Diva! di Francesco Patierno - la recensione di FilmTv

facebook_0.png
twitter.png
vimeo.png
Instagram.png
Oggi Free
Sergio M. Grmek Germani dice che La capra Penelope è il film da salvare oggi in TV.
Su RaiMovie alle ore 20:20.

Tra i film che abbiamo già visto dell'edizione 2019 del Festival di Cannes c'è La Gomera di Corneliu Porumboiu, che non ci ha convinto. Vi invitiamo a confrontare le parole di Roberto Manassero con quelle di Sangiorgio, che con questa recensione, qualche anno fa, nella rubrica Scanners, presentava quest'autore della Nuova onda rumena.

Il cast dei sequel di Avatar cresce (ve ne parliamo nella prossima newsletter, nella vostra casella di posta sabato 18 maggio). Per l'occasione vi riproponiamo un confronto critico pubblicato all'epoca dell'uscita del primo film.

Il calciomercato delle piattaforme streaming e dei canali a pagamento, dai destini sempre più intrecciati. Un'analisi di Andrea Bellavita.

Lo scorso 9 maggio è morto a Seattle lo sceneggiatore Alvin Sargent, fra gli sceneggiatori più eclettici e di maggior successo nelle ultime cinque decadi di Hollywood. Suo è Paper Moon , che gli valse la prima nomination agli Oscar. Vi riproponiamo la locandina di Gianni Amelio.

Il 24 maggio arriva su Netflix una nuova serie spagnola che si chiama Alto mare (ve la segnaliamo brevemente nel numero di questa settimana). Avrà il successo di La casa di carta ?

La citazione

«We want our film to be beautiful, not realistic.»

cinerama
8649
servizi
3090
cineteca
2812
opinionisti
1906
locandine
1028
serialminds
820
scanners
488
Recensione pubblicata su FilmTv 23/2018

Diva!


Regia di Francesco Patierno

Quanti sono i domani passati, si chiedeva il titolo dell’autobiografia in forma di romanzo che Valentina Cortese ha dato alle stampe nel 2012, poco prima di celebrare i suoi 90 anni. Quanti film, quanti amori, quante vite, quante donne è l’attrice che ha attraversato e segnato quasi 70 anni di schermi e palcoscenici internazionali? Il film che Patierno ha liberamente tratto dal libro semplifica il ventaglio scegliendo una sola parola, esclamativa - Diva! - ma restituendo il raccontarsi prismatico di Cortese («Mi domando chi sia io veramente») con un ensemble di otto volti di donne, otto interpreti di piccolo e grande schermo italiano chiamate a dare voce alle parole della portentosa Valentina. Inframezzate, e giocoforza anche un po’ surclassate, dalle vibranti apparizioni della Diva in azione, immortalata in spezzoni celebri che sono frammenti di grandissimo cinema (e teatro): Zampa, Blasetti, Freda, Dassin, Mankiewicz, Zeffirelli, Losey, Fellini, Truffaut, Strehler... Puntualmente commentati dal “dietro le quinte” elegante ma non edulcorato di chi ha vissuto lo star system sulla propria pelle: la scoperta di Audrey Hepburn, i party selvaggi della Hollywood del Dopoguerra, la volgarità di certi registi. E poi gli amori: Victor de Sabata, Richard Basehart (“Dick”), Giorgio Strehler. Una celebrazione che è anche antologia per cinefili; alcune delle attrici chiamate a “recitare” Cortese, va detto, vacillano un poco (per età acerba, per vano sussiego; mentre brilla la dolente Isabella Ferrari), ma la passione e la lucidità con cui la Diva mette in parole il suo mestiere valgono più di ogni messa in scena.

I 400 colpi

IF
5
Diva! (2017)
Titolo originale: -
Regia: Francesco Patierno
Genere: Docufiction - Produzione: Italia - Durata: 75'
Cast: Anna Foglietta, Barbora Bobulova, Anita Caprioli, Carolina Crescentini, Silvia D’Amico, Greta Scarano, Carlotta Natoli, Isabella Ferrari
Sceneggiatura: Francesco Patierno

Pallini di FilmTv

Humour
Ritmo
Impegno
Tensione
Erotismo

Vuoi vedere il film in streaming?

Aggiungi questo contenuto
ai tuoi articoli salvati.

Aggiungi questo film
a quelli che vuoi vedere.

Manda il testo di questo
articolo a un amico.


Articoli consigliati


Intervista a Francesco Patierno» Interviste (n° 23/2018)

Ilaria Feole

Ilaria Feole è nata nell’anno di Il grande freddo, Il ritorno dello Jedi e Monty Python – Il senso della vita e tutto quello che sa l’ha imparato da questi tre film. Scrive di cinema e televisione per Film Tv e  Spietati.it. È autrice della monografia Wes Anderson - Genitori, figli e altri animali edita da Bietti Heterotopia.


Ilaria Feole

Ilaria Feole è nata nell’anno di Il grande freddo, Il ritorno dello Jedi e Monty Python – Il senso della vita e tutto quello che sa l’ha imparato da questi tre film. Scrive di cinema e televisione per Film Tv e  Spietati.it. È autrice della monografia Wes Anderson - Genitori, figli e altri animali edita da Bietti Heterotopia.

FilmTv.Press è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963 - Registrazione Tribunale di Milano n° 109 del 6 maggio 2019
Credits - Contatti
Privacy Policy