Batman V Superman - Dawn of Justice di Zack Snyder - la recensione di FilmTv

facebook_0.png
twitter.png
vimeo.png
Instagram.png
Oggi Free
Matteo Marelli dice che Sedotta e abbandonata è il film da salvare oggi in TV.
Su RaiMovie alle ore 00:55.

Ricordiamo il grande cineasta francese, autore del monumentale Shoah , che ha dedicato la vita a indagare il possibile ruolo dell’immagine nella rappresentazione della storia.

Se fossi una donna sarei scandalizzata dal dibattito sulle quote rosa. Molto probabilmente non amerei essere identificata con un colore appiccicoso, infantile e nauseante come il rosa. Quando un uomo politico o un giornalista usa quel colore per identificare la presenza femminile non lo fa solo per scarsa fantasia, ma per tranquillizzarsi con l’immagine di una signorina dal grembiulino color confetto, tutta pizzi, trine, boccoli e totalmente inoffensiva. Se fossi una donna avrei preferito spaziare dal rosso incandescente al grigio glaciale.

Scorsese-DiCaprio, coppia al fulmicotone. Tre ore di film senza pause (e possibilmente senza tagli). Vi riproponiamo la locandina di Emanuela Martini.

Alice Rohrwacher dirigerà almeno due degli otti episodi della seconda stagione di L'amica geniale , dal titolo Storia del nuovo cognome . Avete già visto la prima?

Quest'anno alla #Berlinale69 non ci sono nomi di grande richiamo cinefilo. Un esempio preso dal passato? Bruno Dumont. Vi riproponiamo la recensione di un suo film, nella homepage della sezione Scanners.

La citazione

«Scrivere è anche non parlare (Marguerite Duras)»

scelta da
Marianna Cappi

cinerama
8462
servizi
2973
cineteca
2739
opinionisti
1847
locandine
1015
serialminds
786
scanners
482
Recensione pubblicata su FilmTv 13/2016

Batman v Superman: Dawn of Justice


Regia di Zack Snyder

«Superman ha il potere di cancellare l’intera razza umana. Se crediamo ci sia anche solo l’1% di possibilità che sia nostro nemico, dobbiamo prenderlo come un’assoluta certezza». La dichiarazione di guerra di Batman, nella versione disillusa e brizzolata, mutuata dal fumetto Il ritorno del Cavaliere oscuro di Frank Miller e interpretata da Ben Affleck, traina il super-blockbuster da 400 milioni di dollari di Snyder. Cieli plumbei, apocalisse incombente, dubbi etici e uno scontro pretestuoso, prima che i due si contrappongano al giovane psicopatico Lex Luthor (un insopportabile Jesse Eisenberg) e all’ira di Doomsday. Lo stordimento dei sensi è la cifra tecnica (e conseguentemente contenutistica) del film, il carburante che alimenta la roboante estetica di Snyder. Non è un rilievo necessariamente negativo: risponde alla volontà di aggiornare continuamente l’impianto spettacolare del moderno intrattenimento, attraverso una frastornante immersione visiva (il 3D è così esasperato da avere qualche problema di messa a fuoco), contrappuntata dal gigantismo metallico della colonna sonora di Hans Zimmer e Junkie XL. Quello che manca è una scrittura coerente: Batman V Superman vuole essere un blockbuster adulto e umanista, parlare di guerra e responsabilità (e, in filigrana, dei nostri tempi), ma cade ancora nella rete del cine-wrestling, del parossismo dei corpo a corpo, con troppi nuovi eroi che fanno capolino solo per necessità commerciali.

 

I 400 colpi

AA
5
AF
4
MG
6
GAN
4
MS
6
FT
5
media
5.0
Batman v Superman: Dawn of Justice (2016)
Titolo originale: Batman v Superman: Dawn of Justice
Regia: Zack Snyder
Genere: Supereroico - Produzione: USA - Durata: 151'
Cast: Henry Cavill, Lauren Cohan, Gal Gadot, Jeffrey Dean Morgan, Amy Adams, Ben Affleck, Jason Momoa, Ezra Miller, Diane Lane, Michael Shannon

Pallini di FilmTv

Humour
Ritmo
Impegno
Tensione
Erotismo

Vuoi vedere il film in streaming?

Aggiungi questo contenuto
ai tuoi articoli salvati.

Aggiungi questo film
a quelli che vuoi vedere.

Manda il testo di questo
articolo a un amico.


Articoli consigliati


Uomini pipistrello e altri animali» Servizi (n° 10/2016)
Mulholland Drive n° 14/2016» Mulholland Drive (n° 14/2016)
Mulholland Drive n° 20/2016» Mulholland Drive (n° 20/2016)
L'universo DC al cinema cambia...» Servizi (n° 39/2017)

Adriano Aiello

Scrivo. Di cinema, cibo, vino e stanchezza esistenziale in metropolitana. Sarei potuto essere un intellettuale, ma fortunatamente nel 1993 uscì la prima edizione di Championship Manager. Sono tra i 7 più grandi giocatori della storia di Risiko.

Profilo Facebook

FilmTv è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963
Credits - Contatti
Privacy Policy