They di Anahita Ghazvinizadeh - la recensione di FilmTv

facebook_0.png
twitter.png
vimeo.png
Instagram.png
Oggi Free
Simone Emiliani dice che Mystic River è il film da salvare oggi in TV.
Su IRIS alle ore 23:30.

Se vi sono piaciuti Forza maggiore e The square , c'è un invisibile di Ruben Östlund che vi consigliamo di recuperare, presentato alla Quinzaine 2011.

Gianni Amelio racconta I nuovi mostri e riflette sull'Italia e sulla commedia all'italiana. Rileggete la locandina del 2005, il film è in streaming su RaiPlay.

Il 3 dicembre arrivano su Prime Video le prime 5 stagioni di questa serie Marvel. Curiosi? Scoprite di che parla nella nostra recensione.

L'ultimo film di Paul Schrader, First Reformed , esce direttamente in dvd, ma per noi è il film della settimana. Ripercorriamo la carriera di questo regista con un ritratto di Roberto Manassero.

Quando Rete 4 fu mandata sul satellite. Dialogo tra un canale televisivo e Tommaso Labranca.

La citazione

«Il motivo per cui Dio ci ha dato due orecchie e una bocca è per permetterci di ascoltare il doppio di quanto parliamo (Quincy Jones)»

scelta da
Emanuele Sacchi

cinerama
8332
servizi
2865
cineteca
2680
opinionisti
1794
locandine
1004
serialminds
763
scanners
479
Recensione pubblicata su FilmTv 19/2018

They


Regia di Anahita Ghazvinizadeh

J ha 14 anni e non sa (ancora?) se è un ragazzo oppure una ragazza. Da due anni affronta una terapia ormonale che rallenta la pubertà, e ogni mattina scrive su un quaderno come si sente, sperando che sia la quantità a fornire una risposta che non arriva: G per “girl”, B per “boy”, vuoto per “chissà”. Gli spazi bianchi sono molti, il tempo invece sempre meno: la cura dev’essere interrotta presto, il momento di crescere non si può più rimandare. Lauren, la sorella di J, fa l’artista, e deve decidere se accettare una borsa di studio che la porterà lontano, oppure restare in famiglia, in un periodo estremamente delicato per tutti. Araz, il fidanzato di Lauren, non sa se rimanere negli Stati Uniti oppure rientrare in Iran a trovare il padre malato: qualsiasi decisione prenderà, non potrà tornare indietro. Come un piccolo componimento poetico, l’esordio nel lungo di Ghazvinizadeh, allieva di Abbas Kiarostami e di Jane Campion (qui tra i produttori), è lirico, intimo, a tratti enigmatico, spesso contemplativo: è fatto d’impressioni, rime e assonanze, di immagini evocative e accenni metaforici. Nell’arco di un weekend cruciale, in cui J deve decidere chi diventare, attorno tutto e tutti si muovono in un limbo sospeso; e, contemporaneamente, quotidiano, semplice, domestico, come la lunga sequenza centrale della cena - insieme tesa e festosa - con la famiglia di Araz, così simile a un home movie, non fosse per la fotografia (fin troppo) curata. E se pare un film sfuggente, indefinito, è perché, come J, ama le poesie e le piante, qualcosa che vive di una trasformazione incessante, di dubbi e di passaggio, come (quasi) tutto.

I 400 colpi

AC
7
IF
5
media
6.0
They (2017)
Titolo originale: They
Regia: Anahita Ghazvinizadeh
Genere: Drammatico - Produzione: Usa - Durata: 80'
Cast: Rhys Fehrenbacher, Koohyar Hosseini, Nicole Coffineau, Norma Moruzzi, Diana Torres, Evan Gray, Drew Sheil, Leyla Mofleh, Mohammad Aghebati, Alma Sinai
Sceneggiatura: Anahita Ghazvinizadeh

Pallini di FilmTv

Humour
Ritmo
Impegno
Tensione
Erotismo

Vuoi vedere il film in streaming?

Aggiungi questo contenuto
ai tuoi articoli salvati.

Aggiungi questo film
a quelli che vuoi vedere.

Manda il testo di questo
articolo a un amico.


Alice Cucchetti

Nasce a Busto Arsizio, studia a Bologna, vive a Milano. I suoi genitori le hanno sempre detto di non guardare i telefilm, inevitabilmente indirizzandola verso un consumo appassionato e compulsivo di serialità televisiva. Tra gli autori storici di Serialmente.com e co-fondatrice di Mediacritica.it, ha curato la rubrica Cinetv di "Nocturno" e ha collaborato, tra gli altri, con Best Movie, Best Serial, Abbiamoleprove, Grazia.it, Osservatorio Tv. Ama le canzoni con i finali tristi, gli androidi paranoici, i paradossi temporali, i gatti e il cioccolato. Oltre che sulle pagine di Film Tv, dove cura le rubriche Serial Minds e Telepass, chiacchiera ai microfoni di "Pilota - Un podcast sui telefilm", il programma sulle serie tv di Querty.it.


Alice Cucchetti

Nasce a Busto Arsizio, studia a Bologna, vive a Milano. I suoi genitori le hanno sempre detto di non guardare i telefilm, inevitabilmente indirizzandola verso un consumo appassionato e compulsivo di serialità televisiva. Tra gli autori storici di Serialmente.com e co-fondatrice di Mediacritica.it, ha curato la rubrica Cinetv di "Nocturno" e ha collaborato, tra gli altri, con Best Movie, Best Serial, Abbiamoleprove, Grazia.it, Osservatorio Tv. Ama le canzoni con i finali tristi, gli androidi paranoici, i paradossi temporali, i gatti e il cioccolato. Oltre che sulle pagine di Film Tv, dove cura le rubriche Serial Minds e Telepass, chiacchiera ai microfoni di "Pilota - Un podcast sui telefilm", il programma sulle serie tv di Querty.it.

FilmTv è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963
Credits - Contatti
Privacy Policy