Charley Thompson di Andrew Haigh - la recensione di FilmTv

facebook_0.png
twitter.png
vimeo.png
Instagram.png
Oggi Free
Simone Emiliani dice che L'aquila solitaria è il film da salvare oggi in TV.
Su Cine Sony alle ore 07:40.

Una serie tv da cominciare? Attenzione, perché secondo Alice Cucchetti è magnetica e non potrete fare a meno di finirla.

La figura del Papa è stato oggetto di recente di una delle nostre liste. Ma se il Papa, più che una presenza, fosse una specie di fantasma irraggiungibile? Ovviamente, secondo Marco Ferreri.

L'ultimo film di Paul Schrader, First Reformed , esce direttamente in dvd, ma per noi è il film della settimana. Ripercorriamo la carriera di questo regista con un ritratto di Roberto Manassero.

Il blu è un colore caldo, soprattutto se si tratta di un giallo di Simenon raccontato da Amalric.

Quando Rete 4 fu mandata sul satellite. Dialogo tra un canale televisivo e Tommaso Labranca.

La citazione

«Un colpo solo (Michael Cimino - Il cacciatore)»

cinerama
8222
cineteca
2996
servizi
2802
opinionisti
1759
locandine
997
serialminds
747
scanners
473
Recensione pubblicata su FilmTv 14/2018

Charley Thompson


Regia di Andrew Haigh

Non voglio convocare reminiscenze e immaginari. Ce ne sono tanti, ognuno scelga quelli che il cuore suggerisce. Vorrei al contrario parlare di come si fa a scrivere un film. Anzi, preciso: come si fa a scrivere un personaggio. E in seguito a mettere in scena la scrittura. Perché di recente, nel cinema statunitense, dove la bandiera assume importanza decisiva, la sceneggiatura sembra diventata un affare di semplice alchimia progettuale autoassolutoria, con la quale si vuole dare a vedere, rivelare, dimostrare (abilità, acume, competenza, malizia, causticità). Poi, in mezzo a manifesti marchiati a fuoco e a sogni e pattinatrici white trash, incontri nell’Oregon un adolescente minuto chiamato Charley, che forse ha 15 anni o forse 16, di certo non 18, che corre, ha un papà donnaiolo e una mamma che l’ha abbandonato, che si dà un gran daffare per racimolare qualche dollaro con un burbero e disilluso allenatore di cavalli da corsa e che si affeziona a Lean on Pete, un quarter baio, benché sia meglio per lui non farlo, non sono animali domestici. E allora capisci che scrivere i personaggi non è un’idea di dosatura e neppure di accortezza sagace: i personaggi bisogna lasciarli liberi di essere, farli respirare e muovere da soli e fare un passo indietro per dar loro modo di guardare e capire il mondo. Regia, dopo, significa anche aspettare i personaggi, crederci, rispettarli, non soltanto indovinarli, presumerli e redigerli. Charley Thompson non è Weekend, ma non c’è nessuno oggi come Andrew Haigh (sceneggiatore e regista) che sappia scrivere un film con una tale deferenza. Nessuno.

I 400 colpi

PA
7
PMB
8
MC
8
SE
8
IF
7
AF
8
RM
8
MM
6
FM
6
RMO
6
LP
8
GS
7
RS
8
FT
8
media
7.4
Charley Thompson (2017)
Titolo originale: Lean on Pete
Regia: Andrew Haigh
Genere: Drammatico - Produzione: Gb - Durata: 121'
Cast: Charley Plummer, Travis Fimmel, Steve Buscemi, Chloë Sevigny, Steva Zahn, Amy Seimetz, Lewis Pullman, Thomas Mann
Sceneggiatura: Andrew Haigh

Pallini di FilmTv

Humour
Ritmo
Impegno
Tensione
Erotismo

Vuoi vedere il film in streaming?

Aggiungi questo contenuto
ai tuoi articoli salvati.

Aggiungi questo film
a quelli che vuoi vedere.

Manda il testo di questo
articolo a un amico.


Articoli consigliati


Charley Thompson (Lean on Pete) -...» Interviste (n° 35/2017)
Charley Thompson» Cinerama (n° V0/2017)
I migliori trailer della settimana» Servizi (n° 49/2017)
Il ragazzo che sussurrava ai cavalli...» Interviste (n° 14/2018)

FilmTv è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963
Credits - Contatti
Privacy Policy