Opinionisti: rubriche e editoriali

970x250.JPG

Opinionisti /// Pensieri cattivi, (col)laterali, editoriali. Dal 2008 ad oggi.

Il Sassolino

Il Sassolino n° 50/2018

Ma siamo sicuri che Roma di Alfonso Cuaron meriti il successo che ha avuto? Il sassolino di Giona A. Nazzaro

Un fantasma s’aggira per le stanze della critica cinematografica: il “riccardone”. Dalle origini incerte, indica un feticista della musica ben eseguita, sovente anche audiofilo, in grado di acquistare un Baglioni o un Ramazzotti perché «suonato benissimo» e, ovviamente, «inciso perfettamente». Il “riccardone”, insomma, è un fondamentalista del formalismo. Colui che insegue la chimera della forma perfetta ma astratta da qualsiasi contesto storico e critico. Un “ascoltatore debole”, che si ritiene attrezzato al meglio per affrontare le imperfezioni della modernità. L’unanimismo suscitato da Roma evoca la tipologia di piacere del “riccardone”. Si tratta di un film «girato benissimo», in un bianco e nero «che te lo sta a ddì», in 65 mm, in formato 2.35:1, e dietro, sopra e sotto c’è pure Netflix che si conquista anche la sua promozione autoriale sul campo. Una storia di donne in un interno con deiezioni canine, a segnalare che c’è del marcio dietro la facciata borghese che non riesce più a essere rassicurante. Come dire: un manuale del cinema d’autore che si concede anche il piacere dell’inquadratura conclusiva “aperta”. Si può dubitare di una roba così? Pare di no, perché la confezione giunge comprensiva con la definizione di capolavoro inclusa. Serio al punto d’essere serioso, fa del suo assolutismo formalista una dichiarazione di poetica (come anche Iñárritu). Nessuna sorpresa, tutto da copione. Leone d’oro incluso. La “qualità” diventa discorso autoreferenziale e quindi immediatamente “norma”. Che è l’orizzonte del “riccardone”: meglio Mike Stern che Keith Levene. Eppure, giocando di paradosso, ai Toto di Cuarón si preferiscono, ancora, i PIL di Reygadas (anche se cita i Genesis e i King Crimson). 

E

N° 03 / 2014

Noi, Argento e il Lost Highway digitale

Editoriale

Cominciamo parlando un po’ di noi, di Lost Highway. Una rivista di cinema monografica nata nel momento di massima contrazione del mercato editoriale. Ci siamo detti: proviamoci lo stesso, mantenendo un prezzo di copertina molto basso e...

Mauro Gervasini

P

N° 44 / 2018

Punti di vista n° 44/2018

Punti di vista

«Non esistono altre prospettive sui fatti», dice Laurie Strode ai due giornalistuncoli che la pagano 3.000 dollari per un’intervista, 40 anni dopo i fatti dell’Halloween di Carpenter. Sono due inglesi, curano un podcast...

Giulio Sangiorgio

L

N° 26 / 2011

Freaks

La mia cineteca

«Freaks, film abbastanza terrificante. È interpretato dai fenomeni del Circo Barnum. Alcuni personaggi assomigliano a bambini visti attraverso specchi deformanti. Un tronco umano rotola al suolo come un grosso verme; in cima al tronco...

Callisto Cosulich

C

N° 46 / 2011

I cattivi pensieri n° 46/2011

Cattivi pensieri

Premettendo che i giudizi di valore personali sui singoli film non hanno alcun peso sul senso delle righe che seguono (così come il sindacare l’operato delle commissioni di selezione), devo capire bene perché ho la sensazione che quest’anno a...

Filippo Mazzarella

V

N° 05 / 2018

Visioni dal fondo n° 05/2018

Visioni dal fondo

L’uscita di parecchi film dedicati al tema della Shoah e dell’antisemitismo negli scorsi giorni, in occasione della benemerita Giornata della memoria, tocca un tema delicato su cui ci si dovrebbe interrogare. Titoli come quelli che circolano in...

Roy Menarini

Archivio Opinionisti

Titolo Rubrica Autore FilmTv n°
Più Avengers per tutti? Editoriale Rocco Moccagatta 20 / 2018
Refuso gastrico n° 20/2018 Refuso gastrico Adriano Aiello 20 / 2018
Black Mirror n° 19/2018 Black Mirror Andrea Bellavita 19 / 2018
Editoriale n° 19/2018 Editoriale Giulio Sangiorgio 19 / 2018
La bussola d'oro n° 19/2018 Bussola d'oro Marianna Cappi 19 / 2018
Visioni dal fondo n° 19/2018 Visioni dal fondo Roy Menarini 19 / 2018
Black Mirror n° 18/2018 Black Mirror Andrea Bellavita 18 / 2018
Mulholland Drive n° 18/2018 Mulholland Drive Filippo Mazzarella 18 / 2018
Nelson Pereira dos Santos Il lungo addio Roberto Silvestri 18 / 2018
Punti di vista n° 18/2018 Punti di vista Emanuele Sacchi 18 / 2018
Refuso gastrico n° 18/2018 Refuso gastrico Adriano Aiello 18 / 2018
The Numbers of the Beast Editoriale Mauro Gervasini 18 / 2018
Black Mirror n° 17/2018 Black Mirror Andrea Bellavita 17 / 2018
Il Sassolino n° 17/2018 Il Sassolino Mauro Gervasini 17 / 2018
La bussola d'oro n° 17/2018 Bussola d'oro Marianna Cappi 17 / 2018
Lui Editoriale Giulio Sangiorgio 17 / 2018
Visioni dal fondo n° 17/2018 Visioni dal fondo Roy Menarini 17 / 2018
Vittorio Taviani Il lungo addio Mauro Gervasini 17 / 2018
Black Mirror n° 16/2018 Black Mirror Andrea Bellavita 16 / 2018
Editoriale n° 16/2018 Editoriale Giulio Sangiorgio 16 / 2018
Lo chiamavano Terence Lettera da uno sconosciuto Rocco Moccagatta 16 / 2018
Mulholland Drive n° 16/2018 Mulholland Drive Filippo Mazzarella 16 / 2018
Black Mirror n° 15/2018 Black Mirror Andrea Bellavita 15 / 2018
Dentro lo specchio Lettera da uno sconosciuto Alessandro Baratti 15 / 2018
Il Sassolino n° 15/2018 (Mariuccia Ciotta) Il Sassolino Mariuccia Ciotta 15 / 2018
Il Sassolino n° 15/2018 (Roberto Silvestri) Il Sassolino Roberto Silvestri 15 / 2018
Pioggia di ricordi Editoriale Mariuccia Ciotta 15 / 2018
Refuso gastrico n° 15/2018 Refuso gastrico Adriano Aiello 15 / 2018
Visioni dal fondo n° 15/2018 Visioni dal fondo Roy Menarini 15 / 2018
Black Mirror n° 14/2018 Black Mirror Andrea Bellavita 14 / 2018

Pagine

FilmTv è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963
Credits - Contatti
Privacy Policy