Book Club - Tutto può succedere di Bill Holderman - la recensione di FilmTv

facebook_0.png
twitter.png
vimeo.png
Instagram.png
Oggi Free
Giulio Sangiorgio dice che Un momento di follia è il film da salvare oggi in TV.
Su Cielo alle ore 21:15.

Quando Filippo Mazzarella incontrò David Lynch, qualche parola, del silenzio.

Julie Andrews, una voce leggendaria e una serie di ruoli iconici scolpiti nella storia del cinema, ha ricevuto il Leone d'oro alla carriera a Venezia76. Riproponiamo qui la locandina di Victor Victoria .

Esattamente un anno fa esordiva su Netflix l'attesa serie creata da Matt Groening. A breve sarà disponibile la seconda stagione. Possibile competere con I Simpson e Futurama ? Dobbiamo proprio farlo?

Tra i registi che amiamo quest'anno la Mostra del cinema di Venezia ospita in concorso Olivier Assayas, con Wasp Network . Riproponiamo qui la recensione di un suo film ancora invisibile, segnalato tra gli Scanners nel 2014.

Nel 2011, in occasione dell’uscita in sala del film di Jean-Jacques Annaud Il principe del deserto , con Antonio Banderas e Tahar Rahim, avevamo voluto ripercorrere la storia del Sahara al cinema. Vi riproponiamo oggi questo percorso.

La citazione

«Certainly it constitutes bad news when the people who agree with you are buggier than batshit.»

scelta da
Lorenza Negri

cinerama
8838
servizi
3242
cineteca
2894
opinionisti
1981
locandine
1043
serialminds
853
scanners
494
Recensione pubblicata su FilmTv 14/2019

Book Club - Tutto può succedere


Regia di Bill Holderman

Quattro dive della new Hollywood e una sceneggiatura scadente. Non è lo spinoff over 60 di Sex & the City - anche se ci assomiglia moltissimo, per la sorellanza glam, i gag da cabina armadio e le infinite sessioni di confidenze intime - ma il risultato di una rimpatriata stellare tra Diane Keaton, Candice Bergen, Mary Steenburgen e soprattutto Jane Fonda, che dopo Le nostre anime di notte e Grace & Frankie ascende all’ambito trono di reginetta in botulino della rom com senile. A poco valgono gli innegabili talenti individuali, poiché le nostre eroine sono presto imbalsamate in maschere di cera da WASP californiane diversamente insoddisfatte della propria vita sessualsentimentale, fotocopie sbiadite di altrettanti archetipi femminili, ma accomunate da manicure e messa in piega sempre impeccabili - riaccese nei bollenti spiriti dalla lettura licenziosa della trilogia di Cinquanta sfumature. Per ricordarci, ancora una volta, il dilemma dell’incomprensibile caso mediatico scaturito dal bestseller porno soft, talmente assimilato dalla cultura pop da produrre, anche a distanza di anni, epigoni e derivati. Il primo volume è rievocato in stralci infiammati, previa benedizione (e cessione dei diritti di sfruttamento commerciale) dell’autrice E.L. James, che compare addirittura in un cameo insieme al marito. I neuroni piangono, ma il box office esulta, tanto che un sequel è stato già messo in cantiere. Impresa non difficile, dato che l’originale, più che un lavoro organico, sembra il prodotto di un gioco combinatorio, assemblato a partire da formulario che pare potenzialmente riproducibile all’infinito.

Book Club - Tutto può succedere (2018)
Titolo originale: Book Club
Regia: Bill Holderman
Genere: Commedia - Produzione: Usa - Durata: 104'
Cast: Diane Keaton, Jane Fonda, Candice Bergen, Mary Steenburgen, Andy Garcia, Craig T. Nelson, Don Johnson, Ed Begley jr., Richard Dreyfuss, Wallace Shawn
Sceneggiatura: Bill Holderman, Erin Simms

Pallini di FilmTv

Humour
Ritmo
Impegno
Tensione
Erotismo

Vuoi vedere il film in streaming?

Aggiungi questo contenuto
ai tuoi articoli salvati.

Aggiungi questo film
a quelli che vuoi vedere.

Manda il testo di questo
articolo a un amico.

FilmTv.Press è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963 - Registrazione Tribunale di Milano n° 109 del 6 maggio 2019
Credits - Contatti
Privacy Policy