Macchine mortali di Christian Rivers - la recensione di FilmTv

facebook_0.png
twitter.png
vimeo.png
Instagram.png
Oggi Free
Matteo Marelli dice che Da grande è il film da salvare oggi in TV.
Su Spike alle ore 21:30.

Una delle sezioni del Cinema Ritrovato si chiama Le serate in Piazza Maggiore: proiezioni di capolavori della storia del cinema su uno schermo gigante. Quest'anno tra i film proiettati ci sarà il capolavoro di Francis Ford Coppola, di cui vi riproponiamo la locandina di Mariuccia Ciotta.

Se non eravate ancora riusciti a vederla, niente paura: dal 25 giugno Sky Atlantic la ripropone in seconda serata, e vi consigliamo di non farvela scappare. Stiamo parlando della prima stagione di Kidding .

A volte, molto raramente, capita che un film di Quentin Dupieux arrivi a essere visibile, per un po', come Rubber , questa settimana in streaming. Molti suoi film però rimangono invisibili al pubblico italiano, come quello di cui vi proponiamo la recensione questa settimana.

Dopo l’elezione di Donald Trump del 2016, Mauro Gervasini realizza una ricognizione sui film e i cambiamenti a Hollywood durante i due mandati del primo presidente americano nero, Barack Obama. Vi riproponiamo le sue riflessioni.

Siamo gli Oscar, e per rispondere a #OscarsSoWhite ora sì che ci preoccupiamo di dare visibilità agli artisti Neri e Donna! Ma in modo meccanico, superficiale e tutto sommato dannoso. Un'analisi di Ilaria Feole del 2018, pienamente attuale.

La citazione

«Quando chiesero a Marx cos’è la dittatura del proletariato rispose: ”la Comune di Parigi, perché ha abolito l’esercito e la polizia”. Poi vennero i Soviet e Solidarnosc. Questo è il movimento. Non nacquero per caso. (C.L.R. James)»

cinerama
8704
servizi
3134
cineteca
2834
opinionisti
1924
locandine
1032
serialminds
832
scanners
491
Recensione pubblicata su FilmTv 51/2018

Macchine mortali


Regia di Christian Rivers

Ambientato in un lontano futuro post-apocalittico in cui la crosta terrestre ha cambiato aspetto e le città sono giganteschi veicoli cingolati, di Macchine mortali si scorge ogni singolo ingranaggio. Adattamento cinematografico dell’ennesima saga distopica per ragazzi (spiace un po’ che arrivi quando il filone si è esaurito, perché visivamente superiore a qualunque esempio del genere l’abbia preceduto), incastra pezzi usati di immaginario e congegni narrativi standard, un po’ come fanno i suoi protagonisti con i reperti della vecchia tecnologia pre-olocausto nucleare: l’estetica steampunk rimanda scopertamente a Il castello errante di Howl, Laputa e Mad Max: Fury Road (e le musiche di Junkie XL sottolineano roboanti quest’ultimo paragone), le genealogie intrecciate paiono una variazione su quelle di Star Wars, così come la battaglia finale; il co-protagonista è un orfano & apprendista “discendente” da Harry Potter, si cammina a piedi nelle paludi di un universo ostile come in ogni fantasy che si rispetti e si scappa da un androide senza pietà che è Terminator con un altro nome. Rivers nasce come storyboarder e supervisore degli effetti speciali (fidato collaboratore, fin dagli esordi, di Peter Jackson, che qui coproduce e co-sceneggia), e infatti è la parte di world building (l’edificazione di un universo alternativo) la più funzionale ed evocativa (anche dell’attualità, ovviamente), seguita dall’intrattenimento action, tra inseguimenti, combattimenti e voli. A inceppare il meccanismo è uno script tra l’esplicativo, l’abusato e il pigro, che rischia a ogni passo di appioppare all’aggettivo “mortale” il significato meno allettante possibile.

I 400 colpi

AC
5
AF
4
FM
0
RMO
5
FT
5
media
4.8
Macchine mortali (2018)
Titolo originale: Mortal Engines
Regia: Christian Rivers
Genere: Fantascienza - Produzione: Usa/Nuova Zelanda - Durata: 117'
Cast: Robert Sheehan, Hera Hilmar, Stephen Lang, Hugo Weaving, Jihae, Ronan Raftery, Leila George, Patrick Malahide, Colin Salmon, Mark Mitchinson
Sceneggiatura: Peter Jackson, Philippa Boyens, Fran Walsh

Pallini di FilmTv

Humour
Ritmo
Impegno
Tensione
Erotismo

Vuoi vedere il film in streaming?

Aggiungi questo contenuto
ai tuoi articoli salvati.

Aggiungi questo film
a quelli che vuoi vedere.

Manda il testo di questo
articolo a un amico.


Alice Cucchetti

Nasce a Busto Arsizio, studia a Bologna, vive a Milano. I suoi genitori le hanno sempre detto di non guardare i telefilm, inevitabilmente indirizzandola verso un consumo appassionato e compulsivo di serialità televisiva. Tra gli autori storici di Serialmente.com e co-fondatrice di Mediacritica.it, ha curato la rubrica Cinetv di "Nocturno" e ha collaborato, tra gli altri, con Best Movie, Best Serial, Abbiamoleprove, Grazia.it, Osservatorio Tv. Ama le canzoni con i finali tristi, gli androidi paranoici, i paradossi temporali, i gatti e il cioccolato. Oltre che sulle pagine di Film Tv, dove cura le rubriche Serial Minds e Telepass, chiacchiera ai microfoni di "Pilota - Un podcast sui telefilm", il programma sulle serie tv di Querty.it.

FilmTv.Press è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963 - Registrazione Tribunale di Milano n° 109 del 6 maggio 2019
Credits - Contatti
Privacy Policy