Sulla mia pelle di Alessio Cremonini - la recensione di FilmTv

facebook_0.png
twitter.png
vimeo.png
Instagram.png
Oggi Free
Ilaria Feole dice che Impiccalo più in alto è il film da salvare oggi in TV.
Su RaiMovie alle ore 21:10.

Se vi sono piaciuti Forza maggiore e The square , c'è un invisibile di Ruben Östlund che vi consigliamo di recuperare, presentato alla Quinzaine 2011.

Gianni Amelio racconta I nuovi mostri e riflette sull'Italia e sulla commedia all'italiana. Rileggete la locandina del 2005, il film è in streaming su RaiPlay.

Il 3 dicembre arrivano su Prime Video le prime 5 stagioni di questa serie Marvel. Curiosi? Scoprite di che parla nella nostra recensione.

L'ultimo film di Paul Schrader, First Reformed , esce direttamente in dvd, ma per noi è il film della settimana. Ripercorriamo la carriera di questo regista con un ritratto di Roberto Manassero.

Quando Rete 4 fu mandata sul satellite. Dialogo tra un canale televisivo e Tommaso Labranca.

La citazione

«Smettete di pensare che la scienza possa aggiustare tutto se le date 3 miliardi di dollari. (Kurt Vonnegut)»

scelta da
Simone Arcagni

cinerama
8332
servizi
2865
cineteca
2679
opinionisti
1794
locandine
1004
serialminds
763
scanners
479
Recensione pubblicata su FilmTv 37/2018

Sulla mia pelle


Regia di Alessio Cremonini

Morire di carcere, morire di Stato. Il 22 ottobre 2009, a una settimana dall’arresto per possesso di droga e presunto spaccio, Stefano Cucchi è morto per via del pestaggio di tre carabinieri, per la negligenza di chi lo aveva in custodia cautelare e per la superficialità dei medici dell’ospedale Fatebenefratelli di Roma. Una somma di concause e di irresponsabilità che rende l’idea di un sacrificio spaventoso: ucciso da un apparato che usa la compartimentazione come scappatoia dai propri errori. «Non mi uccise la morte, ma due guardie bigotte» diceva De André. E fu questo il caso di Cucchi, che sarebbe ancora vivo, però, se dopo le botte non fosse finito in una palude del diritto e dell’indifferenza. Non è stato un martirio, è stato un abbandono, come Alessio Cremonini racconta con mirabile, insperata lucidità: un fatto dopo l’altro, una decisione dopo l’altra, di richiesta negata in richiesta negata (non solo a Cucchi ma anche alla sua famiglia impotente e forse rassegnata), di silenzio in silenzio, senza nascondere la colpevolezza del condannato o sfumare l’accanimento criminale delle istituzioni. Alessandro Borghi, che lavora di nervi, di parole stiracchiate, di posture contratte, asseconda il tono esplicito eppure asciutto del film: nulla che sfugga alle inquadrature calibrate, al montaggio serrato ma non frenetico, alla costruzione di un evitabilissimo avvicinamento alla morte. Non ci sono accuse, né redenzioni o emozioni posticce: solo la traccia di un percorso e dei segni su un corpo che nessuno ha saputo eliminare, e che ora restano nella memoria come una condanna collettiva.

I 400 colpi

AA
7
PA
7
PMB
7
MC
5
AC
7
FDM
7
SE
4
IF
6
AF
5
RM
8
MM
6
FM
7
RMO
7
EMO
6
LP
5
ES
7
GS
7
RS
5
FT
7
media
6.3
Sulla mia pelle (2018)
Titolo originale: -
Regia: Alessio Cremonini
Genere: Biografico/Drammatico - Produzione: Italia - Durata: 100'
Cast: Alessandro Borghi, Jasmine Trinca, Max Tortora, Milvia Marigliano
Sceneggiatura: Alessio Cremonini, Lisa Nur Sultan

Pallini di FilmTv

Humour
Ritmo
Impegno
Tensione
Erotismo

Vuoi vedere il film in streaming?

Aggiungi questo contenuto
ai tuoi articoli salvati.

Aggiungi questo film
a quelli che vuoi vedere.

Manda il testo di questo
articolo a un amico.


Articoli consigliati


Nel nome di Stefano» Interviste (n° 38/2018)

Roberto Manassero

Roberto Manassero lavora come selezionatore al Torino Film Festival, è capo-redattore del sito www.cineforum.it e collaboratore delle riviste Film Tv e Doppiozero. Ha scritto un libro su P.T. Anderson, uno su Hitchcock e uno sul melodramma hollywoodiano. Tra i curatori del programma del Circolo dei lettori di Novara, tiene lezioni di cinema in scuole, musei e associazioni cultura.


Roberto Manassero

Roberto Manassero lavora come selezionatore al Torino Film Festival, è capo-redattore del sito www.cineforum.it e collaboratore delle riviste Film Tv e Doppiozero. Ha scritto un libro su P.T. Anderson, uno su Hitchcock e uno sul melodramma hollywoodiano. Tra i curatori del programma del Circolo dei lettori di Novara, tiene lezioni di cinema in scuole, musei e associazioni cultura.

FilmTv è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963
Credits - Contatti
Privacy Policy