Johnny English colpisce ancora di David Kerr - la recensione di FilmTv

facebook_0.png
twitter.png
vimeo.png
Instagram.png
Oggi Free
Fiaba Di Martino dice che Cristo si è fermato a Eboli è il film da salvare oggi in TV.
Su Rai5 alle ore 22:10.

Una serie tv da cominciare? Attenzione, perché secondo Alice Cucchetti è magnetica e non potrete fare a meno di finirla.

La figura del Papa è stato oggetto di recente di una delle nostre liste. Ma se il Papa, più che una presenza, fosse una specie di fantasma irraggiungibile? Ovviamente, secondo Marco Ferreri.

L'ultimo film di Paul Schrader, First Reformed , esce direttamente in dvd, ma per noi è il film della settimana. Ripercorriamo la carriera di questo regista con un ritratto di Roberto Manassero.

Il blu è un colore caldo, soprattutto se si tratta di un giallo di Simenon raccontato da Amalric.

Quando Rete 4 fu mandata sul satellite. Dialogo tra un canale televisivo e Tommaso Labranca.

La citazione

«Il banco di prova di un'intelligenza di prim'ordine è la capacità di tenere due idee opposte in mente nello stesso tempo e, insieme, di conservare la capacità di funzionare (Francis Scott Fitzgerald)»

scelta da
Emanuela Martini

cinerama
8291
servizi
2833
cineteca
2663
opinionisti
1780
locandine
1001
serialminds
758
scanners
477
Recensione pubblicata su FilmTv 41/2018

Johnny English colpisce ancora


Regia di David Kerr

Un po’ di bene a Rowan Atkinson lo vogliamo tutti noi, sin dai tempi in cui celebrava i quattro matrimoni (+ un funerale). Assai meno a Johnny English, ovvero la sua parodia di James Bond. Dopo sette anni di iato e sostanziale oblio, Atkinson riesuma il personaggio: e il vago ricordo di ieri si trasforma in tangibile sgradevolezza di oggi. Non tanto per il prevedibile kit in dotazione dell’agente - gag che non fanno ridere, sensazione di déjà vu - quanto per il retrogusto luddista e vagamente pro-Brexit che caratterizza l’operazione. L’unico nemico chiaro di Johnny è la tecnologia imperante, l’unica salvezza l’attaccamento a valori antichi, dove non ci sono smartphone e l’armatura medievale si indossa a usbergo calato. Passabile la scena della realtà virtuale, ma sul resto più che la pazienza poté il tedio.

I 400 colpi

RMO
4
ES
4
media
4.0
Johnny English colpisce ancora (2018)
Titolo originale: Johnny English Strikes Again
Regia: David Kerr
Genere: Comico/Azione - Produzione: Gb/Fra - Durata: 88'
Cast: Rowan Atkinson, Olga Kurylenko, Ben Miller, Adam James, Emma Thompson, Jake Lacy, Charles Dance, Miranda Hennessy, Irena Tyshyna, Pippa Bennett-Warner
Sceneggiatura: William Davies

Pallini di FilmTv

Humour
Ritmo
Impegno
Tensione
Erotismo

Vuoi vedere il film in streaming?

Aggiungi questo contenuto
ai tuoi articoli salvati.

Aggiungi questo film
a quelli che vuoi vedere.

Manda il testo di questo
articolo a un amico.


Emanuele Sacchi

Nato nella città delle due discoteche e 106 farmacie, presto smarrito nei meandri del rock e del cinematografo. È ingegnere informatico, benché si finga pensatore umanista. Giornalista pubblicista, critico cinematografico e musicale, collabora con FilmTv, MYmovies.itRumore, Filmidee, Asiaexpress ed è direttore della testata web Hong Kong Express (www.hkx.it). È autore di 50x35mm - Soundtrack Rumorose (Homework, 2016), con Stefano Locati di Il nuovo cinema di Hong Kong - Voci e sguardi oltre l'handover (Bietti, 2014) e con Francesca Monti di Richard Linklater - La deriva del sogno americano (Bietti, 2017). Film: Apocalypse Now (ma non Redux). Album: Forever Changes dei Love (anche per il titolo).


Emanuele Sacchi

Nato nella città delle due discoteche e 106 farmacie, presto smarrito nei meandri del rock e del cinematografo. È ingegnere informatico, benché si finga pensatore umanista. Giornalista pubblicista, critico cinematografico e musicale, collabora con FilmTv, MYmovies.itRumore, Filmidee, Asiaexpress ed è direttore della testata web Hong Kong Express (www.hkx.it). È autore di 50x35mm - Soundtrack Rumorose (Homework, 2016), con Stefano Locati di Il nuovo cinema di Hong Kong - Voci e sguardi oltre l'handover (Bietti, 2014) e con Francesca Monti di Richard Linklater - La deriva del sogno americano (Bietti, 2017). Film: Apocalypse Now (ma non Redux). Album: Forever Changes dei Love (anche per il titolo).

FilmTv è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963
Credits - Contatti
Privacy Policy