The Rolling Stones in Cuba - Havana Moon di Paul Dugdale - la recensione di FilmTv

facebook_0.png
twitter.png
vimeo.png
Instagram.png
Oggi Free
Maria Sole Colombo dice che Zanna Bianca è il film da salvare oggi in TV.
Su RaiMovie alle ore 17:00.

Parigi brucia. Bruciano centri del potere economico e politico. Bruciano simboli della Storia. Tutti insieme. Contemporaneamente. I primi minuti di Nocturama sono la complessa coreografia degli attentati, il pedinamento dei terroristi, il balletto preparatorio di giovani d’ogni classe ed etnia e di un’unica nazione. La Francia. Nei minuti prima del fuoco, il tempo non scorre linearmente: le ore sono scritte dalle sovraimpressioni. L’ambiente principale è un non-luogo: la metropolitana.

Scoprire che Umberto Lenzi ha scritto per FilmTv. Lo avreste mai pensato?

Chicago, Nairobi, Seul, Londra, Città del Messico, San Francisco, Berlino, Mumbai. Sono otto, sono collegati. Da recuperare senza porsi domande.

Nel 2010 usciva nelle sale Saw 3D, sottotitolo "Il capitolo finale". Il prossimo 31 ottobre, giusto per festeggiare degnamente Halloween, sarà distribuito Saw: Legacy , a dimostrazione che di "finale", in verità, non c'era nulla. La saga di Jigsaw continua, la ripercorriamo a ritroso in attesa del nuovo film...

C'è tutto un cinema che non passa per le sale ma che merita di essere visto, sostenuto, cercato. Due libri per voi che sono anche due inviti a guardare oltre.

La citazione

«La televisione è meglio del cinema. Sai sempre dov'è la toilette. (Dino Risi)»

scelta da
Pedro Armocida

cinerama
7447
cineteca
2370
servizi
2183
opinionisti
1480
locandine
946
serialminds
615
scanners
445
Recensione pubblicata su FilmTv 39/2016

The Rolling Stones in Cuba - Havana Moon


Regia di Paul Dugdale

«Cuba! And the Rolling Stones...» dice il profeta Keith Richards prima di concentrarsi sulla chitarra, dando la giusta, roca profondità all’evento. Havana Moon “racconta” il concerto dei Rolling Stones all’Avana del 25 marzo 2016. Prima di loro, a dire la verità, suonarono a Cuba gli Audioslave nel 2005, ma forse non vale essendo tre componenti su quattro di quella band dalla vita breve ma intensa tendenzialmente comunisti. Gli Stones, dopo la preistoria di Street Fighting Man, hanno pensato solo al rock’n’roll post-ideologico, giusto toccasse a loro riaprire le danze in quest’isola lontana, così da celebrare il disgelo nei rapporti con gli Usa favorito dalla moral suasion di un papa venuto da dove era partito anche il Che. La favola cubana degli Stones li rappresenta bene per come sono adesso, grintosi a dispetto dell’età (Mick Jagger nel 2016 è diventato papà per l’ottava volta, a 73 anni). Lo spettacolo è grandioso e la regia pindarica. Certo, per i veri fan la scaletta è un po’ risaputa (oggi il limite degli Stones dal vivo è che di un repertorio di 400 canzoni suonano sempre le solite 30), per questo la performance migliore è quella del brano meno scontato, Out of Control, sorta di Midnight Rambler 2.0. Poi, certo, Gimme Shelter con Lisa Fischer che tocca il cielo con la voce è la più grande canzone della storia del rock, ottimo antidoto a otto giorni di Beatles a settimana. Da somministrare smodatamente.

I 400 colpi

MG
7
MS
7
The Rolling Stones in Cuba - Havana Moon (2016)
Titolo originale: The Rolling Stones Havana Moon
Regia: Paul Dugdale
Genere: Musicale - Produzione: Gran Bretagna - Durata: 116'
Cast: Mick Jagger, Keith Richards, Charlie Watts, Ronnie Wood

Vuoi vedere il film in streaming?

Aggiungi questo contenuto
ai tuoi articoli salvati.

Aggiungi questo film
a quelli che vuoi vedere.

Manda il testo di questo
articolo a un amico.

FilmTv è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963
Credits - Contatti - Privacy