La truffa del secolo di Olivier Marchal - la recensione di FilmTv

facebook_0.png
twitter.png
vimeo.png
Instagram.png
Oggi Free
Matteo Marelli dice che Conan il barbaro è il film da salvare oggi in TV.
Su Spike alle ore 23:30.

Il 29 giugno scorso è uscito negli Usa Soldado , di Stefano Sollima. In Italia uscirà a ottobre, intanto vi riproponiamo la locandina del film di cui Soldado è sequel, ossia Sicario di Denis Villeneuve.

La ricerca di riscatto di un mite toelettatore di cani, la discesa agli inferi di un ex pugile manesco. Il nuovo film del regista di Gomorra torna nella terra di nessuno delle fiabe dark. Premiato come migliore attore al Festival di Cannes il protagonista Marcello Fonte.

Il 18 maggio arriva su Netflix la seconda attesissima stagione di Tredici . Dove eravamo rimasti?

Esiste davvero gente che non ama la musica?

Christophe Honoré quest'anno è al Festival di Cannes con Plaire, aimer et courir vite , in gara anche per la Queer Palm. Vi riproponiamo uno degli Scanners a lui dedicati.

La citazione

«Guardatevi da tutte le imprese che richiedono vestiti nuovi (H.D. Thoreau)»

scelta da
Carolina Crespi

cinerama
8027
servizi
2604
cineteca
2566
opinionisti
1669
locandine
984
serialminds
719
scanners
467
Recensione pubblicata su FilmTv 27/2018

La truffa del secolo


Regia di Olivier Marchal

Olivier Marchal dietro la macchina da presa, Benoît Magimel più una serie di ceffi da bassifondi (su tutti, Moussa Maaskri nel ruolo del caïd Dafri) davanti: la quintessenza del polar, declinazione francese del poliziesco. Qui, però, alla base della storia, una clamorosa, vera truffa avvenuta tra il 2008 e il 2009 ai danni dell’Unione europea, una complicata frode del corrispettivo internazionale dell’IVA sulle emissioni da carbone. Per metterla in pratica, l’imprenditore fallito Magimel, nonostante sia genero del miliardario Depardieu, che lo odia e vorrebbe levargli la patria potestà sul nipote, chiede aiuto a Dafri, potente trafficante di droga. E da qui si entra davvero in un film di Marchal, nero come la pece, implacabile, con tutti i personaggi di contorno (tipo la madre e i due figli ebrei, agitatori di club notturni) al posto giusto, e un finale cattivo che magari un po’ ti aspetti, ma comunque non delude. Piccolo rammarico per l’uscita di scena troppo repentina del grande (in tutti i sensi) Gérard, ma va detto che il film ha avuto una produzione travagliata: in origine doveva essere diretto dallo sceneggiatore Emmanuel Naccache, il regista ne ha raccolto il testimone quando il progetto pareva naufragato. La densità dei polar di Marchal (ex poliziotto e anche attore; in Truands di Frédéric Schoendoerffer, tra l’altro, in coppia proprio con Magimel) si misura nella contrapposizione tra il crudo realismo, per esempio delle scene d’azione, e il contrasto saturo che domina l’immagine, quasi iperrealista, molto viscerale. Ormai, dopo cinque lungometraggi e due serie tv (la prima stagione di Braquo e Section Zéro), un maestro.

I 400 colpi

PA
7
SE
9
AF
8
MG
7
GS
7
media
7.6
La truffa del secolo (2017)
Titolo originale: Carbone
Regia: Olivier Marchal
Genere: Noir - Produzione: Francia - Durata: 104'
Cast: Benoît Magimel, Gringe, Idir Chender, Laura Smet, Michaël Youn, Moussa Maaskri, Gérard Depardieu, Dani, Patrick Catalifo, Fred Epaud
Sceneggiatura: Olivier Marchal, Emmanuel Naccache

Pallini di FilmTv

Humour
Ritmo
Impegno
Tensione
Erotismo

Vuoi vedere il film in streaming?

Aggiungi questo contenuto
ai tuoi articoli salvati.

Aggiungi questo film
a quelli che vuoi vedere.

Manda il testo di questo
articolo a un amico.

FilmTv è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963
Credits - Contatti
Privacy Policy