Opinionisti: rubriche e editoriali

970x250.JPG

Opinionisti /// Pensieri cattivi, (col)laterali, editoriali. Dal 2008 ad oggi.

Il Sassolino

Il Sassolino n° 50/2018

Ma siamo sicuri che Roma di Alfonso Cuaron meriti il successo che ha avuto? Il sassolino di Giona A. Nazzaro

Un fantasma s’aggira per le stanze della critica cinematografica: il “riccardone”. Dalle origini incerte, indica un feticista della musica ben eseguita, sovente anche audiofilo, in grado di acquistare un Baglioni o un Ramazzotti perché «suonato benissimo» e, ovviamente, «inciso perfettamente». Il “riccardone”, insomma, è un fondamentalista del formalismo. Colui che insegue la chimera della forma perfetta ma astratta da qualsiasi contesto storico e critico. Un “ascoltatore debole”, che si ritiene attrezzato al meglio per affrontare le imperfezioni della modernità. L’unanimismo suscitato da Roma evoca la tipologia di piacere del “riccardone”. Si tratta di un film «girato benissimo», in un bianco e nero «che te lo sta a ddì», in 65 mm, in formato 2.35:1, e dietro, sopra e sotto c’è pure Netflix che si conquista anche la sua promozione autoriale sul campo. Una storia di donne in un interno con deiezioni canine, a segnalare che c’è del marcio dietro la facciata borghese che non riesce più a essere rassicurante. Come dire: un manuale del cinema d’autore che si concede anche il piacere dell’inquadratura conclusiva “aperta”. Si può dubitare di una roba così? Pare di no, perché la confezione giunge comprensiva con la definizione di capolavoro inclusa. Serio al punto d’essere serioso, fa del suo assolutismo formalista una dichiarazione di poetica (come anche Iñárritu). Nessuna sorpresa, tutto da copione. Leone d’oro incluso. La “qualità” diventa discorso autoreferenziale e quindi immediatamente “norma”. Che è l’orizzonte del “riccardone”: meglio Mike Stern che Keith Levene. Eppure, giocando di paradosso, ai Toto di Cuarón si preferiscono, ancora, i PIL di Reygadas (anche se cita i Genesis e i King Crimson). 

B

N° 20 / 2017

Black Mirror n° 20/2017

Black Mirror

Ci sarà da mangiare per tutti? Non è, con buona pace di Obama, degli orizzonti della nutrizione globale che ci occupiamo, ma del tavolo del cooking show nella tv italiana. Il cibo, in tv, funziona: benissimo a livello internazionale,...

Andrea Bellavita

E

N° 35 / 2013

Niente gabbie per Nicolas Cage

Editoriale

Vedi Venezia e poi svolti. O almeno credi (speri?) di farlo. Nicolas Cage - nel sangue i cromosomi di Francis Ford Coppola, nel cinema una carriera di gioventù spesa al fianco dello zio ma anche dei vari Coen, Lynch, De Palma, Scorsese, Woo - ha...

Claudio Bartolini

E

N° 02 / 2008

Le cose cambiano

Editoriale

Dovrei qui rispondere alle non poche infamanti, ingiuste, scorrette (perché per avere il quadro di una situazione bisognerebbe conoscerne la sostanza e i dettagli) "accuse" (e lo scrivo tra virgolette perché nella vita ci sono cose più...

Aldo Fittante

E

N° 01 / 2014

Come l'omino vagabondo batté Hulk

Editoriale

Lost Highway atto secondo. Grazie per l’entusiasmo con il quale avete accolto il primo numero dedicato alla New Hollywood. A questo giro cambiamo radicalmente argomento. Un autore, attore, poeta, sommo cineasta, in perfetto equilibrio “...

Mauro Gervasini

C

N° 21 / 2009

Divismo

Collateral

C’è una nuova frontiera disumanizzata del divismo. Talmente artificiosa e costruita che riesce a fare a meno dei veri nomi degli idoli. E non si tratta dell’ormai stucchevole tendenza a esaltare personaggi virtuali, inesistenti eppure concupiti...

Tommaso Labranca

Archivio Opinionisti

Titolo Rubrica Autore FilmTv n°
Black Mirror n° 12/2019 Black Mirror Andrea Bellavita 12 / 2019
Il filo nascosto n° 12/2019 Il filo nascosto Sara Martin 12 / 2019
Mulholland Drive n° 12/2019 Mulholland Drive Filippo Mazzarella 12 / 2019
Who's bad? Editoriale Ilaria Feole 12 / 2019
Black Mirror n° 11/2019 Black Mirror Andrea Bellavita 11 / 2019
Isabella Rossellini Un post al sole Ilaria Feole 11 / 2019
L'incredibile leggerezza dell'essere Editoriale Pier Maria Bocchi 11 / 2019
Refuso gastrico n° 11/2019 Refuso gastrico Adriano Aiello 11 / 2019
Visioni dal fondo n° 11/2019 Visioni dal fondo Roy Menarini 11 / 2019
Black Mirror n° 10/2019 Black Mirror Andrea Bellavita 10 / 2019
Editoriale n° 10/2019 Editoriale Giulio Sangiorgio 10 / 2019
I cancelli del cielo n° 10/2019 I cancelli del cielo Mauro Gervasini 10 / 2019
Il filo nascosto n° 10/2019 Il filo nascosto Sara Martin 10 / 2019
Mulholland Drive n° 10/2019 Mulholland Drive Filippo Mazzarella 10 / 2019
Black Mirror n° 09/2019 Black Mirror Andrea Bellavita 09 / 2019
Il Sassolino n° 09/2019 Il Sassolino Pier Maria Bocchi 09 / 2019
In ordine di apparizione Editoriale Emanuela Martini 09 / 2019
Tom Hanks Un post al sole Ilaria Feole 09 / 2019
Visioni dal fondo n° 09/2019 Visioni dal fondo Roy Menarini 09 / 2019
Albert Finney Il lungo addio Emanuela Martini 08 / 2019
Black Mirror n° 08/2019 Black Mirror Andrea Bellavita 08 / 2019
Chi ha paura del lupo? Editoriale Pedro Armocida 08 / 2019
I cancelli del cielo n° 08/2019 I cancelli del cielo Mauro Gervasini 08 / 2019
Il filo nascosto n° 08/2019 Il filo nascosto Sara Martin 08 / 2019
Mulholland Drive n° 08/2019 Mulholland Drive Filippo Mazzarella 08 / 2019
Punti di vista n° 08/2019 Punti di vista Rocco Moccagatta 08 / 2019
Black Mirror n° 07/2019 Black Mirror Andrea Bellavita 07 / 2019
Kevin Smith Un post al sole Ilaria Feole 07 / 2019
Refuso gastrico n° 07/2019 Refuso gastrico Adriano Aiello 07 / 2019
Stupido chi? Editoriale Giulio Sangiorgio 07 / 2019

Pagine

FilmTv è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963
Credits - Contatti
Privacy Policy