Opinionisti: rubriche e editoriali

Opinionisti /// Pensieri cattivi, (col)laterali, editoriali. Dal 2008 ad oggi.

Visioni dal fondo

Visioni dal fondo n° 13/2016

Remake, reboot, prequel, sequel. E degli adattamenti, non possiamo proprio fare a meno? L'opinione di Roy Menarini.

Approfittiamo di Un paese quasi perfetto di Massimo Gaudioso (remake del canadese La grande seduzione) per fare un elogio dell’adattamento. Pur vivendo tempi nei quali dovremmo aver superato di slancio tutte le questioni legate al concetto di originalità assoluta (oggi quasi impossibile) e di primato del genio artistico sugli altri comparti dell’industria creativa, rimane culturalmente diffusa l’idea che l’adattamento sia una cosa antipatica. Finché si adattano libri, la cosa viene sopportata, ma il trasferimento di testi audiovisivi da un contesto a un altro suscita immediatamente censura morale. Piaccia o no, cinema e televisione in età contemporanea vivono quasi unicamente di adattamenti, nel senso più allargato del termine, e solo momenti di particolare competizione nel mercato offrono talvolta un’epoca di grandi prototipi: le serie televisive a cavallo tra anni 90 e anni zero, e poi ancora quelle a cavallo tra primo e secondo decennio di questo secolo, ne sono un esempio. Ma questo non significa che spinoff, reboot e rebrand vadano esecrati: in fondo già le stagioni successive alla prima, in qualsiasi serie, sono una forma di perenne sequel, che al cinema ancora oggi suscita disdoro presso numerosi banconi da bar e nelle chiacchiere in fila alle poste. In Italia, paese sempre bastonato per la sua scarsa propensione all’originalità, i migliori risultati degli ultimi anni provengono da catene di adattamenti molto lungimiranti: il caso Romanzo criminale e il caso Gomorra (entrambi da libro a film a serie) lo testimoniano. E, per chi scrive, l’adattamento microscopico di In Treatment, nel suo lavoro ai margini e ai dettagli del testo primario, supera anche la versione americana, peraltro a sua volta secondaria rispetto al prototipo israeliano. Persino in Rai si può fare un buon lavoro di fiction, come mostrato da Tutto può succedere, compressione di Parenthood, che era un allargamento seriale di Parenti, amici e tanti guai. Ma vale anche per il cinema più popolare, se pensiamo all’ottimo lavoro di italianizzazione di Benvenuti al sud, remake del francese Giù al nord, o di La peggior settimana della mia vita, tratto da una sitcom inglese. Insomma, quando pretendiamo dal cinema italiano di essere industria, ricordiamoci che dell’adattamento non si può fare a meno.

M

N° 40 / 2014

Mulholland Drive n° 40/2014

Mulholland Drive

Ho questo titolo di rubrica e non ho mai nominato David Lynch. Lo faccio ora. Quest’estate ho ordinato (e mi sono rivisto, secondo per secondo) il box in edizione limitata a 1.000 copie in Blu-ray con le due stagioni di I segreti di Twin...

Filippo Mazzarella

d

N° 18 / 2014

detour 152 - vulcani sciolti pianeti proibiti

detour

Avete (abbiamo) già visto tutto. L’ombra minacciosa e grigia del Già Visto non è solo quella inverata dallo scompaginarsi del mondo in cinema, ma anche il riavviarsi costante del meccanismo che proietta il mondo sul mondo stesso. Pasqua di...

enrico ghezzi

B

N° 19 / 2018

Black Mirror n° 19/2018

Black Mirror

Tu fai la Sognante, l’Élite femminile, il Protagonista, il Lavoro e lo svago. L’Evolutivo, la Pre-élite progettuale, la Signora aperta, il Pre-culturale. Perché lo fai? Perché non te ne vai… a condurre il Concerto del Primo maggio? Chi sono? Noi...

Andrea Bellavita

E

N° 30 / 2017

Io zombo, tu zombi, lei zomba

Editoriale

Thomas Bernhard scrisse: «La morte è la migliore cosa che abbiamo». Elias Canetti gli risponde, ma non invia: «Da uno che era stato in punto di morte e l’aveva scampata mi è parso un ripugnante cinismo. Nessuno sa meglio di Lei quanto siamo...

Giulio Sangiorgio

V

N° 45 / 2017

Visioni dal fondo n° 45/2017

Visioni dal fondo

Che cosa sappiamo di arte contemporanea? Su queste pagine se ne occupa lodevolmente Tommaso Isabella, e molti altri collaboratori sanno orientarsi molto bene dentro l’universo che per comodità definiamo con questo nome: anche nell’arte, come nel...

Roy Menarini

Archivio Opinionisti

Titolo Rubrica Autore FilmTv n°
Black Mirror n° 12/2019 Black Mirror Andrea Bellavita 12 / 2019
Il filo nascosto n° 12/2019 Il filo nascosto Sara Martin 12 / 2019
Mulholland Drive n° 12/2019 Mulholland Drive Filippo Mazzarella 12 / 2019
Who's bad? Editoriale Ilaria Feole 12 / 2019
Black Mirror n° 11/2019 Black Mirror Andrea Bellavita 11 / 2019
Isabella Rossellini Un post al sole Ilaria Feole 11 / 2019
L'incredibile leggerezza dell'essere Editoriale Pier Maria Bocchi 11 / 2019
Refuso gastrico n° 11/2019 Refuso gastrico Adriano Aiello 11 / 2019
Visioni dal fondo n° 11/2019 Visioni dal fondo Roy Menarini 11 / 2019
Black Mirror n° 10/2019 Black Mirror Andrea Bellavita 10 / 2019
Editoriale n° 10/2019 Editoriale Giulio Sangiorgio 10 / 2019
I cancelli del cielo n° 10/2019 I cancelli del cielo Mauro Gervasini 10 / 2019
Il filo nascosto n° 10/2019 Il filo nascosto Sara Martin 10 / 2019
Mulholland Drive n° 10/2019 Mulholland Drive Filippo Mazzarella 10 / 2019
Black Mirror n° 09/2019 Black Mirror Andrea Bellavita 09 / 2019
Il Sassolino n° 09/2019 Il Sassolino Pier Maria Bocchi 09 / 2019
In ordine di apparizione Editoriale Emanuela Martini 09 / 2019
Tom Hanks Un post al sole Ilaria Feole 09 / 2019
Visioni dal fondo n° 09/2019 Visioni dal fondo Roy Menarini 09 / 2019
Albert Finney Il lungo addio Emanuela Martini 08 / 2019
Black Mirror n° 08/2019 Black Mirror Andrea Bellavita 08 / 2019
Chi ha paura del lupo? Editoriale Pedro Armocida 08 / 2019
I cancelli del cielo n° 08/2019 I cancelli del cielo Mauro Gervasini 08 / 2019
Il filo nascosto n° 08/2019 Il filo nascosto Sara Martin 08 / 2019
Mulholland Drive n° 08/2019 Mulholland Drive Filippo Mazzarella 08 / 2019
Punti di vista n° 08/2019 Punti di vista Rocco Moccagatta 08 / 2019
Black Mirror n° 07/2019 Black Mirror Andrea Bellavita 07 / 2019
Kevin Smith Un post al sole Ilaria Feole 07 / 2019
Refuso gastrico n° 07/2019 Refuso gastrico Adriano Aiello 07 / 2019
Stupido chi? Editoriale Giulio Sangiorgio 07 / 2019

Pagine

FilmTv è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963
Credits - Contatti
Privacy Policy