Sulle sue spalle di Alexandria Bombach - la recensione di FilmTv

facebook_0.png
twitter.png
vimeo.png
Instagram.png
Oggi Free
Matteo Marelli dice che Da grande è il film da salvare oggi in TV.
Su Spike alle ore 21:30.

Una delle sezioni del Cinema Ritrovato si chiama Le serate in Piazza Maggiore: proiezioni di capolavori della storia del cinema su uno schermo gigante. Quest'anno tra i film proiettati ci sarà il capolavoro di Francis Ford Coppola, di cui vi riproponiamo la locandina di Mariuccia Ciotta.

Se non eravate ancora riusciti a vederla, niente paura: dal 25 giugno Sky Atlantic la ripropone in seconda serata, e vi consigliamo di non farvela scappare. Stiamo parlando della prima stagione di Kidding .

A volte, molto raramente, capita che un film di Quentin Dupieux arrivi a essere visibile, per un po', come Rubber , questa settimana in streaming. Molti suoi film però rimangono invisibili al pubblico italiano, come quello di cui vi proponiamo la recensione questa settimana.

Dopo l’elezione di Donald Trump del 2016, Mauro Gervasini realizza una ricognizione sui film e i cambiamenti a Hollywood durante i due mandati del primo presidente americano nero, Barack Obama. Vi riproponiamo le sue riflessioni.

Siamo gli Oscar, e per rispondere a #OscarsSoWhite ora sì che ci preoccupiamo di dare visibilità agli artisti Neri e Donna! Ma in modo meccanico, superficiale e tutto sommato dannoso. Un'analisi di Ilaria Feole del 2018, pienamente attuale.

La citazione

«Non è più possibile parlare d'arte escludendo la scienza e la tecnologia. Non è più possibile analizzare i fenomeni fisici escludendo le realtà metafisiche. (Gene Youngblood)»

scelta da
Simone Arcagni

cinerama
8704
servizi
3134
cineteca
2834
opinionisti
1924
locandine
1032
serialminds
832
scanners
491
Recensione pubblicata su FilmTv 49/2018

Sulle sue spalle


Regia di Alexandria Bombach

«Tagliamo qui: a che serve chiedere d’immaginare? Non immagineranno». Con pragmatica constatazione della realtà, Nadia Murad lima l’intervento che sta per tenere davanti all’assemblea plenaria delle Nazioni unite, taglia parole e asciuga frasi per far entrare in tre minuti esatti il racconto di come l’ISIS ha ucciso la sua famiglia, ha massacrato il suo villaggio, ha perpetrato il genocidio del suo popolo, ha rapito e reso schiave lei e migliaia di ragazze e bambine di religione yazidi. Da una casa che non era più sua - il Sinjar, nel nord dell’Iraq - è fuggita nel 2014, dopo mesi di stupri e torture; quando la documentarista Bombach accende la camera su di lei, è fine 2016 e Nadia ripete la sua storia da due anni, a giornalisti, funzionari, membri di governi e di associazioni, ogni volta rivivendo il trauma, e chiedendosi perché tutti vogliano i dettagli di com’è stato invece di quelli su cosa si può fare. Nelle riprese di Bombach, Murad - che persegue senza sosta la propria attività di testimonianza, fino al momento in cui diventerà ambasciatrice ONU (ha poi ricevuto il Nobel per la pace) - è il punctum di uno studium di disarmante inadeguatezza: quella del benessere e della “normalità” occidentali scialacquati davanti agli occhi di chi sa che l’inferno cui è scampato continua a esistere nell’indifferenza del mondo, quello di un oceano di buone intenzioni e sensi di colpa in cui naufragano la burocrazia degli aiuti umanitari e una sincera comprensione (per non dire della mancata accoglienza). Ma anche quello di una speranza, appena accesa: nel rifiuto al silenzio, nel coraggio testardo che obbliga ad ascoltare.

I 400 colpi

AC
7
Sulle sue spalle (2018)
Titolo originale: On Her Shoulders
Regia: Alexandria Bombach
Genere: Documentario - Produzione: Usa - Durata: 95'

Musiche: Patrick Jonsson
Montaggio: Alexandria Bombach
Fotografia: Alexandria Bombach

Pallini di FilmTv

Humour
Ritmo
Impegno
Tensione
Erotismo

Vuoi vedere il film in streaming?

Aggiungi questo contenuto
ai tuoi articoli salvati.

Aggiungi questo film
a quelli che vuoi vedere.

Manda il testo di questo
articolo a un amico.


Articoli consigliati


Con la sua voce - Intervista a...» Interviste (n° 49/2018)

Alice Cucchetti

Nasce a Busto Arsizio, studia a Bologna, vive a Milano. I suoi genitori le hanno sempre detto di non guardare i telefilm, inevitabilmente indirizzandola verso un consumo appassionato e compulsivo di serialità televisiva. Tra gli autori storici di Serialmente.com e co-fondatrice di Mediacritica.it, ha curato la rubrica Cinetv di "Nocturno" e ha collaborato, tra gli altri, con Best Movie, Best Serial, Abbiamoleprove, Grazia.it, Osservatorio Tv. Ama le canzoni con i finali tristi, gli androidi paranoici, i paradossi temporali, i gatti e il cioccolato. Oltre che sulle pagine di Film Tv, dove cura le rubriche Serial Minds e Telepass, chiacchiera ai microfoni di "Pilota - Un podcast sui telefilm", il programma sulle serie tv di Querty.it.

FilmTv.Press è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963 - Registrazione Tribunale di Milano n° 109 del 6 maggio 2019
Credits - Contatti
Privacy Policy