Kusama - Infinity di Heather Lenz - la recensione di FilmTv

facebook_0.png
twitter.png
vimeo.png
Instagram.png
Oggi Free
Adriano Aiello dice che Nikita è il film da salvare oggi in TV.
Su Cielo alle ore 21:15.

Dal primo luglio sarà interamente disponibile su TIMVision l’ottima serie crime western che Graham Yost ha costruito attorno al personaggio inventato dallo scrittore Elmore Leonard. Vi riproponiamo la recensione della prima stagione.

Quest'anno la regista argentina Lucrecia Martel sarà la presidentessa di giuria alla Mostra del cinema di Venezia. Ne approfittiamo per riproporre la recensione di Zama , suo capolavoro.

Una delle sezioni del Cinema Ritrovato si chiama Le serate in Piazza Maggiore: proiezioni di capolavori della storia del cinema su uno schermo gigante. Quest'anno tra i film proiettati ci sarà il capolavoro di Francis Ford Coppola, di cui vi riproponiamo la locandina di Mariuccia Ciotta.

Dopo l’elezione di Donald Trump del 2016, Mauro Gervasini realizza una ricognizione sui film e i cambiamenti a Hollywood durante i due mandati del primo presidente americano nero, Barack Obama. Vi riproponiamo le sue riflessioni.

Siamo gli Oscar, e per rispondere a #OscarsSoWhite ora sì che ci preoccupiamo di dare visibilità agli artisti Neri e Donna! Ma in modo meccanico, superficiale e tutto sommato dannoso. Un'analisi di Ilaria Feole del 2018, pienamente attuale.

La citazione

«Smettete di pensare che la scienza possa aggiustare tutto se le date 3 miliardi di dollari. (Kurt Vonnegut)»

scelta da
Simone Arcagni

cinerama
8717
servizi
3140
cineteca
2841
opinionisti
1930
locandine
1033
serialminds
833
scanners
491
Recensione pubblicata su FilmTv 10/2019

Kusama - Infinity


Regia di Heather Lenz

Yayoi Kusama, artista, pittrice, scultrice, performer. Donna, soprattutto. Donna giapponese nata nel 1929, cresciuta in una società patriarcale, osteggiata perché decisa a diventare pittrice e non moglie, madre e casalinga; fuggita dal Giappone a fine anni 50 e approdata a New York per ritrovarsi in un ambiente altrettanto chiuso e maschilista, quello delle gallerie d’arte, dell’espressionismo astratto, delle avanguardie e della performance art. Yayoi Kusama, artista ossessiva e ossessionata da cerchi e pallini, da composizioni grafiche affollate di linee e trame di colori, da scultore morbide dalla forma fallica, imprigionata nei traumi di un’educazione sessuofobica e in una depressione sottile sfociata in follia. Heather Lenz ripercorre la carriera di questa straordinaria creatrice di mondi interiori dall’anima tattile e materica, illustrando cinquant’anni di storia dell’arte americana (Joseph Cornell, Ed Clark, Frank Stella, Franz Kline, Claes Oldenburg), nella quale Kusama ha un posto non secondario. Ispirato però dall’aria dei tempi, il film non resiste alla tentazione di privilegiare l’artista rispetto alla sua arte, insistendo più del dovuto, forse, sulla traiettoria della donna che combatte in un mondo di soli uomini e dell’incompresa che ottiene la sua rivincita con caparbietà e talento (ma manca del tutto l’accenno al contratto con Louis Vuitton grazie a cui nel Duemila Kusama incontrò la celebrità…) e restando invece in superficie rispetto ai lati più oscuri di una persona imprigionata nel suo dolore e, per questo, autrice di un’arte ipnotica, magnificamente imprigionata nelle sue stesse forme. 

I 400 colpi

RM
6
Kusama - Infinity (2018)
Titolo originale: Kusama - Infinity
Regia: Heather Lenz
Genere: Documentario - Produzione: Usa - Durata: 76'

Musiche: Allyson Newman
Fotografia: Keita Ideno, Hideaki Itaya, Ken Kobland, Hart Perry

Pallini di FilmTv

Humour
Ritmo
Impegno
Tensione
Erotismo

Vuoi vedere il film in streaming?

Aggiungi questo contenuto
ai tuoi articoli salvati.

Aggiungi questo film
a quelli che vuoi vedere.

Manda il testo di questo
articolo a un amico.

FilmTv.Press è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963 - Registrazione Tribunale di Milano n° 109 del 6 maggio 2019
Credits - Contatti
Privacy Policy