End of Justice - Nessuno è innocente di Dan Gilroy - la recensione di FilmTv

facebook_0.png
twitter.png
vimeo.png
Instagram.png
Oggi Free
Simone Emiliani dice che Mission: Impossible 2 è il film da salvare oggi in TV.
Su IRIS alle ore 18:25.

La ricerca di riscatto di un mite toelettatore di cani, la discesa agli inferi di un ex pugile manesco. Il nuovo film del regista di Gomorra torna nella terra di nessuno delle fiabe dark. Premiato come migliore attore al Festival di Cannes il protagonista Marcello Fonte.

Il 18 maggio arriva su Netflix la seconda attesissima stagione di Tredici . Dove eravamo rimasti?

Esiste davvero gente che non ama la musica?

Christophe Honoré quest'anno è al Festival di Cannes con Plaire, aimer et courir vite , in gara anche per la Queer Palm. Vi riproponiamo uno degli Scanners a lui dedicati.

Un saluto a Ermanno Olmi con le parole di Gianni Amelio.

La citazione

«Se una rana avesse le ali non sbatterebbe tante volte il culo per terra (John McCabe)»

scelta da
Emanuela Martini

cinerama
7947
servizi
2579
cineteca
2546
opinionisti
1650
locandine
980
serialminds
707
scanners
466
Recensione pubblicata su FilmTv 22/2018

End of Justice - Nessuno è innocente


Regia di Dan Gilroy

Con Lo sciacallo - Nightcrawler Dan Gilroy aveva esordito imprimendo sullo schermo il poderoso ritratto di un antieroe marcio e parassitario, un emarginato senza alcuna empatia verso la società in cui si muoveva. Con l’opera seconda riprende la struttura, saldamente incentrata su un unico personaggio completamente alienato, ma di segno opposto: se lo sciacallo Jake Gyllenhaal faceva del cinismo e della mancanza di etica la sua arma per la scalata al successo, Denzel Washington è Roman J. Israel, avvocato dall’integrità giurassica nel compromissorio mondo contemporaneo, ancorato all’analogico e alla propria memoria portentosa, ma soprattutto aggrappato a un’idea di legge e di giustizia nobilmente démodé, legata alla sua militanza negli anni 70, così rigida da posizionarlo ai margini dello spettro autistico. Quando il suo socio storico è stroncato da un infarto, Roman si ritrova improvvisamente nel mondo, bistrattato e incompreso, al punto di fare una scelta che rinnega ogni suo valore e lo trasforma, di fatto, in un altro sciacallo. Washington, candidato all’Oscar per la prova, si mangia agevolmente il film, confezionando una performance magnetica, acida e sopra le righe il giusto; peccato che intorno a lui ci siano comprimari scritti superficialmente e affidati a interpreti insipidi (incolpiamo Yorgos Lanthimos per averci illuso sulle effettive capacità attoriali di Colin Farrell), e che lo sviluppo drammaturgico della “discesa agli inferi” (ambientata, come Lo sciacallo, in una Los Angeles squallida e lontana anni luce dallo stereotipo della Città dei sogni) si sfilacci in una serie di finali incongruamente agrodolci. 

I 400 colpi

PMB
7
IF
6
RMO
6
LP
6
media
6.3
End of Justice - Nessuno è innocente (2017)
Titolo originale: Roman J. Israel, Esq.
Regia: Dan Gilroy
Genere: Drammatico - Produzione: Canada/Emirati Arabi Uniti/Usa - Durata: 122'
Cast: Denzel Washington, Colin Farrell, Carmen Ejogo, Sam Gilroy, Amanda Warren, Lynda Gravatt, Hugo Armstrong, Tony Plana, DeRon Horton, Amari Cheatom
Sceneggiatura: Dan Gilroy

Pallini di FilmTv

Humour
Ritmo
Impegno
Tensione
Erotismo

Vuoi vedere il film in streaming?

Aggiungi questo contenuto
ai tuoi articoli salvati.

Aggiungi questo film
a quelli che vuoi vedere.

Manda il testo di questo
articolo a un amico.

FilmTv è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963
Credits - Contatti
Privacy Policy