Deadpool 2 di David Leitch - la recensione di FilmTv

facebook_0.png
twitter.png
vimeo.png
Instagram.png
Oggi Free
Simone Emiliani dice che Mystic River è il film da salvare oggi in TV.
Su IRIS alle ore 23:30.

Se vi sono piaciuti Forza maggiore e The square , c'è un invisibile di Ruben Östlund che vi consigliamo di recuperare, presentato alla Quinzaine 2011.

Gianni Amelio racconta I nuovi mostri e riflette sull'Italia e sulla commedia all'italiana. Rileggete la locandina del 2005, il film è in streaming su RaiPlay.

Il 3 dicembre arrivano su Prime Video le prime 5 stagioni di questa serie Marvel. Curiosi? Scoprite di che parla nella nostra recensione.

L'ultimo film di Paul Schrader, First Reformed , esce direttamente in dvd, ma per noi è il film della settimana. Ripercorriamo la carriera di questo regista con un ritratto di Roberto Manassero.

Quando Rete 4 fu mandata sul satellite. Dialogo tra un canale televisivo e Tommaso Labranca.

La citazione

«Quando chiesero a Marx cos’è la dittatura del proletariato rispose: ”la Comune di Parigi, perché ha abolito l’esercito e la polizia”. Poi vennero i Soviet e Solidarnosc. Questo è il movimento. Non nacquero per caso. (C.L.R. James)»

cinerama
8332
servizi
2865
cineteca
2680
opinionisti
1794
locandine
1004
serialminds
763
scanners
479
Recensione pubblicata su FilmTv 20/2018

Deadpool 2


Regia di David Leitch

Dal 2008 del primo Iron Man (o forse: dal 2000 del primo X-Men) il genere supereroico è riuscito a diventare sovrano incontrastato di botteghini e cinema blockbuster e, nello stesso tempo, a fossilizzarsi rapidamente in rigide strutture narrative ed estetiche. Così chi rompe appena gli schemi sembra subito fresco, e innovativo: è capitato al primo Deadpool, imprevisto successo di box office nel 2016, che nella distribuzione Usa era vietato ai minori non accompagnati e dunque poteva osare in parolacce, sesso creativo e teste mozzate, oltre che in continue strizzatine d’occhio iper e autoironiche sui cliché del cinecomix (appunto). Se divertimento frivolo per ragazzini dev’essere, allora che lo sia davvero e fino in fondo, tra doppi sensi, situazioni demenziali e battute sceme: l’inevitabile sequel, giustamente, ripete la formula vincente, con l’ausilio in regia di David Leitch, ex stuntman illuminato dal violento successo di John Wick e Atomica bionda, davvero a proprio agio nelle scene d’azione. E con l’aggiunta, come da copione, di nuovi cattivi (tra cui Josh Brolin, curiosamente a pochissima distanza dall’interpretazione di Thanos in Avengers: Infinity War) e di nuovi compagni (tra cui la fortunatissima Domino incarnata dalla co-protagonista di Atlanta Zazie Beetz). Una volta sollevato il velo di scurrilità e riferimenti pop (la riuscita dei gag è soggettiva, ma ce n’è per tutti, dai rimandi nerd alle prese in giro del Canada, fino alla citazione di Basic Instinct più disturbante di sempre), anche Deadpool 2 è un Marvel movie tutto sommato canonico: probabilmente (specie se siete fan del primo) quello per cui avete pagato il biglietto.

I 400 colpi

PA
7
AC
6
AF
6
FM
2
RMO
6
media
5.4
Deadpool 2 (2018)
Titolo originale: Deadpool 2
Regia: David Leitch
Genere: Supereroico - Produzione: Usa - Durata: 119'
Cast: Ryan Reynolds, Josh Brolin, Morena Baccarin, Zazie Beetz, Brianna Hildebrand, Bill Skarsgård, T.J. Miller, Terry Crews, Rob Delaney, Lewis Tan
Sceneggiatura: Rhett Reese, Paul Wernick, Ryan Reynolds

Pallini di FilmTv

Humour
Ritmo
Impegno
Tensione
Erotismo

Vuoi vedere il film in streaming?

Aggiungi questo contenuto
ai tuoi articoli salvati.

Aggiungi questo film
a quelli che vuoi vedere.

Manda il testo di questo
articolo a un amico.


Alice Cucchetti

Nasce a Busto Arsizio, studia a Bologna, vive a Milano. I suoi genitori le hanno sempre detto di non guardare i telefilm, inevitabilmente indirizzandola verso un consumo appassionato e compulsivo di serialità televisiva. Tra gli autori storici di Serialmente.com e co-fondatrice di Mediacritica.it, ha curato la rubrica Cinetv di "Nocturno" e ha collaborato, tra gli altri, con Best Movie, Best Serial, Abbiamoleprove, Grazia.it, Osservatorio Tv. Ama le canzoni con i finali tristi, gli androidi paranoici, i paradossi temporali, i gatti e il cioccolato. Oltre che sulle pagine di Film Tv, dove cura le rubriche Serial Minds e Telepass, chiacchiera ai microfoni di "Pilota - Un podcast sui telefilm", il programma sulle serie tv di Querty.it.


Alice Cucchetti

Nasce a Busto Arsizio, studia a Bologna, vive a Milano. I suoi genitori le hanno sempre detto di non guardare i telefilm, inevitabilmente indirizzandola verso un consumo appassionato e compulsivo di serialità televisiva. Tra gli autori storici di Serialmente.com e co-fondatrice di Mediacritica.it, ha curato la rubrica Cinetv di "Nocturno" e ha collaborato, tra gli altri, con Best Movie, Best Serial, Abbiamoleprove, Grazia.it, Osservatorio Tv. Ama le canzoni con i finali tristi, gli androidi paranoici, i paradossi temporali, i gatti e il cioccolato. Oltre che sulle pagine di Film Tv, dove cura le rubriche Serial Minds e Telepass, chiacchiera ai microfoni di "Pilota - Un podcast sui telefilm", il programma sulle serie tv di Querty.it.

FilmTv è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963
Credits - Contatti
Privacy Policy