Crucifixion - Il male è stato invocato di Xavier Gens - la recensione di FilmTv

facebook_0.png
twitter.png
vimeo.png
Instagram.png
Oggi Free
Matteo Marelli dice che Da grande è il film da salvare oggi in TV.
Su Spike alle ore 21:30.

Una delle sezioni del Cinema Ritrovato si chiama Le serate in Piazza Maggiore: proiezioni di capolavori della storia del cinema su uno schermo gigante. Quest'anno tra i film proiettati ci sarà il capolavoro di Francis Ford Coppola, di cui vi riproponiamo la locandina di Mariuccia Ciotta.

Se non eravate ancora riusciti a vederla, niente paura: dal 25 giugno Sky Atlantic la ripropone in seconda serata, e vi consigliamo di non farvela scappare. Stiamo parlando della prima stagione di Kidding .

A volte, molto raramente, capita che un film di Quentin Dupieux arrivi a essere visibile, per un po', come Rubber , questa settimana in streaming. Molti suoi film però rimangono invisibili al pubblico italiano, come quello di cui vi proponiamo la recensione questa settimana.

Dopo l’elezione di Donald Trump del 2016, Mauro Gervasini realizza una ricognizione sui film e i cambiamenti a Hollywood durante i due mandati del primo presidente americano nero, Barack Obama. Vi riproponiamo le sue riflessioni.

Siamo gli Oscar, e per rispondere a #OscarsSoWhite ora sì che ci preoccupiamo di dare visibilità agli artisti Neri e Donna! Ma in modo meccanico, superficiale e tutto sommato dannoso. Un'analisi di Ilaria Feole del 2018, pienamente attuale.

La citazione

«Tutti i travestimenti del mondo non coprono la puzza di marcio. (Zatōichi)»

scelta da
Nicola Cupperi

cinerama
8704
servizi
3134
cineteca
2834
opinionisti
1924
locandine
1032
serialminds
832
scanners
491
Recensione pubblicata su FilmTv 07/2019

Crucifixion - Il male è stato invocato


Regia di Xavier Gens

C’era una volta (e dico “c’era” perché ora non c’è più) un cinema francese sanguinosamente allucinatorio, capace di raccontarci, per mezzo di visioni cruente (tra le più estreme che si siano viste al di fuori del sottobosco furioso dell’underground), le dinamiche violente dei rapporti di potere: erano i primi anni 2000 e nel profondo del tessuto sociale già si agitavano istanze ferocemente xenofobe, conseguenza di un orrore serpeggiante per lo straniero percepito come intruso. A metterci di fronte ai nostri bassi istinti, un manipolo di titoli composto da Calvaire di Fabrice du Welz (2004), Them di Moreau e Palud (2006), À l’intérieur di Bustillo e Maury (2007) e Martyrs di Pascal Laugier (2008). A questi si aggiungeva quell’autentico tripudio di gore fuori parametro che fu Frontiers - Ai confini dell’inferno di Xavier Gens (2007), regista di Crucifixion, film basato su un fatto realmente accaduto in Romania: la morte di una suora sottoposta a una pratica di esorcismo. L’assunto di base potrebbe lasciar pensare a una continuità con il cinema di quella stagione (elemento fondante dell’horror d’Oltralpe era, infatti, l’assoluta centralità della figura femminile, il cui corpo rappresentava il territorio maggiormente esposto alle tensioni collettive, e che per questo veniva letteralmente “sviscerato”). Purtroppo, però, Gens sembra aver completamente dimenticato i furori politici e iconoclasti dell’esordio: dall’originario iperrealismo abrasivo (sia tematico, sia visivo) ora ripiega su soluzioni innocue e patinate come certi pigri jump scare. Si accontenta di spaventare, ma un tempo riusciva a far veramente paura.

I 400 colpi

MM
4
Crucifixion - Il male è stato invocato (2017)
Titolo originale: The Crucifixion
Regia: Xavier Gens
Genere: Horror - Produzione: Gb/Romania/Usa - Durata: 90'
Cast: Sophie Cookson, Corneliu Ulici, Ada Lupu, Brittany Ashworth, Catalin Babliuc, Matthew Zajac, Iván González, Ozana Oancea, Javier Botet, Jeff Rawle
Sceneggiatura: Chad Hayes, Carey W. Hayes

Pallini di FilmTv

Humour
Ritmo
Impegno
Tensione
Erotismo

Vuoi vedere il film in streaming?

Aggiungi questo contenuto
ai tuoi articoli salvati.

Aggiungi questo film
a quelli che vuoi vedere.

Manda il testo di questo
articolo a un amico.

FilmTv.Press è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963 - Registrazione Tribunale di Milano n° 109 del 6 maggio 2019
Credits - Contatti
Privacy Policy