Tito e gli alieni di Paola Randi - la recensione di FilmTv

facebook_0.png
twitter.png
vimeo.png
Instagram.png
Oggi Free
Mauro Gervasini dice che Il sorpasso è il film da salvare oggi in TV.
Su Cine Sony alle ore 07:15.

Per festeggiare David Cronenberg che verrà premiato con il Leone alla carriera a Venezia 75 abbiamo pensato di rendere disponibili tutti gli articoli archiviati nella nostra collezione Locandine. A partire da La zona morta.

La ricerca di riscatto di un mite toelettatore di cani, la discesa agli inferi di un ex pugile manesco. Il nuovo film del regista di Gomorra torna nella terra di nessuno delle fiabe dark. Premiato come migliore attore al Festival di Cannes il protagonista Marcello Fonte.

Il 18 maggio arriva su Netflix la seconda attesissima stagione di Tredici . Dove eravamo rimasti?

Esiste davvero gente che non ama la musica?

Christophe Honoré quest'anno è al Festival di Cannes con Plaire, aimer et courir vite , in gara anche per la Queer Palm. Vi riproponiamo uno degli Scanners a lui dedicati.

La citazione

«Il banco di prova di un'intelligenza di prim'ordine è la capacità di tenere due idee opposte in mente nello stesso tempo e, insieme, di conservare la capacità di funzionare (Francis Scott Fitzgerald)»

scelta da
Emanuela Martini

cinerama
8060
cineteca
2856
servizi
2645
opinionisti
1687
locandine
988
serialminds
729
scanners
469
Recensione pubblicata su FilmTv 23/2018

Tito e gli alieni


Regia di Paola Randi

La commedia italiana fa sempre più fatica a raccontare l’Italia, ad ancorarsi a un territorio, a “localizzarsi”. E ogni tanto, tra province indefinite colorate solo da tocchi di film commission, appare un UFO che decide, piuttosto, di rinunciare all’Italia tout court, e di andare a zonzo, scegliendo di “delocalizzarsi” e di raccontare uno straniamento: è il caso di Easy - Un viaggio facile facile, e ora di questo Tito e gli alieni, che teletrasporta il malincomico Valerio Mastandrea nel deserto del Nevada. Ai margini dell’Area 51 c’è il malandato laboratorio del solitario professor Tito, allergico ai rapporti umani finché dall’altra parte del mondo non gli arriva una consegna speciale: i suoi nipoti, rimasti orfani. Trapiantati nel paesaggio lunare della base, nel bel mezzo del nulla, i due guaglioni partenopei rimettono in moto non solo le arrugginite attrezzature del professore (che scruta la volta stellare in cerca di tracce di vita, ma soprattutto di tracce dei morti), ma pure il suo ancor più intorpidito cuore, che riscopre capace di battere. Paola Randi resta nei territori stralunati e fiabeschi dell’opera prima Into paradiso, gettando nel calderone alieni e soldati, fuochi fatui e fantasmi, bimbi petulanti e americani gioviali, e ammantando il tutto di un candore che vorrebbe posizionarsi tra il poetico e il cartoonesco (da cui si smarca solo l’ottimo Mastandrea, nella sua inconfondibile cifra di brillante musone, capace di funzionare in qualsiasi contesto). E che invece spesso rivela il tentativo di amalgamare elementi scoordinati, in una scrittura troppo esile e pensata per sketch; il tentativo di uscire dagli schemi è lodevole, ma ancora troppo evanescente.

I 400 colpi

PA
7
PMB
3
AC
5
IF
5
MG
5
EM
7
FM
6
RMO
5
EMO
5
LP
4
GS
4
FT
6
media
5.2
Tito e gli alieni (2017)
Titolo originale: -
Regia: Paola Randi
Genere: Commedia, Sci-fi - Produzione: Italia - Durata: 92'
Cast: Valerio Mastandrea, Clémence Poésy, Luca Esposito, Miguel Herrera, John Keogh, Gianfelice Imparato, Chiara Stella Riccio, Natalie Spencer, Hunter Tremayne, Eric Masip
Sceneggiatura: Paola Randi

Pallini di FilmTv

Humour
Ritmo
Impegno
Tensione
Erotismo

Vuoi vedere il film in streaming?

Aggiungi questo contenuto
ai tuoi articoli salvati.

Aggiungi questo film
a quelli che vuoi vedere.

Manda il testo di questo
articolo a un amico.

FilmTv è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963
Credits - Contatti
Privacy Policy