Respiri di Alfredo Fiorillo - la recensione di FilmTv

facebook_0.png
twitter.png
Instagram.png

La citazione

«Guardatevi da tutte le imprese che richiedono vestiti nuovi (H.D. Thoreau)»

scelta da
Carolina Crespi

cinerama
10226
servizi
4870
cineteca
3643
opinionisti
2446
serialminds
1247
locandine
1153
scanners
531
Recensione pubblicata su FilmTv 23/2018

Respiri


Regia di Alfredo Fiorillo

Il thriller italiano è da tempo diventato una questione autoriale, l’aggancio per un cinema di ricerca visuale e drammaturgica che non voglia rinunciare all’immediatezza di emozioni quali paura e suspense. Normale, dunque, che il debuttante Alfredo Fiorillo guardi nella direzione opposta a quella dei capisaldi del genere anni 70 (Bava, Argento, Fulci e altri geni dell’artigianato), recuperando piuttosto il fascino decadente e mortifero di opere d’epoca marginali rispetto ai canoni. Parliamo del cinema di Sauro (Amore e morte nel giardino degli dei, 1972) e Romano Scavolini (Un bianco vestito per Marialé, 1972), che già allora ragionavano sulle possibilità di un innesco a matrice viscontiana su un impianto di genere popolare. La storia di Francesco, reclusosi nella villa di famiglia in seguito a un trauma (il mistero giallo dell’opera) con figlia e contorno umano (dottore, domestica, factotum...) profuma di quelle narrazioni, di quelle arie cimiteriali che trovano nella fantastica residenza liberty - villa Faccanoni a Sarnico, sul lago d’Iseo - la calligrafica cornice e nei movimenti di macchina misurati e rallentati - definiamoli pure sorrentiniani - il riverbero linguistico. Cinema letterario, artefatto nei modi dialogici e programmatico nell’impaginato visivo a pianisequenza e totali geometrici, Respiri è un testo che vive di ellissi, non detti, silenzi, tagli di montaggio netti. E di un corpo che, in una stanza della villa, respira grazie ai macchinari. È lì che si annida il mistero, risolto dopo un percorso tra fantasmi della memoria e residui traumatici. Uno psico-thriller, sì, ma d’autore.

I 400 colpi

PA
7
CB
7
MC
8
MG
6
RMO
5
media
6.6
Respiri (2018)
Titolo originale: -
Regia: Alfredo Fiorillo
Genere: Thriller - Produzione: Italia/Polonia - Durata: 97'
Cast: Alessio Boni, Lidiya Liberman, Milena Vukotic, Pino Calabrese, Eva Grimaldi, Eleonora Trevisani, Nino Frassica, Lino Capolicchio, Valentina Cenni, Alessandro Gruttadauria
Sceneggiatura: Alfredo Fiorillo, Angela Prudenzi

Pallini di FilmTv

Humour
Ritmo
Impegno
Tensione
Erotismo

Vuoi vedere il film in streaming?


Claudio Bartolini

Codirettore della collana di cinema Bietti Heterotopia e direttore della rivista monografica quadrimestrale INLAND. Quaderni di cinema, è critico e redattore di Film Tv e collabora con il mensile Nocturno Cinema. Ha pubblicato i volumi Il gotico padano. Dialogo con Pupi Avati (Le Mani, 2010), Nero Avati. Visioni dal set (Le Mani, 2011), Thriller italiano in 100 film (Le Mani, 2011), Videocronenberg (Bietti, 2012), Macchie solari. Il cinema di Armando Crispino (Bloodbuster, 2013). Ha inoltre pubblicato saggi in numerose pubblicazioni collettive.

FilmTv.Press è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963 - Registrazione Tribunale di Milano n° 109 del 6 maggio 2019
Credits - Contatti - Supporto tecnico
Privacy Policy