Arcade Fire: The Reflektor Tapes di Kahlil Joseph - la recensione di FilmTv

facebook_0.png
twitter.png
vimeo.png
Instagram.png
Oggi Free
Maria Sole Colombo dice che Zanna Bianca è il film da salvare oggi in TV.
Su RaiMovie alle ore 17:00.

Parigi brucia. Bruciano centri del potere economico e politico. Bruciano simboli della Storia. Tutti insieme. Contemporaneamente. I primi minuti di Nocturama sono la complessa coreografia degli attentati, il pedinamento dei terroristi, il balletto preparatorio di giovani d’ogni classe ed etnia e di un’unica nazione. La Francia. Nei minuti prima del fuoco, il tempo non scorre linearmente: le ore sono scritte dalle sovraimpressioni. L’ambiente principale è un non-luogo: la metropolitana.

Scoprire che Umberto Lenzi ha scritto per FilmTv. Lo avreste mai pensato?

Chicago, Nairobi, Seul, Londra, Città del Messico, San Francisco, Berlino, Mumbai. Sono otto, sono collegati. Da recuperare senza porsi domande.

Nel 2010 usciva nelle sale Saw 3D, sottotitolo "Il capitolo finale". Il prossimo 31 ottobre, giusto per festeggiare degnamente Halloween, sarà distribuito Saw: Legacy , a dimostrazione che di "finale", in verità, non c'era nulla. La saga di Jigsaw continua, la ripercorriamo a ritroso in attesa del nuovo film...

C'è tutto un cinema che non passa per le sale ma che merita di essere visto, sostenuto, cercato. Due libri per voi che sono anche due inviti a guardare oltre.

La citazione

«Noi siamo orfani della Rivoluzione. E spesso pensiamo che non c'è più una vittoria possibile, che il mondo è disincantato e alla fine ci rassegniamo. Il cinema, al contrario, ci dice, a suo modo, che ci sono vittorie possibili anche nel mondo peggiore.... Non bisogna disperarsi. È quel che il cinema ci racconta, io credo. Ed è per questo che dobbiamo amarlo. (Alain Badiou)»

scelta da
Mariuccia Ciotta

cinerama
7447
cineteca
2370
servizi
2183
opinionisti
1480
locandine
946
serialminds
615
scanners
445
Recensione pubblicata su FilmTv 41/2015

Arcade Fire: The Reflektor Tapes


Regia di Kahlil Joseph

La commistione fra il mondo musicale degli Arcade Fire e quello della settima arte è fertile e felice da tempo: il legame della band canadese con il genio di Spike Jonze ha dato vita ad alcuni fra i videoclip più interessanti degli ultimi anni (su tutti, quello live di Afterlife con Greta Gerwig), mentre, con la complicità di Roman Coppola dietro la macchina da presa, il promo di Here Comes the Night Time è diventato un vero e proprio cortometraggio. Per questo documentario l'ensemble si affida alle capaci mani di Kahlil Joseph, già firma di notevoli clip per FKA Twigs e Flying Lotus, qui alla sua prima prova nel lungometraggio: un film dalla natura ibrida, in parte cronaca del viaggio in Jamaica e a Haiti (luoghi d'ispirazione per le sonorità dell'album Reflektor), in parte documentazione del tour che da quel disco si è originato. Per la maggior parte, però, niente di tutto ciò: Joseph impasta nel suo stile glamour - gonfio di ralenti e segmenti astratti, di collisioni cromatiche (il pastoso bianco e nero si apre a lustrini, colori al neon, animazioni disegnate in sovraimpressione), di puro godimento visivo - le esibizioni live degli Arcade Fire, montandole in un suggestivo quanto frustrante collage onirico, compiaciuto delle sue dissonanze melodiche. Pochissimo spazio resta per il backstage del gruppo e per brevi lacerti di intervista: The Reflektor Tapes è un documentario celebrativo, un contenuto extra in formato deluxe, destinato ai soli fan indefessi.

Arcade Fire: The Reflektor Tapes (2015)
Titolo originale: The Reflektor Tapes
Regia: Kahlil Joseph
Genere: Documentario - Produzione: Canada - Durata: 75'
Cast: Arcade Fire, Win Butler, Régine Chassagne

Vuoi vedere il film in streaming?

Aggiungi questo contenuto
ai tuoi articoli salvati.

Aggiungi questo film
a quelli che vuoi vedere.

Manda il testo di questo
articolo a un amico.

FilmTv è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963
Credits - Contatti - Privacy