Il pianeta delle scimmie: The War di Matt Reeves - la recensione di FilmTv

facebook_0.png
twitter.png
vimeo.png
Instagram.png
Oggi Free
Caterina Bogno dice che E morì con un felafel in mano è il film da salvare oggi in TV.
Su IRIS alle ore 03:05.

Una serie tv da cominciare? Attenzione, perché secondo Alice Cucchetti è magnetica e non potrete fare a meno di finirla.

La figura del Papa è stato oggetto di recente di una delle nostre liste. Ma se il Papa, più che una presenza, fosse una specie di fantasma irraggiungibile? Ovviamente, secondo Marco Ferreri.

L'ultimo film di Paul Schrader, First Reformed , esce direttamente in dvd, ma per noi è il film della settimana. Ripercorriamo la carriera di questo regista con un ritratto di Roberto Manassero.

Il blu è un colore caldo, soprattutto se si tratta di un giallo di Simenon raccontato da Amalric.

Quando Rete 4 fu mandata sul satellite. Dialogo tra un canale televisivo e Tommaso Labranca.

La citazione

«Alice Harford: I do love you and you know there is something very important we need to do as soon as possible. - Dr. Bill Harford: What's that? - Alice Harford: Fuck.»

scelta da
Fabrizio Tassi

cinerama
8205
cineteca
2981
servizi
2792
opinionisti
1750
locandine
996
serialminds
745
scanners
473
Recensione pubblicata su FilmTv 29/2017

The War - Il pianeta delle scimmie


Regia di Matt Reeves

Ape-pocalypse Now, scritta su una roccia, dà il tono a The War, immerso nella cupa foresta della notte umana. Buio claustrofobico sul set di Reeves che trasuda fango e neve come in The Hateful Eight di Tarantino. Metamorfosi in atto non solo della specie che trasmigra l’anima agli scimpanzé, ma anche del cinema che sostituisce i corpi vivi con i simulacri, gli attori tempestati di marcatori, vaganti nel blue screen, riprodotti dalla performance capture accanto a centinaia di scimmie digitali. Popolo ibrido e inquieto. Il branco nascosto tra gli alberi attende il passaggio epocale, l’umanità si estingue per il virus auto-prodotto, e l’ultima guerra segnerà lo scontro finale con l’esercito di Cesare, che tiene testa ad Harrelson, travestito, con lode, da Kurtz/Brando. Alle scene d’azione si impone l’introspezione scimmiesca, la sfida a chi è più misericordioso tra chi si fronteggia. Vince chi assomiglia meno a Koba, il bonobo ucciso da Cesare in Apes Revolution. E mentre le scimmie articolano suoni gutturali (necessari i sottotitoli) e fanno esercizi d’inglese, l’umanità sarà privata del linguaggio, come succede all’orfanella battezzata col nome di un reperto della civiltà passata, un fermaglio in ferro battuto nell’eco della Rosabella di Welles. È Nova, la donna primitiva di Boulle, resuscitata nella bambina angelica, amica pietosa delle scimmie. Reeves introduce a margine caratteristi dissonanti come la buffa bertuccia da zoo, il gorilla traditore, chiamato con disprezzo “donkey” (invece di “monkey”), asino, e lo scimmiottino figlio, ma quel che resta è un requiem per l’umanità intonato dall’impareggiabile Michael Giacchino.

I 400 colpi

PA
9
MC
7
SE
9
IF
7
AF
6
FM
9
RMO
6
GAN
7
GS
7
RS
7
media
7.4
The War - Il pianeta delle scimmie (2017)
Titolo originale: War for the Planet of the Apes
Regia: Matt Reeves
Genere: Azione - Produzione: Usa - Durata: 140'
Cast: Andy Serkis, Woody Harrelson, Amiah Miller, Judy Greer, Steve Zahn, Karin Konoval, Terry Notary, Ty Olsson, Michael Adamthwaite, Toby Kebbell, Gabriel Chavarria
Sceneggiatura: Matt Reeves, Mark Bomback

Pallini di FilmTv

Humour
Ritmo
Impegno
Tensione
Erotismo

Vuoi vedere il film in streaming?

Aggiungi questo contenuto
ai tuoi articoli salvati.

Aggiungi questo film
a quelli che vuoi vedere.

Manda il testo di questo
articolo a un amico.


Articoli consigliati


L'evoluzione inciampa» Servizi (n° 28/2017)

Mariuccia Ciotta

Mariuccia Ciotta, giornalista e critico cinematografico, autrice di programmi radio-televisivi, ha scritto saggi e libri su autori e generi. Tra le sue pubblicazioni: Walt Disney – Prima stella a sinistra (Bompiani), Da Hollywood a Cartoonia (manifestolibri), Un marziano in tv (Rai/Eri), Rockpolitik (Bompiani), il Ciotta-Silvestri - Cinema (Einaudi), Il film del secolo (Bompiani). Ha diretto il quotidiano il manifesto.


Mariuccia Ciotta

Mariuccia Ciotta, giornalista e critico cinematografico, autrice di programmi radio-televisivi, ha scritto saggi e libri su autori e generi. Tra le sue pubblicazioni: Walt Disney – Prima stella a sinistra (Bompiani), Da Hollywood a Cartoonia (manifestolibri), Un marziano in tv (Rai/Eri), Rockpolitik (Bompiani), il Ciotta-Silvestri - Cinema (Einaudi), Il film del secolo (Bompiani). Ha diretto il quotidiano il manifesto.

FilmTv è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963
Credits - Contatti
Privacy Policy