L'uomo d'acciaio di Zack Snyder - la recensione di FilmTv

facebook_0.png
twitter.png
vimeo.png
Instagram.png
Oggi Free
Matteo Marelli dice che 2001 - Odissea nello spazio è il film da salvare oggi in TV.
Su Paramount Channel alle ore 23:59.

Torna in sala in versione restaurata Bande à part di Jean-Luc Godard. Riproponiamo il recente articolo di Mauro Gervasini + controlocandina di Rinaldo Censi.

Dopo l'editoriale di Ilaria Feole, la risposta di Pier Maria Bocchi. Parliamo dell' odierno femminile cinematografico ?

L'ampio servizio retrospettivo che dedicammo a Clint Eastwood in occasione dei suoi 80 anni... Il prossimo 31 maggio ne compirà 88 e intanto è di nuovo nelle sale - dall'8 febbraio - con Ore 15:17 - Attacco al treno

Su Netflix ora c'è The Bad Batch , che non ci ha convinto. È l'esordio di Ana Lily Amirpour che ci aveva folgorato.

Cinema e potere, un rapporto intricato e complesso. Ve ne parliamo su FilmTv n° 50 in uno speciale. Qui trovate la recensione della prima stagione di The Crown​, una delle serie citate nello speciale.

La citazione

«All work and no play makes Jack a dull boy»

cinerama
7680
cineteca
2458
servizi
2412
opinionisti
1550
locandine
962
serialminds
663
scanners
459
Recensione pubblicata su FilmTv 25/2013

L'uomo d'acciaio


Regia di Zack Snyder

Chiunque, nei prossimi 500 anni, vedendo i film dopo l'11 settembre 2001, si chiederà fino a che punto la messa in scena della distruzione di Manhattan possa essere considerata come la più ineluttabile fantasia nevrotica di chi continua a rappresentarla. È un trauma così profondo che cercare di rievocarlo può essere considerato un tentativo di accoglierlo (o addirittura di sognare di cambiarlo). L'uomo d'acciaio 3D, l'ultimo "ridesign" del supereroe più popolare di sempre, Superman (l'ennesimo: la letteratura dei supereroi sta alla Hollywood di oggi come il repertorio elisabettiano ai teatri stabili di tutto il mondo), culmina in un'apocalisse newyorchese vivida, sensuale e barocca come ci si poteva aspettare dal regista che con 300 ha dimostrato di sapere usare l'infinito poliformismo del digitale con lo stesso virtuosismo estetico dei corpi di Tiziano e dei cieli del Tiepolo. In realtà, il film si apre con un'altra, altrettanto vivida scena di distruzione, quella di un pianeta, Krypton, ugualmente sofferta: meravigliosi padiglioni che si schiantano sullo sfondo di tramonti incendiari. Sono i momenti di maggiore intensità di una pellicola che i filologi del fumetto potranno interpretare come una evidente lettura alla Marvel (un supereroe in colluttazione con il suo destino e con la responsabilità che ne consegue) di un celeberrimo prodotto DC Comics (il Clark Kent originario era un monumento di equilibrio e determinazione). Ma l'originalità del film (il copione è di David S. Goyer, veterano del restyling di supereroi) oltre a ricostruzioni scenografiche che sembrano citare più la fantasia del Flash Gordon di Alex Raymond che il tratto schematico delle matite orginali di Superman, sta nel far avanzare sul proscenio i due padri (Kevin Costner e Russell Crowe) e soprattutto il loro antagonista, Michael Shannon (forse l'attore più in forma di tutta Hollywood oggi), al quale tocca la domanda cruciale: è giusto distruggere una civiltà per permettere a un'altra di sopravvivere? E anche questo, difficilmente, può aver poco a che vedere con il trauma storico da cui siamo partiti. Non sarà l'ennesimo tentativo di serie o "franchising" - come lo chiamano le riviste di settore - hollywoodiano a dare una risposta alla questione. Ma non è per niente secondario che decida di porla.

L'uomo d'acciaio (2013)
Titolo originale: Man of Steel
Regia: Zack Snyder
Genere: Supereroico - Produzione: Usa/Canada/Gran Bretagna - Durata: 143'
Cast: Henry Cavill, Amy Adams, Michael Shannon, Diane Lane, Russell Crowe, Antje Traue, Harry Lennix, Richard Schiff, Christopher Meloni, Kevin Costner

Vuoi vedere il film in streaming?

Aggiungi questo contenuto
ai tuoi articoli salvati.

Aggiungi questo film
a quelli che vuoi vedere.

Manda il testo di questo
articolo a un amico.


Articoli consigliati


L'universo DC al cinema cambia...» Servizi (n° 39/2017)

FilmTv è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963
Credits - Contatti - Privacy