Opinionisti: rubriche e editoriali

Opinionisti /// Pensieri cattivi, (col)laterali, editoriali. Dal 2008 ad oggi.

Il lungo addio

Nobuhiko Ôbayashi

Sperimentatore eccentrico con l’umiltà del mestierante o dell’artigiano, Nobuhiko Ôbayashi è divenuto un culto per caso, per la sua instancabile volontà di immaginare, al di fuori da ogni schema. Al nome del regista giapponese in genere viene associato un solo titolo: House (1977). Un caso difficilmente superabile di follia su pellicola, in cui l’immaginazione sale al potere senza che nessun limite - di budget, buon gusto o buon senso - la possa rallentare.

Sperimentatore eccentrico con l’umiltà del mestierante o dell’artigiano, Nobuhiko Ôbayashi è divenuto un culto per caso, per la sua instancabile volontà di immaginare, al di fuori da ogni schema. Al nome del regista giapponese in genere viene associato un solo titolo: House (1977). Un caso difficilmente superabile di follia su pellicola, in cui l’immaginazione sale al potere senza che nessun limite - di budget, buon gusto o buon senso - la possa rallentare. Al di fuori di House la storia di Ôbayashi rimane una faccenda per pochi, e fortunati, cinefili incalliti, che magari hanno approfittato del suo passaggio al Far East Film Festival di Udine nel 2016 per approfondire la materia. Gli anni 60 sono quelli dei corti sperimentali, un’attività che attirerà l’interesse dei produttori: la conversione al mercato non rappresenta un problema per Ôbayashi, che gira un’infinità di spot televisivi, spesso con protagoniste star di Hollywood quali Kirk Douglas o Charles Bronson (qui una selezione: www.austinfilm.org/2020/04/watchthis-the-tv-commercials-of-hausu-directo...). Ma è negli 80 che Ôbayashi confeziona i suoi lavori migliori: I Are You, You Am Me (1982) e soprattutto The Girl Who Leapt Through Time (1983, poi rifatto in versione anime) mescolano il romanzo di formazione con derive fantastiche dagli esiti sorprendenti. Il suo ultimo lavoro, Labyrinth of Cinema (2019), presentato a Toronto, racconta di come l’ultimo giorno di proiezioni di una sala cinematografica conduca fisicamente gli spettatori negli orrori della guerra. Un testamento all’altezza della sua fama. 

C

N° 48 / 2010

Braschi

Collateral

Succede a tanti altri esseri umani anonimi, penso a certi impiegati inglesi che dopo il lavoro tirano tardi al pub pur di non rientrare a casa e trovarvi una moglie ingrassata che li attende brontolando. Pur essendo un divo del cinema noto a...

Tommaso Labranca

I

N° 46 / 2018

Il Sassolino n° 46/2018

Il Sassolino

Scartando il turgido rivestimento pop di 7 sconosciuti a El Royale (vedi Film Tv n. 43/2018), che si offre di default come balocco “alla Coen” e “alla Tarantino”, ripiegato all’interno del gelido dispositivo narrativo e...

Fiaba Di Martino

E

N° 15 / 2016

Ancora noi

Editoriale

Torniamo a fare il punto sul cinema italiano in sala, a stagione quasi conclusa. In attesa di sapere cosa ci riserva il Festival di Cannes 2016, dove dovrebbero sbarcare Paolo Virzì con La pazza gioia (Quinzaine), Marco Bellocchio con...

Mauro Gervasini

V

N° 16 / 2020

Visioni dal fondo n° 16/2020

Visioni dal fondo

Non so voi, ma se continua così la crisi di rigetto verso i contenuti online sarà presto realtà. E forse per gli spettacoli pubblici - quando finalmente potranno riprendere - sarà anche un’ottima notizia. In queste settimane ci...

Roy Menarini

d

N° 05 / 2013

detour 108 - poema(r)x senza catene

detour

Inventato protagonista da howardhawks in LineaRossa7000, JamesCaan pilota che non può sporgersi oltre la curva trasognata e tagliata della pista interroga in ogni punto del suo (corto) circuito di vita e cinema (si sa che ogni film è...

enrico ghezzi

Archivio Opinionisti

Titolo Rubrica Autore FilmTv n°
I cattivi pensieri n° 02/2011 Cattivi pensieri Filippo Mazzarella 02 / 2011
detour 01 - anagrammi della luce detour enrico ghezzi 01 / 2011
I cattivi pensieri n° 01/2011 Cattivi pensieri Filippo Mazzarella 01 / 2011
Ringraziamenti Editoriale Aldo Fittante 01 / 2011
T'amerò sempre La mia cineteca Callisto Cosulich 01 / 2011
Vuoto Collateral Tommaso Labranca 01 / 2011
2011: Odissea nello Spazio Editoriale Aldo Fittante 52 / 2010
I cattivi pensieri n° 52/2010 Cattivi pensieri Filippo Mazzarella 52 / 2010
Scala Collateral Tommaso Labranca 52 / 2010
Digitale pedestre Editoriale Aldo Fittante 51 / 2010
I cattivi pensieri n° 51/2010 Cattivi pensieri Filippo Mazzarella 51 / 2010
Indietronica Collateral Tommaso Labranca 51 / 2010
Charles Collateral Tommaso Labranca 50 / 2010
I cattivi pensieri n° 50/2010 Cattivi pensieri Filippo Mazzarella 50 / 2010
Perdite d’acqua Editoriale Mauro Gervasini 50 / 2010
Apostrophes Editoriale Aldo Fittante 49 / 2010
Dolore Collateral Tommaso Labranca 49 / 2010
I cattivi pensieri n° 49/2010 Cattivi pensieri Filippo Mazzarella 49 / 2010
Braschi Collateral Tommaso Labranca 48 / 2010
I cattivi pensieri n° 48/2010 Cattivi pensieri Filippo Mazzarella 48 / 2010
La malafede è un venticello Editoriale Aldo Fittante 48 / 2010
Black Collateral Tommaso Labranca 47 / 2010
I cattivi pensieri n° 47/2010 Cattivi pensieri Filippo Mazzarella 47 / 2010
Perché non siamo un Paese normale Editoriale Aldo Fittante 47 / 2010
...e non dimenticate l’Annuario! Editoriale Aldo Fittante 46 / 2010
Comici Collateral Tommaso Labranca 46 / 2010
I cattivi pensieri n° 46/2010 Cattivi pensieri Filippo Mazzarella 46 / 2010
Cattivi pensieri... Editoriale Filippo Mazzarella 45 / 2010
Divani Collateral Tommaso Labranca 45 / 2010
Beppe Collateral Tommaso Labranca 44 / 2010

Pagine

FilmTv.Press è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963 - Registrazione Tribunale di Milano n° 109 del 6 maggio 2019
Credits - Contatti - Supporto tecnico
Privacy Policy