La morte legale di Silvia Giulietti, Giotto Barbieri - la recensione di FilmTv

facebook_0.png
twitter.png
vimeo.png
Instagram.png
Oggi Free
Matteo Marelli dice che Venere in pelliccia è il film da salvare oggi in TV.
Su RaiMovie alle ore 01:15.

Se vi sono piaciuti Forza maggiore e The square , c'è un invisibile di Ruben Östlund che vi consigliamo di recuperare, presentato alla Quinzaine 2011.

Gianni Amelio racconta I nuovi mostri e riflette sull'Italia e sulla commedia all'italiana. Rileggete la locandina del 2005, il film è in streaming su RaiPlay.

Il 3 dicembre arrivano su Prime Video le prime 5 stagioni di questa serie Marvel. Curiosi? Scoprite di che parla nella nostra recensione.

L'ultimo film di Paul Schrader, First Reformed , esce direttamente in dvd, ma per noi è il film della settimana. Ripercorriamo la carriera di questo regista con un ritratto di Roberto Manassero.

Quando Rete 4 fu mandata sul satellite. Dialogo tra un canale televisivo e Tommaso Labranca.

La citazione

«Quando la leggenda diventa realtà, si stampi la leggenda (John Ford)»

scelta da
Emanuela Martini

cinerama
8344
servizi
2872
cineteca
2686
opinionisti
1799
locandine
1005
serialminds
765
scanners
479
Recensione pubblicata su FilmTv 41/2018

La morte legale


Regia di Silvia Giulietti, Giotto Barbieri

Sacco e Vanzetti resta il film più noto di Giuliano Montaldo, l’esempio più chiaro, non necessariamente migliore, del suo cinema civile. La morte legale, che nasce a supporto del lavoro di restauro del film terminato nel 2017, ne ripercorre lavorazione e ricezione cogliendo l’occasione per raccontare con materiale d’archivio e testimonianze (dello stesso Montaldo, di Morricone, Volonté e Cucciolla nelle interviste d’epoca) la storia dei due anarchici italiani Nicola Sacco e Bartolomeo Vanzetti, giustiziati nel 1927 dopo un processo per rapina e omicidio viziato da pregiudizi e razzismo. Inutile ribadire il legame fra le vicende di allora e quelle di oggi, anche se l’elemento chiave del film sta nel ribadire la distanza da una stagione in cui il cinema d’impegno aveva una forza certamente politica, ma soprattutto commerciale.

I 400 colpi

RM
6
La morte legale (2018)
Titolo originale: -
Regia: Silvia Giulietti, Giotto Barbieri
Genere: Documentario - Produzione: Italia - Durata: 52'

Musiche: Angelo Talocci
Montaggio: Antonello Basso
Fotografia: Silvia Giulietti

Pallini di FilmTv

Humour
Ritmo
Impegno
Tensione
Erotismo

Vuoi vedere il film in streaming?

Aggiungi questo contenuto
ai tuoi articoli salvati.

Aggiungi questo film
a quelli che vuoi vedere.

Manda il testo di questo
articolo a un amico.


Roberto Manassero

Roberto Manassero lavora come selezionatore al Torino Film Festival, è capo-redattore del sito www.cineforum.it e collaboratore delle riviste Film Tv e Doppiozero. Ha scritto un libro su P.T. Anderson, uno su Hitchcock e uno sul melodramma hollywoodiano. Tra i curatori del programma del Circolo dei lettori di Novara, tiene lezioni di cinema in scuole, musei e associazioni cultura.


Roberto Manassero

Roberto Manassero lavora come selezionatore al Torino Film Festival, è capo-redattore del sito www.cineforum.it e collaboratore delle riviste Film Tv e Doppiozero. Ha scritto un libro su P.T. Anderson, uno su Hitchcock e uno sul melodramma hollywoodiano. Tra i curatori del programma del Circolo dei lettori di Novara, tiene lezioni di cinema in scuole, musei e associazioni cultura.

FilmTv è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963
Credits - Contatti
Privacy Policy