Le livre d'image di Jean-Luc Godard - la recensione di FilmTv

facebook_0.png
twitter.png
Instagram.png
Oggi Free
Pier Maria Bocchi dice che Lo scapolo è il film da salvare oggi in TV.
Su Rete4 alle ore 04:45.

Nello stesso giorno, il 12 aprile, partono negli Usa la terza stagione di Killing Eve e la prima della nuova serie in cui è coinvolta Phoebe Waller-Bridge: Run . Quando arriveranno da noi? Nell'attesa, riproponiamo la recensione della seconda stagione della serie incentrata sul rapporto di odio-amore tra Villanelle e Eve Polastri.

L'esorcista di William Friedkin è in streaming su Prime Video

Scompare a 90 anni l'attore feticcio di Ingmar Bergman, indimenticabile in Il settimo sigillo , in seguito “rubato” da Hollywood per ruoli memorabili. A cominciare da padre Merrin in L’esorcista. Riproponiamo l'articolo di carriera pubblicato su Film Tv in occasione del suo ottantesimo compleanno

Una delle uscite (annullate) del mese è un film di un autore spesso segnalato nella nostra rubrica Scanners. Doppia pelle di Quentin Dupieux era programmato per il 19 marzo. Recuperiamone un altro, tra i suoi, mai arrivato in Italia.

Un ricordo di Emir Kusturica e di un equivoco lungo un festival e oltre.

La citazione

«Quando la leggenda diventa realtà, si stampi la leggenda (John Ford)»

scelta da
Emanuela Martini

cinerama
9170
servizi
3566
cineteca
3066
opinionisti
2121
locandine
1073
serialminds
927
scanners
505
Recensione pubblicata su FilmTv 03/2019

Le livre d'image


Regia di Jean-Luc Godard

Se c’è una tecnica cinematografica a cui JeanLuc Godard è rimasto fedele fin dai tempi in cui i film li recensiva, sognando già di farli, questa è il montaggio. Il montaggio è sempre stato la sua ossessione. E così, fin dai primi lavori, che si passeggiasse sugli Champs-Élysées, o si chiacchierasse in una stanza sui tetti, capitava già che il volto di Jean Seberg venisse accostato alla cartolina di una modella di Renoir inchiodata alla parete. Citazioni da libri, opere d’arte, musica sono sempre apparse nei film, prima timidamente, poi in maniera sempre più preponderante. Tanto che Godard è arrivato al punto di realizzare film di solo montaggio e citazioni. Le Histoire(s) du cinéma sono il punto di approdo. Un lavoro forsennato e ancora oggi misterioso. Quest’ultimo, Le livre d’image, riprende alcuni elementi già presenti nelle sue Histoire(s), componendo ancora una volta una suite visiva e sonora di rara intensità e complessità. «Perché fare semplice quando è possibile fare complicato?» è uno dei suoi motti. Nel film l’immagine oscilla tra poli differenti, per accostamenti; così anche la colonna sonora, che viene elaborata per strati di suoni e parole, disseminata tra gli altoparlanti. Il cinema, la sua invenzione, le prime immagini dei treni, la violenza del Novecento, la questione araba: Godard sfonda la ratio delle inquadrature, le modifica durante il loro scorrimento, immerge le immagini in colori accesi, fauve. Insomma, fa quel che vuole. Sperimenta. Deve essere bello muoversi così, come un esploratore davanti a un mondo sconosciuto.

Rinaldo Censi (Voto: 8)

I 400 colpi

MC
10
MM
8
FM
9
EMO
8
GAN
10
LP
8
ES
8
GS
8
RS
10
FT
7
media
8.6
Le livre d'image (2018)
Titolo originale: Le livre d'image
Regia: Jean-Luc Godard
Genere: Sperimentale - Produzione: Svizzera/Francia - Durata: 85'
Voci: Jean-Luc Godard
Montaggio: Jean-Luc Godard
Fotografia: Fabrice Aragno

Pallini di FilmTv

Humour
Ritmo
Impegno
Tensione
Erotismo

Vuoi vedere il film in streaming?

Aggiungi questo contenuto
ai tuoi articoli salvati.

Aggiungi questo film
a quelli che vuoi vedere.

Manda il testo di questo
articolo a un amico.


Articoli consigliati


Le livre d'image» Cinerama (n° C0/2018)
Le livre d'image» piattaforma (n° 17/2019)
Le livre d'image» Secondo Matteo (n° 09/2020)

FilmTv.Press è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963 - Registrazione Tribunale di Milano n° 109 del 6 maggio 2019
Credits - Contatti
Privacy Policy