Treno di parole di Silvio Soldini - la recensione di FilmTv

facebook_0.png
twitter.png
vimeo.png
Instagram.png
Oggi Free
Sergio M. Grmek Germani dice che Gunga Din è il film da salvare oggi in TV.
Su RaiMovie alle ore 05:20.

Uno dei film più amati di Albertone, uno dei suoi personaggi più indimenticabili. La locandina è di Emanuela Martini.

Il 28 febbraio comincia in prima assoluta su Joi la terza stagione di una serie che abbiamo molto amato. Dove eravamo rimasti?

Il vincitore della Berlinale69 è Nadav Lapid, nostra vecchia conoscenza, con il film Synonymes . Vi ricordate quando presentammo Policeman su FilmtVOD?

Ricordiamo il grande cineasta francese, autore del monumentale Shoah , che ha dedicato la vita a indagare il possibile ruolo dell’immagine nella rappresentazione della storia.

Se fossi una donna sarei scandalizzata dal dibattito sulle quote rosa. Molto probabilmente non amerei essere identificata con un colore appiccicoso, infantile e nauseante come il rosa. Quando un uomo politico o un giornalista usa quel colore per identificare la presenza femminile non lo fa solo per scarsa fantasia, ma per tranquillizzarsi con l’immagine di una signorina dal grembiulino color confetto, tutta pizzi, trine, boccoli e totalmente inoffensiva. Se fossi una donna avrei preferito spaziare dal rosso incandescente al grigio glaciale.

La citazione

«All work and no play makes Jack a dull boy»

cinerama
8462
servizi
2975
cineteca
2739
opinionisti
1847
locandine
1015
serialminds
786
scanners
482
Recensione pubblicata su FilmTv 46/2018

Treno di parole


Regia di Silvio Soldini

Ce ne vorrebbero di più, di film sulla poesia. Non è facile, certo, far incontrare le due arti, ma quello di Soldini è un nobile omaggio alla «poesia infinita» di Raffaello Baldini, meno celebrato di altri suoi contemporanei perché scelse di scrivere non in italiano ma in dialetto. Testimonianze e filmati di repertorio narrano la vita del poeta di Santarcangelo di Romagna, dagli incontri con Tonino Guerra e gli altri del “circal de’ giudéizi”, alla redazione di “Panorama”, alla pubblicazione con Einaudi. Ma il grande protagonista è il dialetto santarcangiolese, l’«animale parlante» che Baldini fece vivere e respirare: una lingua che si fa mondo, perché «certe cose succedono solo in dialetto», i cui suoni punteggiano il film, recitati da Baldini stesso e da interpreti che gli hanno dato voce (tra cui Gigio Alberti e Ivano Marescotti).

I 400 colpi

IF
7
Treno di parole (2018)
Titolo originale: -
Regia: Silvio Soldini
Genere: Documentario - Produzione: Italia - Durata: 58'

Musiche: Sabina Bologna
Montaggio: Giorgio Garini

Pallini di FilmTv

Humour
Ritmo
Impegno
Tensione
Erotismo

Vuoi vedere il film in streaming?

Aggiungi questo contenuto
ai tuoi articoli salvati.

Aggiungi questo film
a quelli che vuoi vedere.

Manda il testo di questo
articolo a un amico.


Ilaria Feole

Ilaria Feole è nata nell’anno di Il grande freddo, Il ritorno dello Jedi e Monty Python – Il senso della vita e tutto quello che sa l’ha imparato da questi tre film. Scrive di cinema e televisione per Film Tv e  Spietati.it. È autrice della monografia Wes Anderson - Genitori, figli e altri animali edita da Bietti Heterotopia.


Ilaria Feole

Ilaria Feole è nata nell’anno di Il grande freddo, Il ritorno dello Jedi e Monty Python – Il senso della vita e tutto quello che sa l’ha imparato da questi tre film. Scrive di cinema e televisione per Film Tv e  Spietati.it. È autrice della monografia Wes Anderson - Genitori, figli e altri animali edita da Bietti Heterotopia.

FilmTv è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963
Credits - Contatti
Privacy Policy