Mondovino di Jonathan Nossiter - la recensione di FilmTv

La citazione

«Non è più possibile parlare d'arte escludendo la scienza e la tecnologia. Non è più possibile analizzare i fenomeni fisici escludendo le realtà metafisiche. (Gene Youngblood)»

scelta da
Simone Arcagni

cinerama
10324
servizi
4956
cineteca
3675
opinionisti
2463
serialminds
1272
locandine
1158
scanners
534
Recensione pubblicata su FilmTv 15/2005

Mondovino


Regia di Jonathan Nossiter

È facile capire i motivi del "caso-Mondovino", documentario enologico dell'americano Jonathan Nossiter: è un film a suo modo no-global ed è un inno alla "eccezione culturale", un elogio dei piccoli produttori vinicoli all'antica d'Italia e di Francia che combattono la globalizzazione vinicola targata Napa Valley, California. È quindi comprensibile che i francesi l'abbiano adottato e ne abbiano fatto una sorta di "manifesto". Ciò non di meno, continueremo a chiederci perché Mondovino sia finito addirittura in concorso al festival di Cannes; e perché i principali giornali francesi («Un'epopea», "Le Monde"; «Una commedia balzachiana», "Première"; «Sensazionale», "Libération"; «Lo amiamo», "Studio") vogliano farci credere che si tratti di un grande film, anziché di un curioso pamphlet del tutto interno a una polemica economico-gastronomica di non primaria importanza. Mondovino è una galleria di ritratti di viticultori, sullo sfondo della guerra delle vigne scatenata dagli americani. È un'interessante puntata di Linea verde: un po' troppo lunga, e girata male (quella videocamera traballante in stile Dogma!). Il cinema è un'altra cosa.

Mondovino (2003)
Titolo originale: Mondovino
Regia: Jonathan Nossiter
Genere: Documentario - Produzione: Usa/Francia - Durata: 159'

Pallini di FilmTv

Humour
Ritmo
Impegno
Tensione
Erotismo

Vuoi vedere il film in streaming?

FilmTv.Press è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963 - Registrazione Tribunale di Milano n° 109 del 6 maggio 2019
Credits - Contatti - Supporto tecnico
Privacy Policy