Song to Song di Terrence Malick - la recensione di FilmTv

facebook_0.png
twitter.png
vimeo.png
Instagram.png
Oggi Free
Matteo Marelli dice che Venere in pelliccia è il film da salvare oggi in TV.
Su RaiMovie alle ore 01:15.

Se vi sono piaciuti Forza maggiore e The square , c'è un invisibile di Ruben Östlund che vi consigliamo di recuperare, presentato alla Quinzaine 2011.

Gianni Amelio racconta I nuovi mostri e riflette sull'Italia e sulla commedia all'italiana. Rileggete la locandina del 2005, il film è in streaming su RaiPlay.

Il 3 dicembre arrivano su Prime Video le prime 5 stagioni di questa serie Marvel. Curiosi? Scoprite di che parla nella nostra recensione.

L'ultimo film di Paul Schrader, First Reformed , esce direttamente in dvd, ma per noi è il film della settimana. Ripercorriamo la carriera di questo regista con un ritratto di Roberto Manassero.

Quando Rete 4 fu mandata sul satellite. Dialogo tra un canale televisivo e Tommaso Labranca.

La citazione

«sarà mica la maniera di lavorare… non si lavora così dai… ogni lavoro anche il più banale necessita di un minimo di regia»

scelta da
Andrea Bellavita

cinerama
8344
servizi
2872
cineteca
2686
opinionisti
1799
locandine
1005
serialminds
765
scanners
479
Recensione pubblicata su FilmTv 20/2017

Song to Song


Regia di Terrence Malick

La prima cosa che balza agli occhi è la bellezza siderale degli attori che vi recitano. Michael Fassbender, Rooney Mara, Natalie Portman, Ryan Gosling, Cate Blanchett: giovani, belli. Di più: senza un filo di grasso. Mai visti girovita così perfetti, addomi così asciutti. Fassbender veste stupendamente Armani. I pantaloni sono tagliati al millimetro, per tacere della sua magnifica giacca blu (invidiata anche da Gosling). È possibile che l’astio rintracciabile nelle righe che seguono sia causato da questi dettagli anatomici e sartoriali, piuttosto che registici? Una cosa simile non è facile da digerire per chi come noi combatte ogni giorno con la pancetta. Dopotutto anche il film, le sue asole - per restare nella metafora couturière -, è ben cucito (tre sono i montatori). La seconda è che il 70% delle inquadrature sono filmate con i corpi o i volti appiccicati a enormi finestre. E viene in mente la risposta di François Truffaut a una lettera velenosa di Jean-Luc Godard: «Ci sono le puttane e le ragazze poetiche». Qui sono tutte poetiche. Perché Song to Song vorrebbe essere un film poetico. La terza è, ahimè, il doppiaggio, che “lorydelsantizza” ogni flusso di coscienza. Sorta di Paradiso perduto moderno, storia di una caduta, Song to Song ci sembra prenda alla lettera questo assunto, a tal punto che è il film stesso a cadere, rovesciando involontariamente tutta la poesia e le vette sublimi – cioè il pathos – in bathos, l’infimo. L’arte di toccare il fondo in poesia, direbbe Alexander Pope. Una retorica del cattivo gusto. E se provassimo a leggere i film di Malick in questo modo?

I 400 colpi

PMB
5
IF
4
AF
5
MG
4
RM
8
MM
8
EM
4
FM
8
GAN
10
GS
7
media
6.3
Song to Song (2017)
Titolo originale: Song to Song
Regia: Terrence Malick
Genere: Drammatico - Produzione: Usa - Durata: 129'
Cast: Ryan Gosling, Rooney Mara, Michael Fassbender, Natalie Portman, Cate Blanchett, Holly Hunter, Val Kilmer, Berenice Marlohe, Lykke Li, Olivia Applegate
Sceneggiatura: Terrence Malick

Pallini di FilmTv

Humour
Ritmo
Impegno
Tensione
Erotismo

Vuoi vedere il film in streaming?

Aggiungi questo contenuto
ai tuoi articoli salvati.

Aggiungi questo film
a quelli che vuoi vedere.

Manda il testo di questo
articolo a un amico.


Articoli consigliati


Senza peso» Servizi (n° 15/2017)
Song to Song» Cinerama (n° 20/2017)

FilmTv è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963
Credits - Contatti
Privacy Policy