Tutto quello che c'è da sapere sulla quinta edizione del Perugia Social Film Festival

facebook_0.png
twitter.png
Instagram.png
Oggi Free
Matteo Marelli dice che Mamma Roma è il film da salvare oggi in TV.
Su Rete4 alle ore 03:20.

Scompare a 90 anni l'attore feticcio di Ingmar Bergman, indimenticabile in Il settimo sigillo , in seguito “rubato” da Hollywood per ruoli memorabili. A cominciare da padre Merrin in L’esorcista. Riproponiamo l'articolo pubblicato su Film Tv in occasione del suo ottantesimo compleanno.

Si sta trasformando il dibattito su un tema maledettamente serio come il razzismo nella solita farsa. Per una volta, però, non siamo solo noi italiani a sfidare il senso del ridicolo, visto che una catena di supermercati svizzera ha deciso di ritirare i mitici Moretti solo perché si chiamano così. Ai Moretti Tommaso Labranca dedicò un suo Collateral nel 2011, urgente e formidabile oggi più di ieri.

Su Film Tv n° 23 abbiamo dedicato un Serial Graffiti all'universo di True Detective . Qui vi riproponiamo la recensione della prima stagione.

L'esorcista di William Friedkin è in streaming su Prime Video

Una delle uscite (annullate) del mese è un film di un autore spesso segnalato nella nostra rubrica Scanners. Doppia pelle di Quentin Dupieux era programmato per il 19 marzo. Recuperiamone un altro, tra i suoi, mai arrivato in Italia.

La citazione

«Guardatevi da tutte le imprese che richiedono vestiti nuovi (H.D. Thoreau)»

scelta da
Carolina Crespi

cinerama
9425
servizi
3895
cineteca
3240
opinionisti
2222
locandine
1097
serialminds
1028
scanners
514

News


3 Ottobre 2019

Tutto quello che c'è da sapere sulla quinta edizione del Perugia Social Film Festival

C'è ancora gente convinta che il documentario sia un modo noioso, pedante e poco memorabile di fare cinema. È gente che puntualmente si scorda di Werner Herzog, meglio conosciuto come L'uomo più interessante sulla faccia della terra, che ha fatto del documentario una delle sue modalità cinematografiche preferite arrivando all'ovvia conclusione che: “Per me è tutto cinema. Per quanto mi riguarda, quando si parla di documentario, nella maggior parte dei casi significa 'film' e basta”. Certo, le sue citazioni vanno prese con le pinze: Herzog è pur sempre quello che ha anche detto “Penso che ci dovrebbe essere una guerra santa contro le classi di yoga”, ma il punto non è questo. Il punto dovrebbe essere, invece, quello di dare una vetrina degna a un cinema fondamentale, il cinema della realtà. In tal senso, fra le eccellenze italiane vale la pena segnalare il Perugia Social Film Festival (PerSo), che festeggia il primo lustro di vita con una quinta edizione eroica – realizzata con un terzo delle risorse rispetto agli scorsi anni, visto il taglio dei finanziamenti da parte della Regione Umbria – che si svolgerà fra il 5 e il 13 ottobre in quattro sale sparse per la città, con 40 titoli nazionali e internazionali, di cui cinque in anteprima italiana, inseriti in una programmazione rigorosamente a ingresso gratuito. Il confermato quadrumvirato di direttori artistici – il duo del cinema PostModernissimo Giacomo Caldarelli e Ivan Frenguelli, Luca Ferretti, e il documentarista Giovanni Piperno, anche presidente del Festival – è riuscito, nonostante le ristrettezze economiche, a non rinunciare a nulla: sei categorie di concorsi, per un totale di 8.500 euro di premi oltre a una residenza artistica pensata per i giovani cineasti (“Il Tempo non è denaro”, progetto realizzato con il sostegno di MiBACT e SIAE e che coinvolgerà 6 filmmaker), a cui si aggiunge una competizione per i cortometraggi, una rassegna fuori concorso che ospita i migliori documentari della stagione (i PerSo Masterpiece), senza scordarsi del PerSo Lab, ideato per il finanziamento di nuove produzioni, oltre ai laboratori e ai workshop. Al di là del programma, della varietà di titoli, della ricchezza delle sezioni collaterali e delle proiezioni gratuite, il PerSo Film Festival ha anche il fondamentale merito di agire, in prima persona e mettendoci la faccia, come il collante sociale e il narratore della realtà che dichiara di essere sulla carta. La giuria principale del Festival infatti, presieduta dalla documentarista Sara Fgaier e composta dal regista Martin Sola e dal produttore Gianfilippo Pedote, sarà affiancata da altri gruppi di giurati, composti dai detenuti della Casa circondariale di Perugia-Capanne, da richiedenti asilo, dagli studenti di cinema dell’Università di Perugia e dal pubblico, che consegneranno ulteriori riconoscimenti. Un modo fantastico per far venire il sangue amaro agli stessi brillantoni che non vedono niente di sbagliato in un adulto che ricopre di contumelie una sedicenne svedese solo perché sta rinfacciando una scomoda verità (un saluto ad Al Gore). Per tutti i dettagli sulla programmazione del PerSo 2019, rimandiamo al sito ufficiale della manifestazione.

Resta sempre aggiornato con le notizie più importanti della settimana, tutte le recensioni e le esclusive di Film Tv: iscriviti alla newsletter!

Le ultime news


Venezia77 - Il TotoLeone di FilmTv

11 Settembre 2020

Mentre aspettiamo la cerimonia di premiazione raccogliamo i pronostici di tutti i collaboratori presenti al festival nel nostro TotoLeone 2020.

Per ogni critico trovate il film preferito e...

Incontri seriali del terzo tipo

11 Settembre 2020

Fuori(le)Serie #061

Jude Law e i creatori di Utopia si sono inventati una serie, The Third Day, che trasmetterà una delle sue puntate...

Impressioni dalle serie di settembre

4 Settembre 2020

Fuori(le)Serie #060

L'estate sta finendo, le serie no: Prime Video ricomincia a macinare serialità con la seconda stagione di The Boys, mentre su...

Addio al re

29 Agosto 2020

Era gravemente malato da quattro anni ma non ha mai smesso di lavorare Chadwick Boseman, scomparso il 28 agosto a 43 anni. Della malattia sapevano in pochi, per questo oggi la notizia della sua...

Metti la serie, togli la serie

28 Agosto 2020

Fuori(le)Serie #059

Spuntano finalmente anche su Netflix le due stagioni di Cobra Kai, la serie che racconta la fine che hanno fatto i protagonisti di...

FilmTv.Press è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963 - Registrazione Tribunale di Milano n° 109 del 6 maggio 2019
Credits - Contatti - Supporto tecnico
Privacy Policy