Opinionisti: rubriche e editoriali

Opinionisti /// Pensieri cattivi, (col)laterali, editoriali. Dal 2008 ad oggi.

Il lungo addio

Nobuhiko Ôbayashi

Sperimentatore eccentrico con l’umiltà del mestierante o dell’artigiano, Nobuhiko Ôbayashi è divenuto un culto per caso, per la sua instancabile volontà di immaginare, al di fuori da ogni schema. Al nome del regista giapponese in genere viene associato un solo titolo: House (1977). Un caso difficilmente superabile di follia su pellicola, in cui l’immaginazione sale al potere senza che nessun limite - di budget, buon gusto o buon senso - la possa rallentare.

Sperimentatore eccentrico con l’umiltà del mestierante o dell’artigiano, Nobuhiko Ôbayashi è divenuto un culto per caso, per la sua instancabile volontà di immaginare, al di fuori da ogni schema. Al nome del regista giapponese in genere viene associato un solo titolo: House (1977). Un caso difficilmente superabile di follia su pellicola, in cui l’immaginazione sale al potere senza che nessun limite - di budget, buon gusto o buon senso - la possa rallentare. Al di fuori di House la storia di Ôbayashi rimane una faccenda per pochi, e fortunati, cinefili incalliti, che magari hanno approfittato del suo passaggio al Far East Film Festival di Udine nel 2016 per approfondire la materia. Gli anni 60 sono quelli dei corti sperimentali, un’attività che attirerà l’interesse dei produttori: la conversione al mercato non rappresenta un problema per Ôbayashi, che gira un’infinità di spot televisivi, spesso con protagoniste star di Hollywood quali Kirk Douglas o Charles Bronson (qui una selezione: www.austinfilm.org/2020/04/watchthis-the-tv-commercials-of-hausu-directo...). Ma è negli 80 che Ôbayashi confeziona i suoi lavori migliori: I Are You, You Am Me (1982) e soprattutto The Girl Who Leapt Through Time (1983, poi rifatto in versione anime) mescolano il romanzo di formazione con derive fantastiche dagli esiti sorprendenti. Il suo ultimo lavoro, Labyrinth of Cinema (2019), presentato a Toronto, racconta di come l’ultimo giorno di proiezioni di una sala cinematografica conduca fisicamente gli spettatori negli orrori della guerra. Un testamento all’altezza della sua fama. 

E

N° 14 / 2013

Film Tv e lo sguardo altrove

Editoriale

Questo è il mio primo editoriale da direttore di Film Tv e non so da dove cominciare. Forse è meglio dal principio. Scrivo per questo giornale dal 1999, ho iniziato occupandomi delle trame quando ancora i sistemi non erano digitalizzati, negli...

Mauro Gervasini

E

N° 41 / 2017

Teoria della classe disagiata

Editoriale

Nel momento in cui scrivo, questi sono gli incassi dei film italiani presentati a Cannes, Locarno, Venezia e in sala in questo momento: Il contagio (€ 104.378), Una famiglia (€ 53.827), L’intrusa (€ 102.415), L’...

Giulio Sangiorgio

C

N° 05 / 2009

Carlà

Collateral

Alla fine di un giornale RadioRai delle 19 di domenica 25 gennaio 2009 ecco la notizia-bomba: «Stasera sarà ospite di Che tempo che fa Carla Bruni. Nel corso dell’intervista la first lady francese ha detto che l’elezione di Obama è un...

Tommaso Labranca

P

N° 01 / 2019

Punti di vista n° 01/2019

Punti di vista

Julian Schnabel è uomo capace, talentuoso e fortunato. Ogni cosa che tocca la trasforma in oro. Negli anni 80 fu tra i massimi protagonisti del rilancio della pittura; lavorò con musei e gallerie di prestigio, conquistò il...

Luca Beatrice

d

N° 17 / 2012

detour 68 - missili cabalistici

detour

Allora, françoistruffaut. Che mai volle essere “bello”, mai fingendo che il cinema fosse un diamante per sempre, mai portando fino all’ideologia l’illusione di un mondocinema “in accordo con i propri desideri”. Il cinema non è tutto, è molto di...

enrico ghezzi

Archivio Opinionisti

Titolo Rubrica Autore FilmTv n°
Marienbad n° 35/2021 Editoriale Giulio Sangiorgio 35 / 2021
Visioni dal fondo n° 35/2021 Visioni dal fondo Roy Menarini 35 / 2021
Black Mirror n° 34/2021 Black Mirror Andrea Bellavita 34 / 2021
La vertigine delle immagini Editoriale Mariuccia Ciotta 34 / 2021
Mulholland Drive n° 34/2021 Mulholland Drive Filippo Mazzarella 34 / 2021
Black Mirror n° 33/2021 Black Mirror Andrea Bellavita 33 / 2021
La parabola del peggior film della storia del cinema Editoriale Giulio Sangiorgio 33 / 2021
Visioni dal fondo n° 33/2021 Visioni dal fondo Roy Menarini 33 / 2021
Black Mirror n° 32/2021 Black Mirror Andrea Bellavita 32 / 2021
Il Sassolino n° 32/2021 Il Sassolino Rocco Moccagatta 32 / 2021
L'addio del professionista Editoriale Mauro Gervasini 32 / 2021
Mulholland Drive n° 32/2021 Mulholland Drive Filippo Mazzarella 32 / 2021
Black Mirror n° 31/2021 Black Mirror Andrea Bellavita 31 / 2021
Jean-François Stévenin Il lungo addio Giulia Bona 31 / 2021
Le impronte di un editore Editoriale Rinaldo Censi 31 / 2021
Visioni dal fondo n° 31/2021 Visioni dal fondo Roy Menarini 31 / 2021
Black Mirror n° 30/2021 Black Mirror Andrea Bellavita 30 / 2021
Mulholland Drive n° 30/2021 Mulholland Drive Filippo Mazzarella 30 / 2021
Too Old to Die Young Editoriale Giulio Sangiorgio 30 / 2021
Black Mirror n° 29/2021 Black Mirror Andrea Bellavita 29 / 2021
Filtri Editoriale Giulio Sangiorgio 29 / 2021
Libero De Rienzo Il lungo addio Mauro Gervasini 29 / 2021
Renée Simonot Il lungo addio Mauro Gervasini 29 / 2021
Visioni dal fondo n° 29/2021 Visioni dal fondo Roy Menarini 29 / 2021
A far la Carrà comincia tu Editoriale Rocco Moccagatta 28 / 2021
Black Mirror n° 28/2021 Black Mirror Andrea Bellavita 28 / 2021
Mulholland Drive n° 28/2021 Mulholland Drive Filippo Mazzarella 28 / 2021
Richard Donner Il lungo addio Pier Maria Bocchi 28 / 2021
Robert Downey Sr. Il lungo addio Mauro Gervasini 28 / 2021
Black Mirror n° 27/2021 Black Mirror Andrea Bellavita 27 / 2021

Pagine

FilmTv.Press è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963 - Registrazione Tribunale di Milano n° 109 del 6 maggio 2019
Credits - Contatti - Supporto tecnico
Privacy Policy