), storia di un contadino del Connemara che durante la Grande carestia viene accusato ingiustamente di un crimine e per questo è costretto a darsi alla macchia. Il titolo, “arracht”, significa mostro. E ancora The Hunger: The Story of the Irish Famine di Ruán Magan, l'acclamato documentario con la voce narrante di Liam Neeson (originario di Ballymena, 40 chilometri da Belfast) che racconta la Grande carestia irlandese che tra il 1845 e il 1855 causò la morte di un milione di persone e l’emigrazione forzata di altri due milioni verso la Gran Bretagna, gli Stati Uniti, l’Australia e la Nuova Zelanda. In particolare il film denuncia le responsabilità dell'autorità britannica e dell'aristocrazia terriera irlandese nel non avere arginato, per interesse o indifferenza, il diffondersi della peronospora, micidiale parassita distruttore dei raccolti di patate. Infine l'ottimo Wildfire, opera prima di Cathy Brady già in concorso al Torino Film Festival 2020. Storia del ricongiungimento di due sorelle in una cittadina delle sei contee vicina al confine con la Repubblica d'Irlanda. Pesa, nel passato delle due ragazze, un trauma familiare che agisce anche in senso simbolico sul loro rapporto con la comunità, in uno scenario che comincia a fare i conti anche con la Brexit, visto come capitolo finale della difficile storia comune con il Regno Unito. Splendide le due protagoniste Nora-Jane Noone e Nika McGuigan, figlia del leggendario pugile Barry McGuigan purtroppo prematuramente scomparsa. I tre film di Irish Film festa Silver Stream saranno disponibili singolarmente per la visione in streaming da mercoledì 17 a domenica 21 marzo sulla piattaforma di video on demand IFI International. Dal momento del noleggio, il film resta accessibile per 72 ore; una volta iniziata la visione, gli spettatori hanno 48 ore per completarla. Gli spettatori possono prenotare i biglietti gratuiti, fino a esaurimento, su https://www.ifiinternational.ie/page/irish-film-festa-rome/

Resta sempre aggiornato con le notizie più importanti della settimana, tutte le recensioni e le esclusive di Film Tv: iscriviti alla newsletter!

Le ultime news


Le novità di Corto Dorico

24 Marzo 2021

Prosegue on line fino al 28 marzo Corto Dorico, il festival di Ancona che da evento dedicato ai cortometraggi ha saputo negli anni ampliare la proposta diventando uno degli appuntamenti più...

I giorni d'Irlanda

12 Marzo 2021

Torna on line dal 17 (San Patrizio) al 21 marzo Irish Film Festival, la manifestazione romana interamente dedicata al cinema irlandese. Per questa occasione non solo romana, perché in attesa di...

Ma gli androidi sognano serie elettriche?

12 Febbraio 2021

Attenzione! Da questa settimana Fuori(le)Serie diventa una newsletter! 
Iscriviti subito (http://eepurl.com/c-Sb2D)...

Le serie di classe

5 Febbraio 2021

Fuori(le)Serie #076

Ce n'è per tutte le classi: da quelle del treno di Snowpiercer, a quella riunita per il master in animazione di Star Trek...

Made in Hong Kong

1 Febbraio 2021

«Credo di essermi innamorato della ragazza nella stanza 7818, blocco 5» dice il diciottenne Autumn Moon (Sam Lee, nella foto) al capo della gang che lo vorrebbe impiegare per recuperare crediti....

FilmTv.Press è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963 - Registrazione Tribunale di Milano n° 109 del 6 maggio 2019
Credits - Contatti - Supporto tecnico
Privacy Policy