U-571 di Jonathan Mostow - la recensione di FilmTv

La citazione

«Il banco di prova di un'intelligenza di prim'ordine è la capacità di tenere due idee opposte in mente nello stesso tempo e, insieme, di conservare la capacità di funzionare (Francis Scott Fitzgerald)»

scelta da
Emanuela Martini

cinerama
10324
servizi
4956
cineteca
3675
opinionisti
2463
serialminds
1272
locandine
1158
scanners
534
Recensione pubblicata su FilmTv 43/2000

U-571


Regia di Jonathan Mostow

Mentre la Guerra Mondiale è ancora tutta da combattere, un gruppo di marinai americani è incaricato di una missione pericolosa: recuperare un codice segreto che può consentire di decifrare le informazioni riservate della Marina tedesca. Prodotto da Dino De Laurentiis (600 film all'attivo di una carriera che è iniziata 60 anni fa), "U-571" mantiene quanto promette: azione, suspense, effetti speciali, corretta realizzazione. Se si cercano guizzi di regia o trovate inventive, meglio rivolgersi altrove: ma il regista Mostow (quello di "Breakdown") ha tutte le carte in regola per portare a termine la sua fatica senza esitazioni. L'idea di fondo è che bisognava fare un film collettivo perché il vero protagonista doveva essere il sommergibile ricostruito a Cinecittà, e tutti si sono prontamente adattati. Anche Harvey Keitel, che per l'occasione è buono come il pane e indossa una divisa immacolata: non gli era mai successo prima.

U-571 (2000)
Titolo originale: U-571
Regia: Jonathan Mostow
Genere: Guerra - Produzione: Usa - Durata: 115'
Cast: Harvey Keitel, Matthew McConaughey, Jon Bon Jovi, Bill Paxton

Pallini di FilmTv

Humour
Ritmo
Impegno
Tensione
Erotismo

Vuoi vedere il film in streaming?


Articoli consigliati


U-571» Cineteca (n° 48/2009)
U-571» Cinerama (n° 43/2000)

FilmTv.Press è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963 - Registrazione Tribunale di Milano n° 109 del 6 maggio 2019
Credits - Contatti - Supporto tecnico
Privacy Policy