The Strangers: Prey at Night di Johannes Roberts - la recensione di FilmTv

facebook_0.png
twitter.png
vimeo.png
Instagram.png
Oggi Free
Fiaba Di Martino dice che Storie pazzesche è il film da salvare oggi in TV.
Su Rai4 alle ore 22:35.

È morto il 16 febbraio scorso a 77 anni Bruno Ganz, una delle cose migliori che siano successe al cinema europeo dalla fine degli anni '70 a oggi . Lo ricordiamo con una Lost Highway del 2012.

Il debutto di George Cukor in televisione. Ad opera di Claudio G. Fava.

Uno dei film più amati di Albertone, uno dei suoi personaggi più indimenticabili. La locandina è di Emanuela Martini.

Il 28 febbraio comincia in prima assoluta su Joi la terza stagione di una serie che abbiamo molto amato. Dove eravamo rimasti?

Il vincitore della Berlinale69 è Nadav Lapid, nostra vecchia conoscenza, con il film Synonymes . Vi ricordate quando presentammo Policeman su FilmtVOD?

La citazione

«Tutti i travestimenti del mondo non coprono la puzza di marcio. (Zatōichi)»

scelta da
Nicola Cupperi

cinerama
8462
servizi
2975
cineteca
2739
opinionisti
1847
locandine
1015
serialminds
786
scanners
482
Recensione pubblicata su FilmTv 22/2018

The Strangers: Prey at Night


Regia di Johannes Roberts

Si può ancora dire che un film è “girato bene” o si fa la figura degli studenti di cinema che proclamano che la fotografia è bella e gli attori sono bravi? A mio parere sì, si può ancora, ammesso che si parli di cinema non autoriale (perché lì le cose si complicano) e prevalentemente di genere (ancor meglio se di serie B). Quindi concedetemelo: The Strangers: Prey at Night, il sequel del bel The Strangers (2008), è “girato da dio”. Perché? Provate a guardare come viene adoperato il formato panoramico 2:35, con tanto di panfocus (del quale oggi dopo De Palma pochissimi si servono: vedere anche Mike Flanagan) e una profondità di campo inabissata nel buio completo che mi ricorda l’abile uso del nero del primo Venerdì 13; provate a guardare il modo di sviluppare i villain e di misurarli con le loro vittime predestinate, aggressioni che non sono in verità delle rese dei conti o dei prevedibili jumpscare ma sono disposte un po’ come happening dell’orrore (quelle in auto e in piscina sono a tal proposito formidabili), irrobustite per giunta da una clamorosa scelta musicale in funzione “paradossale” (Cambodia di Kim Wilde! Total Eclipse of the Heart di Bonnie Tyler!). Quindi sì, questa vicenda di una famiglia che - alla larga da spoiler - subisce l’attacco di alcuni psicopatici mascherati è veramente impaginata con le cosiddette. Poco? No, c’è dell’altro: per me The Strangers: Prey at Night è l’horror più validamente e pienamente americano almeno da Ouija - L’origine del male (2016), e forse di più, in quanto rielabora stereotipi tematici e stilistici (cioè la Storia) con un approccio diretto e perciò persuasivo. Altro che poco.

I 400 colpi

PMB
8
The Strangers: Prey at Night (2018)
Titolo originale: The Strangers: Prey at Night
Regia: Johannes Roberts
Genere: Horror - Produzione: Usa - Durata: 85'
Cast: Christina Hendricks, Bailee Madison, Lewis Pullman, Emma Bellomy, Martin Henderson, Damian Maffei, Lea Enslin, Preston Sadleir, Leah Roberts, Gabriel A. Byrne
Sceneggiatura: Ben Ketai

Pallini di FilmTv

Humour
Ritmo
Impegno
Tensione
Erotismo

Vuoi vedere il film in streaming?

Aggiungi questo contenuto
ai tuoi articoli salvati.

Aggiungi questo film
a quelli che vuoi vedere.

Manda il testo di questo
articolo a un amico.

FilmTv è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963
Credits - Contatti
Privacy Policy